Anteprima The Legend of Zelda: Four Sword Plus

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco The Legend of Zelda: Four Sword Plus - 2185

Articolo a cura di
Disponibile per
  • NGC
  • Premesse poco confortanti...

    I nuovi capitoli della saga di Zelda sono stati presentati per la prima volta all'E3 dello scorso anno sotto lo sguardo incredulo di giornalisti ed esperti del settore. Nessuno si aspettava che, dai laboratori di un'azienda che aveva creato giochi quali Mario World, Ocarina of Time o più recenti Pikmin e Wind Waker, potessero uscire due giochi talmente insulsi da non poter essere presi in considerazione nemmeno per l'importanza del protagonista.
    Il primo, Four Swords, metteva quattro giocatori nei panni di altrettanti Link dai colori differenti intenti in una insulsa caccia alle monete e, nonostante l'idea di fondo di poter interagire con gli amici fosse abbastanza succosa, non avrebbe mai motivato all'acquisto di un titolo del genere.
    Il secondo, Tetra's Trackers, era ancora peggio, in quanto impegnava i soliti quattro a girare in lungo e in largo per un'isola alla ricerca di "timbri" posseduti da vari pirati. Ovviamente tutto ciò sotto forma di gara a chi riusciva a raccoglierli tutti il prima possibile. Condite il tutto con una grafica degna del SuperNes e l'obbligo di possedere quattro GBA per poter giocare e capirete alla perfezione perché in molti hanno pensato che negli studi Nintendo stesse girando una strana malattia.

    Dopo un anno le cose non sono molto cambiate

    Innanzitutto i due giochi sono stati fusi insieme con il titolo di Four Swords Plus e inoltre, nella stessa confezione, hanno trovato posto altri due titoli: Hyrule Adventure e Shadow Battle.

    Hyrule Adventure offre un'avventura in Singolo o Multi giocatore dal concetto molto simile all'originario Four Swords. In questa avventura i giocatori affronteranno il loro viaggio seguendo ognuno il proprio personaggio sul televisore di casa quando l'azione si svolge all'esterno, e sullo schermo del proprio GBA quando invece si entra in abitazioni, pozzi, caverne, ecc...
    Così facendo, molti degli oggetti e tesori trovati, non saranno a conoscenza degli altri giocatori ma, contemporaneamente, si sarà costretti ad allearsi e a scontrarsi con gli avversari per passare i vari dungeons.
    Quando si gioca in Single Player non sarà fortunatamente necessario disporre di un GBA poiché tutte le locazioni saranno visibili sullo schermo del televisore e tutti e quattro i Link verranno controllati contemporaneamente tramite un solo joypad: per fare ciò il giocatore avrà a disposizione differenti schieramenti in cui disporre la sua squadra come a triangolo, a cerchio o a quadrato.

    Navi Trackers sfrutta lo stesso concetto di Tetra's Trackers ma leggermente modificato: sullo schermo del televisore viene visualizzata Tetra (Dazel per noi occidentali) che mostra ai vari giocatori (che variano sempre da 1 a 4) i luoghi dove andare a recuperare i famosi timbri; l'azione si svolge singolarmente in ogni GBA di modo che nessuno possa sapere dove sia e cosa stia facendo il proprio avversario.
    Anche qui è disponibile l'azione in Single player ma, questa volta, è necessario comunque un GBA.

    Shadow Battle, che non era mai stato mostrato, offrirà un'azione di gioco più frenetica basata su scontri contro orde e orde di nemici. Qui purtroppo non è prevista una modalità multiplayer e saranno necessari quindi quattro GBA. Questo influenzerà certamente sulle vendite del prodotto poiché non tutti posseggono o hanno le finanze per comprare ben quattro GBA e relativi adattatori.

    Cosa ci dobbiamo aspettare quindi?

    La grafica di tutti e tre i giochi è stata fortunatamente rinnovata ed è ora molto più particolareggiata e convincente: vi sembrerà di giocare a Wind Waker in due dimensioni, per dirla in parole povere. Potete quindi già scordarvi le terribili immagini mostrate una anno fa ma, purtroppo, il concetto rimane sempre lo stesso: il gioco non convince ancora pienamente, nonostante possa farlo in un mercato orientale, e l'eccessivo numero di accessori e console di cui bisogna disporre per godere appieno di questo gioco, richiedono una spesa troppo elevata per le tasche di un videogiocatore medio. Speriamo quindi che il gioco venga venduto ad un prezzo molto contenuto (tipo Player's Choice) e che venga aggiunto nella confezione anche un disco bonus contenente qualche chicca capace di stimolare il cliente. Questa volta gli sviluppatori non si sono sforzati esageratamente, speriamo stiano riservando le forze per il seguito di Wind Waker!

    Che voto dai a: The Legend of Zelda: Four Swords

    Media Voto Utenti
    Voti: 1
    9
    nd

    Altri contenuti per The Legend of Zelda: Four Swords