Super Mario Maker 2: tutte le novità dal Nintendo Direct

L'ultimo Nintendo Direct è stato interamente dedicato al secondo episodio della serie Mario Maker, in arrivo su Nintendo Switch il prossimo 28 giugno.

anteprima Super Mario Maker 2: tutte le novità dal Nintendo Direct
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Spente le luci sull'ultimo Nintendo Direct dedicato interamente a Super Mario Maker 2, ci si sente pervadere da un profondo senso di sicurezza, come quando si apprende un paradigma fondamentale del mondo che ci circonda: la Casa di Kyoto impara sempre (o quasi) dai suoi errori. Subito dopo l'annuncio dell'editor per Switch all'idraulico baffuto, e superato il sospetto di vedere un porting della versione WiiU, quello che è stato mostrato rischia davvero di essere il metagioco definitivo di Super Mario. Nintendo sembra essere andata ben oltre la formula del "bigger and better", puntellando la struttura del suo titolo proprio lì dove le mancanze rischiavano di far vacillare un'idea geniale: dare ai fan di Mario tutti gli strumenti per creare i propri stage.

    Carpentieri baffuti

    Ne avevamo parlato espressamente nella recensione del primo capitolo: a Super Mario Maker serviva qualche guizzo in più per abbattere qualsiasi dubbio o resistenza dei non amanti del genere. In primis, si sentiva la mancanza di contenuti ufficiali della Casa di Kyoto, dati i pochi livelli inseriti dagli stessi sviluppatori. Ebbene, il Direct si è prodigato nel comunicare espressamente che la lacuna è stata colmata, grazie a una modalità storia in cui la mascotte Nintendo è chiamata a raccogliere monete per ricostruire il castello di Peach. Per farlo, è necessario affrontare oltre un centinaio di quadri ideati dal team, accompagnati da alcuni incarichi secondari, tutti volti alla raccolta di fondi per i lavori di ristrutturazione. In questo modo, anche chi vorrà semplicemente limitarsi a "giocare" potrà farlo, e avrà ciò che desidera.

    Un altro punto a sfavore del capitolo per WiiU era l'insufficienza del sistema di ricerca, che non permetteva un'esplorazione mirata dei livelli realizzati da altri utenti. Si percepiva, in pratica, la mancanza di una catalogazione per tag e, neanche a dirlo, Nintendo sembra aver sistemato anche questo aspetto. In Super Mario Maker 2, una volta creato uno stage, occorrerà specificarne la tipologia, e i giocatori sparsi per tutto il mondo potranno quindi compiere selezioni precise a seconda dei propri gusti. Il tutto è pensato per accompagnare degnamente un'offerta contenutistica che è stata ampliata in ogni sua componente.

    Mushroom Boulevard

    In appena diciassette minuti, Nintendo ha scaraventato contro i fan un quantitativo di strumenti, opzioni e chicche da far impallidire il precedente episodio. Partiamo con la gestione degli ambienti, dato che sarà possibile, da questo sequel, inserire discese e pendii. Può sembrare un'aggiunta di poco conto, ma la community ha già dimostrato in passato di avere una creatività senza limiti.

    I novelli ingegneri videoludici potranno impostare anche l'altezza e il movimento dell'acqua. Questo meccanismo è facilmente traducibile in stage che verranno sommersi a intermittenza, e perfino la velocità dei liquidi potrà essere influenzata. Pensate, per esempio, a un pericoloso lago di magma che rischia di risucchiarvi mortalmente all'interno della magione di Bowser. In parole povere, si tratta di uno strumento che potrebbe, potenzialmente, dar vita a centinaia di situazioni. Ma l'aspetto fondamentale che è stato introdotto, e che può fare facilmente il paio con l'aggiunta sopracitata, riguarda la modifica dello scorrimento automatico. Personalizzare la velocità e la direzione della telecamera, costringendo il giocatore al movimento continuo, rappresenta il fatidico asso nella manica di Super Mario Maker 2. Pensate ad esempio a livelli che si espandono orizzontalmente e verticalmente, nei quali inserire un fiume velenoso che, inesorabilmente, minaccia di inghiottire l'idraulico funambolo. Tra l'altro, sarà possibile anche predisporre delle aree segrete in cui lo scorrimento automatico verrà fermato, per premiare l'utente più abile, o per concedergli un attimo di sollievo. In pratica, con sole due mosse Nintendo apre un ventaglio di nuove opportunità per tutti gli appassionati di editing. Chiaramente le novità non terminano qui...

