The Medium per Xbox Series X: un horror sulle orme di Silent Hill 2

Dagli autori di Layers of Fear, Observer e Blair Witch, un nuovo horror psicologico che arriverà su PC e Xbox Series X.

The Medium
Anteprima: Xbox Series X
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Xbox One
  • Xbox Series X
  • The Medium è il progetto più ambizioso di Bloober Team, il gioco con cui il team di Cracovia vuole affermare il suo nome, già legato a creazioni interessanti ma altalenanti sul piano qualitativo. Nel trailer presentato all'evento Inside Xbox sembra esserci tutta la potenza immaginifica e artistica maturata in tutti questi anni, dagli incubi terribili di Layers of Fear alle ambientazioni abbandonate e boschive di Blair Witch; nonché l'ambizione di seguire le orme di Silent Hill 2, quello che il game producer Jacek Zieba ha definito uno dei migliori giochi horror di sempre. La voglia di far rivivere l'eredità del gioco di Konami è messa in chiaro soprattutto dall'assunzione di Akira Yamaoka, compositore della serie Silent Hill che in The Medium collaborerà con Arkadiusz Reikowski, musicista di Bloober: possiamo quindi aspettarci un gioco che toccherà le corde della nostalgia e, allo stesso tempo, una produzione che potrebbe vedere finalmente maturate le abilità dei ragazzi polacchi.

    Tra due mondi

    La trama racconterà la storia di Marianne, una medium tormentata da spaventose visioni legate all'omicidio di un bambino, che la spingeranno alla ricerca di un passato oscuro. Questa è, in sintesi, la sinossi pubblicata sul sito ufficiale e sulla pagina Steam del prodotto: un racconto all'apparenza semplice ma che sappiamo per certo sarà molto più complesso da decifrare. D'altronde Bloober Team ha sempre raccontato storie mai troppo chiare e che necessitavano di una buona dose di speculazione e grandi capacità di unire i puntini per dar forma all'intreccio narrativo.

    Come ribadito dal producer, ogni produzione passata dello studio ruotava attorno a un tema centrale: Layers of Fear chiedeva quali sacrifici si sarebbe disposti a compiere per la propria famiglia, Observer si interrogava sui confini tra uomo e macchina, Blair Witch imbastiva la vicenda di un ex-poliziotto affetto da stress post traumatico. In The Medium il tema è la dualità: raffigurata con la dicotomia tra morte e vita, con l'esistenza di due piani, la "realtà" e un terribile reame degli incubi. Come dice il nome, la figura del medium rappresenta quindi un tramite tra due mondi, un ruolo che influenzerà sia l'elemento narrativo che quello ludico.

    Marianne sarà dunque in grado di sfruttare i suoi poteri per sondare l'anima delle persone, percepire le loro sensazioni, le loro emozioni. Una capacità che le garantirà grossi vantaggi nel corso delle sue indagini, ma anche un modo per raccontare la storia delle persone, i loro drammi.

    The Medium è ambientato nella Cracovia degli anni ‘80, durante il regime comunista. Un periodo buio per la storia della Polonia e in cui la libertà d'espressione era fortemente limitata: i poteri medianici, dunque, sono anche un ottimo strumento per indagare la dualità degli individui, il loro io pubblico e quello privato.

    Cracovia, tuttavia, non sarà la sola ambientazione. Nel trailer si vede distintamente la Piazza Grande e la basilica gotica - peraltro ben ricostruita - di Santa Maria, e dunque abbiamo un valido motivo per pensare che quei luoghi rivestiranno un ruolo importante, perlomeno nei momenti iniziali dell'avventura. Ma l'ultima parte del video è ambientata in una fatiscente struttura comunista, un hotel abbandonato dove Marianne ha localizzato la "fonte" delle sue visioni e dove, probabilmente, si svolgerà la maggior parte degli eventi.

    Cracovia e l'hotel saranno costantemente intervallati da una dimensione spiritica, che sembra partorita dall'immaginazione del pittore polacco Zdzislaw Beksinski. In quel reame gli edifici sono distorti e corrotti, la realtà assume un colore rossiccio e toni apocalittici. E non è detto che l'apocalisse o l'inferno, intesi in termini cristiani, non avranno un ruolo importante: nei fotogrammi del video e nelle immagini diffuse da Bloober Team si vedono distintamente simboli cristiani, croci ortodosse e una delle scene più suggestive del trailer avviene quando la figura femminile (Marienne?) sta pregando di fronte a un altare. Anche senza lanciarsi troppo in premature speculazioni, si riescono insomma a percepire le potenzialità del nuovo progetto di Bloober.

    Sulle orme di Silent Hill

    I dettagli sul gameplay di The Medium sono molto risicati, tuttavia qualche breve sequenza collocata a fine trailer e le dichiarate ispirazioni a Silent Hill lasciano spazio a supposizioni con buone basi. Chiaramente la dimensione investigativa sarà un nodo centrale dell'esperienza ludica: la necessità di raccogliere informazioni attraverso oggetti e messaggi nascosti negli ambienti verrà quasi certamente mutuata dai precedenti lavori dello studio, ma è quasi certo che i poteri di Marienne consentiranno ulteriori metodi di indagine (scoprire la storia di un cadavere entrandoci in contatto, per esempio).

    Non sappiamo se sarà presente un sistema di combattimento, ma crediamo che, seppure venisse incluso, sarebbe comunque subordinato all'anima esplorativa. Il dettaglio più importante che si viene a scoprire dalla visione del trailer è che per la prima volta lo studio polacco non sfrutterà la telecamera in soggettiva.

    In ogni caso, quella che ci sembra sia stata utilizzata è una soluzione che alterna le inquadrature fisse e in terza persona, in maniera simile a quanto fatto in Silent Hill. La posizione della telecamera nella sala della piscina è troppo bassa, mentre quando Marienne si muove sul ciglio di un precipizio viene invece inquadrata da molto lontano. E situazioni simili si notano poi in ogni altra sequenza con grafica in-game.

    The Medium The Medium è stato uno dei progetti più intriganti dell'Inside Xbox. Il gioco ha ottime premesse, uno stile affascinante e godrà di un accompagnamento musicale in parte curato dal leggendario Akira Yamaoka. Per i polacchi di Bloober Team sarà inoltre l’occasione di raccontare un triste capitolo della storia del loro paese. Un titolo, insomma, di cui non vediamo l’ora di scoprire qualche dettaglio ulteriore, sperando che per il collettivo di Cracovia possa finalmente rappresentare il gioco della piena maturazione.

    Quanto attendi: The Medium

    Hype
    Hype totali: 44
    71%
    nd