The Forgotten City: la famosa mod di Skyrim diventa un gioco completo

Presentata inizialmente come una semplice mod di Skyrim, The Forgotten City ha capito la sua potenzialità e diventa un gioco stand alone.

The Forgotten City
Anteprima: PC
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Nell'ottobre del 2015 veniva pubblicata The Forgotten City, mod per The Elder Scrolls V: Skyrim frutto di uno sforzo produttivo degno di nota. Si tratta di un progetto realizzato in oltre millesettecento ore con la collaborazione sia del compositore Trent Moriarty, attivo nel panorama delle mod di Skyrim, sia di diversi doppiatori, nonché scritta, sviluppata e programmata da una sola persona: Nick James Pearce, per la quale ha ottenuto l'Australian Writers' Guild. The Forgotten City ha raccolto consensi unanimi da ogni direzione: ne ha parlato bene la stampa, ha ottenuto elogi dal mondo dello sviluppo, è stata scaricata più di tre milioni di volte ed è tradotta in otto lingue diverse.

    Da mod a gioco completo

    Il racconto della mod si fonda sui misteri del popolo Dwemer, un'antica razza che ha vissuto per millenni nel sottosuolo di Tamriel ed è poi scomparsa misteriosamente, lasciando dietro di sé rovine e automi ancora funzionanti. L'ambientazione è una città Dwemer dimenticata, dove il protagonista viene intrappolato in un loop temporale che è possibile spezzare solo scoprendo cos'è accaduto in quel luogo: l'avventura si compone principalmente di dialoghi e puzzle, mentre al combattimento è relegato un ruolo di secondaria importanza.

    Dopo aver compreso la portata del successo ottenuto dalla mod, Nick James Pearce fonda Modern Storyteller nel 2016 e inizia i lavori su una versione indipendente di The Forgotten City (così come vi avevamo precedentemente riportato). Vengono rimossi tutti i riferimenti all'immaginario di The Elder Scrolls e il motore di gioco diventa Unreal Engine 4. L'annuncio arriva nel 2018, un anno più tardi lo studio rivela di aver trovato un nuovo publisher, Dear Villagers. La data d'uscita, prima prevista per il dicembre 2020, viene infine rinviata all'estate 2021 su PC, PlayStation 4 e 5, Xbox One e Serie X/S e Nintendo Switch.

    Urbe sotterranea

    L'ambientazione del nuovo The Forgotten City si divide tra l'epoca moderna, in cui vive il protagonista, e una versione fantasiosa dell'Impero Romano. La città dimenticata del titolo è in questo caso un insediamento costruito nelle profondità della terra che nell'estetica ricorda un'urbe romana.
    Alcuni tratti della storia della mod sono stati riproposti praticamente immutati. Il loop temporale, per esempio, riveste un ruolo di primo piano ed è anche una meccanica da sfruttare per risolvere tutti i misteri della città. "Risolvi i problemi a modo tuo", si legge sulla pagina di Steam, "utilizzando ragione, fascino, corruzione, furtività, intimidazione o sfruttando abilmente il loop temporale": stando a quanto è emerso del titolo, insomma, la componente investigativa sarà il cuore di The Forgotten City. I misteri a cui si fa spesso riferimento nelle descrizioni del gioco sembrano far capo a una sorta di maledizione che aleggia sulla città. La Regola d'Oro, viene chiamata: chiunque la infrange provoca la morte di ogni abitante dell'urbe. Sicuramente questa Regola ha a che fare con le sculture dorate visibili nei trailer finora pubblicati: si osserva a più riprese che le statue sono in realtà delle persone tramutate in blocchi d'oro, probabilmente per aver contravvenuto alle leggi del posto.

    Lo stesso protagonista, armato di un arco, può trasformare in oro qualsiasi bersaglio colpito dalle sue frecce. Tale potere può essere utilizzato in diversi modi: banalmente, per uccidere una delle ventitré persone che ancora abitano nella città, scatenando così un'apocalisse; oppure è possibile sfruttarlo in maniera più creativa, colpendo delle piante acquatiche per creare piattaforme su cui saltare, trasformando fragili rampicanti in più solide scale dorate oppure cambiando il peso di alcuni oggetti per distruggere parti di muro o pavimenti, e aprire così passaggi alternativi (un altro metodo di spostamento, visibile in un mini video su Steam, è attraverso delle zipline). Ci sono anche dei combattimenti contro creature mostruose: si possono sconfiggere a colpi di frecce oppure con uno scaltro utilizzo della fisica (dal trailer del gameplay si vede che gli oggetti, in quel caso un nemico tramutato in oro, possono essere colpiti da un calcio e fungere da proiettili).

    Un immersive sim nell'Antica Roma

    Le caratteristiche di The Forgotten City sembrano strizzare l'occhio alle esperienze cosiddette immersive sim e sono in linea con la missione di Modern Storyteller: "l'obiettivo", è scritto nel Press Kit dello studio, "è creare giochi emotivamente coinvolgenti e intellettualmente stimolanti per adulti che vogliono capire le cose da soli". A proposito di immersive sim, vi lasciamo la nostra anteprima di Deathloop.

    Le descrizioni parlano inoltre di dilemmi morali, finali multipli e personaggi "ricchi di dettagli", per una storia che, se la scrittura rimarrà fedele a quella della mod, tratterà anche di temi legati alla società moderna e all'umanesimo. Con la data d'uscita in avvicinamento, Modern Storyteller sta intensificando la comunicazione: prossimamente è previsto un trailer più approfondito di gameplay. Su Steam invece vengono presentati alcuni personaggi del gioco: un paio di settimane fa è toccato a Domitius, un ex-gladiatore abituato alla violenza e alla durezza della vita, ancora affezionato alla sua tenuta da battaglia.

    Aurelia gestisce invece la taverna della città: viene descritta come una donna affamata di denaro, calcolatrice e con l'orecchio sempre attento alle voci di corridoio. L'ultimo è Galerius, un semplice contadino e la prima persona con cui il protagonista entra in contatto dopo essere entrato nel loop temporale.
    Il progetto è insomma ricco di caratteristiche degne di nota: se riuscirà a replicare il successo della mod originale lo scopriremo solamente questa estate.

    Quanto attendi: The Forgotten City

    Hype
    Hype totali: 10
    71%
    nd