    Piovono pallottole

    Super Mario Maker 2 vedrà un quantitativo di oggetti, nemici e strutture decisamente più ampio rispetto al suo predecessore. Ad accompagnare i livelli a scorrimento automatico, per esempio, troverete due tipologie di blocchi serpentini. Oppure, per gli utenti più machiavellici, il pulsante on/off permetterà di gestire l'attivazione di piattaforme e segmenti del quadro.

    Aggiunte come l'altalena basculante e la gru possono dar vita a situazioni inedite per la serie maker: il tutto è pensato allo scopo di creare obiettivi speciali per la vittoria, come per esempio la raccolta di monete, che vanno al di là del semplice taglio del traguardo.
    Sul fronte dei nemici sembrano essere state introdotte tutte le possibili nemesi dell'idraulico: dal parentame di Bowser a routine inedite per il pallottolo Bill.

    In pratica, il creativo più malizioso potrà scegliere liberamente di piazzare avversari che si lanceranno in una caccia senza sosta al povero Mario. Inoltre, tra i brand disponibili fa il suo ingresso anche 3D World, che porta in dono tutti i suoi elementi più caratteristici: dal costume da gatto, che offre la capacità di arrampicarsi sulle pareti lisce, ai blocchi ad intermittenza, passando per i funghi trampolino e i tubi trasparenti.

    Infine, ogni stage potrà essere ambientato durante il giorno o la notte, e nel caso in cui venga selezionata quest'ultima, la fisica e le caratteristiche del livello cambieranno considerevolmente: per esempio, la foresta presenterà laghi avvelenati al posto dell'acqua, oppure i quadri nei sotterranei vedranno la telecamera capovolta verticalmente. Perfino gli oggetti sembrano soffrire dell'influenza tra giorno e notte, e ciò significa che, potenzialmente, Super Mario Maker 2 potrebbe aver di fatto raddoppiato il quantitativo di elementi disponibili nel primo capitolo. Senza dimenticare, infine, effetti sonori e visivi nuovi di pacca, tra cui alcune tracce musicali inedite create da Koji Kondo in persona.

    Do you wanna build with me?

    Super Mario Maker 2, come detto in precedenza, migliora sensibilmente quelle lacune "social" che avevamo percepito nell'episodio d'esordio. Oltre al sistema di tag, però, Nintendo pare aver allargato tutti i possibili metodi di fruizione online, partendo dal proprio profilo autore, con tanto di punteggio assegnato dall'utenza della rete, fino al multiplayer. Quest'ultimo aspetto, in particolare, si fa decisamente interessante: già nella fase di editing si potrà coinvolgere un amico per costruire assieme un livello, mentre in gruppo di quattro giocatori sarà possibile dar vita a partire competitive o cooperative.

    A corredo di tutto ciò, troveremo infine altre modalità inedite, come la "Sfida Infinita", che permetterà di cimentarsi in un percorso illimitato di livelli scelti casualmente fino al fatidico game over. In conclusione, tutti gli stage incontrati online potranno essere scaricati sulla propria console, per giocare alle creazioni degli altri utenti senza la necessità di interfacciarsi con la rete.

    Super Mario Maker 2 L’appuntamento confezionato da Nintendo lascia un enorme quantitativo di buone sensazioni. L’impatto con Super Mario Maker 2 testimonia le ottime intenzioni degli sviluppatori, che hanno lavorato per sistemare le lacune del precedente episodio. Da non dimenticare una mole clamorosa di contenuti, tra meccaniche in grado di offrire un’ampia rosa di scelte per ogni creatore, e un’offerta che già adesso sembra soddisfacente anche per chi non ama armeggiare con tool e touchscreen. La serie Mario Maker sta insomma costruendo il suo futuro, e lo sta facendo con basi molto solide.

    Quanto attendi: Super Mario Maker 2

    Hype
    Hype totali: 23
    78%
    nd