The Last of Us Parte 2: analisi del nuovo trailer, tra passato e presente

Il nuovo trailer di The Last of Us Parte 2 lancia nuovi indizi sul futuro di Ellie e sulla narrativa del gioco di Naughty Dog. Esaminiamoli insieme.

The Last of Us Parte 2
Speciale: PlayStation 4
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • Joel ha mantenuto la sua promessa: ha insegnato a Ellie come si suona una chitarra. Lo rivediamo col viso un po' crucciato, impegnato a pizzicare le corde dello strumento, mentre la ragazzina lo osserva serenamente, con un raro sorriso stampato sulle labbra, e con un singhiozzo di ammirazione. Le immagini iniziali del nuovo Story Trailer di The Last of Us Parte 2 ci riportano indietro nel tempo, ai giorni forse illusoriamente tranquilli che hanno fatto seguito al salvataggio della protagonista, quando Ellie non ha ancora scoperto (o finge di non sapere) la verità sulla bugia di Joel. La contrapposizione tra le scene fintamente idilliache e le parole che sentiamo pronunciare in sottofondo ci ricorda però che nel mondo di The Last of Us non c'è spazio per l'armonia, né per la felicità. "Capisco sia difficile da accettare" - ribadisce Joel a Ellie - "ma è così". Il nuovo video dedicato alla Parte 2 del capolavoro di Naughty Dog preferisce dunque concentrarsi sui personaggi, sul contesto narrativo, sulle atmosfere. E forse svela anche più di quello che, in superficie, sembra voler comunicare.

    Il passato, al suono di chitarra

    La scelta di mostrare, all'inizio del trailer, alcune sequenze ambientate prima dei fatti di The Last of Us Parte 2, appositamente create con il motore di gioco del secondo capitolo, lascia intendere che gli sceneggiatori indagheranno un po' più a fondo il legame che unisce Joel ed Ellie. È probabile, a questo punto, che l'incipit di questo sequel ci racconti un momento inedito tra i due protagonisti, situato cronologicamente al termine del primo episodio. La sequenza che si intravede nel trailer, con Joel intento a suonare la chitarra mentre Ellie lo osserva dolcemente, era stata già pensata anni fa da Neil Druckmann, ma mai inserita all'interno del videogioco.

    Per comprendere ciò a cui ci riferiamo, dobbiamo fare una piccola premessa: esiste una breve performance teatrale, chiamata One Night Live, trasmessa nel 2014 dinanzi al pubblico di Santa Monica. In questo spettacolo, i membri del cast, da Troy Baker ad Ashley Johnson, hanno ricostruito alcune delle scene più iconiche del gioco originale, introdotti e diretti da Druckmann in persona. Come i fan più accaniti già sapranno, e come è stato riportato anche nella Wiki di The Last of Us, alla fine dello show, a telecamere spente e quindi mai registrata, è stata mostrata una scena extra esclusivamente per il pubblico in sala, interpretata sempre dagli attori, che si posiziona alcune settimane dopo il finale del primo capitolo.

    Chi ha assistito alla performance racconta che Ellie si trova nella sua stanza, e viene poi raggiunta da Joel. Druckmann, nelle vesti di narratore, rivela che nell'aria c'è una certa tensione, come se la ragazzina fosse in qualche modo a conoscenza che il suo compagno di viaggio le stia nascondendo qualcosa. Joel dice a Ellie che il fratello Tommy gli ha proposto di entrare a far parte della milizia, dal momento che nel mondo esterno le acque sembrano leggermente più calme del solito.

    Prima di salutare la ragazza, l'ex contrabbandiere le mostra una chitarra, e confessa di aver iniziato a comporre una canzone. Mentre sta per confidare a chi è dedicato il brano, però, un nodo alla gola lo ferma: è probabile che il suo pensiero fosse indirizzato alla figlia Sarah, perduta tanti anni prima. A quel punto, inizia a suonare Future Days dei Pearl Jam. Dinanzi alla tenera interpretazione di Joel, Ellie comincia a commuoversi. Quando l'uomo finisce di cantare e il suono della chitarra si affievolisce, la protagonista rompe il silenzio, dicendo "è stato bellissimo, Joel...". La tensione dell'inizio della scena si è allentata fino a scomparire del tutto, e sembra aver lasciato il posto a un profondo sentimento d'amore tra padre e figlia. A quel punto Joel si alza e porge la chitarra a Ellie, che ovviamente non possiede nessuna familiarità con lo strumento. Prima di uscire dalla stanza, Joel le promette che un giorno le insegnerà a suonare.

