Anteprima TOCA Race Driver 2 per Xbox

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco TOCA Race Driver 2 per Xbox - 387

Articolo a cura di
Disponibile per

Sotto a chi TOCA!!

Sin dai tempi dell'uscita su PC e
Playstation, il franchise 'Toca', brand nato dalla mente fervida dei
talentuosi Codemasters, ha esercitato un fascino incredibile tra gli amanti dei
racing game. In un'era già dominata dal capolavoro dei Poliphony e dagli arcade
prodotti da SEGA e NAMCO, si ritornava a correre su circuiti veri, in campionati
reali con vetture fedelmente riprodotte anche nei minimi dettagli. L'aspetto
simulativo/realistico di TOCA, dove per gareggiare era necessario trovare
innanzitutto una scuderia disposta a puntare su di noi e gli sponsor per
finanziare l'iscrizione al campionato, fu proprio uno dei motivi di tale
successo. Race driver 2 eredita tutti i lati positivi mostrati dal suo
predecessore (uscito su tutte le piattaforme qualche anno fa), ampliandone
l'esperienza di gioco grazie alle grande varietà di categorie e circuiti a
nostra disposizione. Ma questo è solo un assaggio di ciò che ci attende in TOCA
Race Driver 2.

Di tutto e di più

Ciò che colpisce maggiormente del titolo Codemasters è, come
già detto, la varietà di mezzi e piste disponibili. Le categorie tra cui
scegliere la propria vettura sono ben quindici, tra cui: - Vetture da turismo:
DTM e V8 Supercars, rispettivamente i prestigiosi campionati tedesco e
australiano, e le Stock Car americane - Ruote scoperte: la divertentissima
Formula Ford, le vetture scuola per giovani piloti e la Open wheel (ex CART
statunitense) - GT: Ford GT 90, la Ferrari Testarossa KOENIGG Se a queste
aggiungiamo le gare tra Convertibili, vetture da Rally/Rally Cross e perfino
camion e pick-up, per un totale di 35 veicoli a disposizione, il divertimento è
assicurato. Il numero di tracciati non è ovviamente da meno, grazie alla
presenza di 41 piste tra inventate e realmente esistenti (Hockeneim, A1 ring,
Brands Hatch, Adria, Vallelunga, la versione corta del Nurburgring, Zandvoort,
Kyalami e tante altre). I circuiti sono, inoltre, divisi per tipologia, il che
renderà più semplice la scelta tra le varie piste classiche, i circuiti
cittadini, gli ovali, il misto sterrato (per il Rally Cross) e così via.
Insomma, finalmente si fa sul serio!

Farsi le
ossa

Esattamente come nel suo predecessore,
in Race Driver 2 la modalità di gioco principale consiste nella carriera. Dopo
un breve prova al volante di una Mercedes DTM, si inizierà a correre nei
campionati minori per raccogliere soldi e sponsor per poter, in seguito,
gareggiare in categorie sempre più difficili. Le figure chiave in Race Driver 2
sono essenzialmente tre: il team manager, che ci suggerirà in più di
un'occasione la strada migliore da intraprendere, un esperto di 'marketing'
che ci aiuterà a promuovere la nostra immagine in tutto il mondo, una
giornalista che documenterà le nostre imprese e ci aiuterà nella scalata alla
celebrità. Per raggiungere i nostri scopi sarà necessario espletare i compiti
che ci verranno affidati di volta in volta, tra cui raccogliere un determinato
numero di premi, vincere un campionato, ottenere un posizionamento oppure
tallonare un avversario specifico. In base a quanto annunciato da Codemasters
sarà possibile trovare alleati o crearsi delle inimicizie, a seconda della
nostra condotta di gara (un perfezionamento di quanto era già stato introdotto
nel primo Race Driver). Sebbene nella maggior parte dei casi ci sarà sempre e
solo un'unica strada da seguire, occasionalmente sarà, invece, possibile
scegliere a quale campionato partecipare e la sequenza degli obiettivi. I
filmati sono divertenti e di buona fattura, con una recitazione ottima e la
completa localizzazione in Italiano. Oltre alla modalità carriera ci sarà, ad
ogni modo, la possibilità di disputare gare e campionati singolarmente, a patto
di aver sbloccato tracciati e categorie nella modalità carriera, oltre al più
classico dei time attack.

Al volante

Il modello di guida di Race Driver 2 sarà
molto simile a quello del suo predecessore, ovvero una via di mezzo tra arcade e
simulazione. Non sarà, quindi, possibile modificare le auto nelle regolazioni e
nelle componenti, ma al volante la sensazione è di realismo assoluto. Per
gestire frenate e accelerazioni senza andare fuori pista oppure in testacoda
sarà necessaria la dovuta attenzione, ma alla fine verremo ripagati dalla
possibilità di fare staccate al limite o superbi controlli in accelerazione, che
ci permetteranno di tener testa anche agli avversari piu' forti. Purtroppo gli
speronamenti ed il taglio delle chicane non saranno punite dalla direzione di
gara (praticamente assente per quanto mostrato finora), ma in alcune situazioni
si correrà il rischio di danneggiare seriamente la propria vettura. Cosa molto
importante nel gioco è, infatti, il sistema dei danni, che Codemasters sbandiera
come uno dei più innovativi. Le collisioni con gli altri veicoli o le barriere
dei circuiti porteranno la nostra vettura a subire danni sia nella carrozzeria
(ammaccature, pezzi che volano via) che nella meccanica (sarà possibile
danneggiare sospensioni, cambio, motore etc.). In alcune situazioni riusciremo a
terminare la gara semplicemente difendendoci dagli attacchi avversari che
vorranno trarre vantaggio dalla perdita di performance della nostra vettura, in
altre invece saremo costretti al ritiro. Sarà, quindi, indispensabile ridurre al
minimo gli errori in gara. L'intelligenza artificiale è, a detta di
Codemasters, proprio uno dei punti forza di Race Driver 2. I piloti migliori
cercheranno di ostacolarci in ogni modo, e spesso solo una condotta ineccepibile
ci porterà alla vittoria. Il comportamento delle vetture avversarie in gara non
si ridurrà al solito trenito sulla scia ideale, ma in ogni momento ognuno dei
piloti avversari cercherà di sopravanzare gli altri con metodi più o meno
leciti. Vetture di categorie diverse presenteranno differenti modelli di guida,
con un'evidente diversificazione dei parametri di peso, aderenza, potenza e
velocità, grazie anche all'esperienza maturata nello sviluppo di altri racing
game di successo, quali ad esempio la serie Colin McRae Rally.

Il motore grafico

Previsto
esclusivamente per Xbox e PC, Toca Race Driver 2 presenta un comparto grafico
molto più pulito e gradevole rispetto al capitolo precedente, con qualche nuovo
effetto grafico come ad esempio i riflessi del sole sulle auto, il tutto ad un
frame rate stabile a 60 frame al secondo (si verificano dei cali solo nella
modalità in split-screen). I modelli delle macchine sono discretamente
realizzati e le piste davvero belle. Sebbene il numero dei poligoni sia più
basso rispetto a titoli come Project Gotham Racing 2 e Racing Evoluzione, Toca
Race Driver 2 presenta d'altro canto una fluidità davvero insuperabile ed un
magistrale uso dei colori. Decisamente meno riusciti, invece, i circuiti
cittadini che risultano poco ispirati. Complessivamente Toca Race Driver 2 è
appagante dal punto di vista grafico, e la possibilità di avere 21 auto che
gareggiano simultaneamente sul medesimo tracciato è sicuramente esaltante.

In compagnia è ancora
meglio

La
modalità multiplayer di Race Driver 2 sembra essere all'altezza della
situazione, grazie al pieno supporto per il servizio Xbox Live! (oltre ai
canonici system link e split-screen) fino a 12 giocatori nelle sfide online. Una
delle novità più importanti risiede nella possibilità di disputare veri e propri
campionati, con tanto di graduatorie con i tempi migliori, ed esattamente come
in Project Gotham Racing 2 sarà possibile gareggiare esclusivamente sui circuiti
sbloccati nella modalità carriera di chi crea la partita.

Concludendo

Toca Race Driver 2
sembra avere le carte in regola per diventare un grandissimo gioco nel suo
genere, grazie ad un'interessante modalità in single player ed il gioco online
su Xbox Live!. Se le premesse saranno rispettate lo sapremo solo il 23 Aprile
2004, quando il gioco arriverà sugli scaffali di tutti i negozi. Da parte mia
non vedo davvero l'ora.

Quanto attendi: Race Driver 2

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd

Altri contenuti per Race Driver 2