    Rimasta sola, la ragazzina prende la chitarra e la porta al petto, suonando una sola nota, lieve e sfuggente. Dopodiché il sipario si chiude e lo spettacolo si conclude definitivamente. Non ne abbiamo la certezza, ma data l'accuratezza con cui questa sequenza è stata portata sulle scene, e l'emozione con la quale Druckmann l'ha narrata agli spettatori in sala, ipotizziamo che in The Last of Us 2 la vivremo in prima persona, magari impersonando ancora una volta il protagonista, prima di passare il testimone ad una Ellie più adulta, più cattiva e più disillusa.

    Il presente, al grido di vendetta

    I pochi secondi ambientati in un passato illusoriamente dolce lasciano subito spazio alla barbara violenza del presente. Si nota immediatamente come il rapporto tra Joel ed Ellie sia compromesso: negli occhi della ragazza c'è un bagliore strano, ancora più infuocato e stanco di quello visto nel primo episodio.

    Possiamo solo vagamente ipotizzare ciò che ha subito, la sofferenza a cui ha assistito, la cattiveria che ha avvertito sulla propria pelle. Il suo corpo martoriato e il suo volto tumefatto, d'altronde, ne sono una chiara rappresentazione e lasciano davvero poco spazio all'immaginazione. Sappiamo ormai già da tempo che Ellie partirà per un cammino di vendetta, volto a soddisfare la sua sete di sangue, nonostante le raccomandazioni di Tommy, che la mette in guardia sugli enormi pericoli che potrebbe trovare lungo il cammino.

    Ed è su questi ostacoli che il trailer punta i riflettori in alcuni momenti, merito soprattutto di un montaggio martellante, scandito da un accompagnamento sonoro pressoché perfetto, capace di mettere in luce l'anima più dinamica del gameplay del gioco. In determinate clip è possibile comprendere come Naughty Dog abbia prestato più attenzione all'aspetto maggiormente "cinematografico" delle sequenze d'azione, recuperando in leggera misura la lezione di Uncharted, come si evince dall'inseguimento e dalla sparatoria in macchina, che suggeriscono la presenza di sezioni più scriptate ed adrenaliniche rispetto a quelle del capitolo originale.

    Ma il trailer di The Last of Us Parte 2 non è solo un susseguirsi di uccisioni, esplosioni e sgozzamenti: le clip selezionate da Naughty Dog alternano sapientemente scene più vibranti ad altre più intime, ma non per questo meno intense. Il filmato si concentra largamente anche sul legame tra i protagonisti, come se si trattasse di un duello di sguardi. In uno specifico frangente del video, infatti, Joel ed Ellie si scambiano due rapide occhiate, intervallate da frenetiche clip in cui la ragazza elimina i suoi avversari: c'è della profonda rabbia nell'espressione di Ellie, mai tanto selvaggia e incattivita. Lo si nota anche dal leggero e quasi impercettibile tremolio delle labbra, segno sì di un motion capture allo stato dell'arte, ma anche di un'interpretazione di Ashley Johnson presumibilmente da antologia. Il livore che caratterizza il rapporto con Joel è nettamente contrapposto alla dolcezza mostrata nei suoi riguardi all'inizio del video, e anche del tutto diverso dall'affetto che traspare quando Ellie guarda Dina, nonché dall'abbraccio della protagonista con Tommy.

    Ed ecco che, con perizia incredibile, sul finire del trailer il montaggio si focalizza totalmente sulla durezza della sopravvissuta, che si allontana affranta da Joel e, coperta di sangue, mostra una disperazione mai così tanto rabbiosa e profonda. Ellie vuole portare a compimento il suo obiettivo "a ogni costo", anche con il rischio di lasciarsi alle spalle gli affetti più cari o quel briciolo di umanità che le è rimasto. Del resto, si sa: "c'è un prezzo" per la vendetta.

    Non sappiamo ancora fino a che punto Ellie vorrà spingersi, né se riuscirà a ottenere il suo scopo. Esattamente come le dice Jessie all'interno del trailer, anche noi le auguriamo di farcela.

    Che voto dai a: The Last of Us Parte 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 328
    9
    nd