Anteprima Tomb Rider: The Angel of Darkness

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Tomb Rider: The Angel of Darkness - 783

Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS2
  • N-Gage
  • Pc
  • Tomb Rider: Storia di un Mito

    Era il 1996 quando Core Design decise di irrompere sul mercato con un prodotto innovativo, un action adventure in terza persona avente come protagonsita la versione femminile di Indiana Jones.
    All'epoca pensarono che un prodotto di quel tipo avrebbe potuto avere un discreto successo, inutile dire le loro previsioni furono errate e il fenomeno Tomb Raider si scatenò in modo impensabile, il 1996 fu l'anno in cui nacque il mito di Lara Croft.
    Core Design è riuscita a creare un personaggio talmente perfetto da farlo diventare "vivo", portando Lara sulle copertine delle più prestigiose riviste fino al grande schermo con un film "mediocre" ma con una grande Angelina Jolie nei panni della signorina Croft.
    Dal 1996 ad oggi sono usciti ben 5 episodi della serie Tomb Raider, ma mentre il primo si poteva considerare un gioco veramente innovativo, gli ultimi quattro non hanno fatto altro che confermare la strategia di Eidos decisa a sfruttare il successo di Lara senza sforzarsi troppo nel migiorare il capitolo originale.
    Gli ultimi Tomb Raider sono quindi banali data-disk decisamente poco riusciti, e nonostante le riviste e i siti specializzati non lo abbiano mai nascosto ai giocatori, il successo della serie non è mai calato e ad ogni nuova uscita siamo sempre pronti a capire se questa è la "volta buona".
    Dopo sette anni dall'unico Tomb Raider degno di questo nome, Lara si merita un gioco alla sua altezza ed è probabile che la Playstation 2 sia pronta a regalarglelo.

    Evoluzione o Rivoluzione?

    Finito il tempo dei ricordi è giunto il momento di svelarvi cosa stanno realizzando i ragazzi della Core Design per il sesto capitolo della serie, il primo su Playstation 2 e forse il vero seguito del Tomb Raider originale.
    Le novità presenti saranno tantissime, Adrian Smith direttore operativo di Core Design ha detto senza mezzi termini che sarebbe stato semplice per loro realizzare l'ennesima versione del gioco migliorandone solo l'aspetto grafico, ma avrebbero rischiato il linciaggio da parte dei fans.
    Si è quindi deciso di dare un deciso taglio con il passato tanto che per buona parte del tempo sarà difficile credere di stare giocando con un episodio di Tomb Raider.
    L'avventura è divisa in tre distinti tronconi, ognuno con un suo preciso gameplay, che proporrà tre modi differenti di approcciare il gioco.

    La prima parte è sicuramente la più "sperimentale", seguendo gli sviluppi della trama Lara verrà accusata dell'omicidio del suo mentore Von Croy e dovrà riuscire a dimostrare la sua innocenza.
    Questa fase del gioco può essere vista come una misto di avventura pura con elementi di RPG ed un pizzico di Metal Gear Solid.
    Infatti Lara sarà completamente disarmata e dovrà interagire con numerosi personaggi per trovare la giusta strada da percorre, inutile dire che essendo priva delle sue inseparabili pistole dovrà nascondersi nell'ombra, sbirciare dierto i muri per controllare la presenza di guardie e attaccare alle spalle per non farsi sommergere da una raffica di piombo.
    L'interazione con i personaggi porterà il giocatore a fare precise scelte morali che cambieranno il proseguio del gioco, e che danno un idea della veste decisamente più adulta del nuovo Tomb Raider.
    Suggestive le parole di Adrian Smith in merito all'atmosfera che si è voluta ricreare per questo gioco: "La nostra visione consiste nel portare il giocatore in un luogo oscuro, un luogo che potrebbero non voler visitare di persona, ma un luogo che saranno disposti a esplorare se vorranno riportare indietro Lara sana e salva".

    La seconda parte del gioco ci riporterà nell'atmosfera tipica dei capitoli precedenti, enormi livelli esplorati attraverso moltissimi salti e capriole. Cambiare era obbligatorio ma era anche necessario dare ai fans qualcosa che facesse ricordare loro il classico gameplay della serie per non disorientarli troppo.
    In questa parte di goco visiteremo le strade di Praga e Parigi, potremo inoltre ammirare la sontuosità del nuovo motore grafico capace di gestire i movimenti di una Lara Croft costituita da 5000 poligoni, contro i 500 delle precedenti versioni.
    Aumentati anche il numero di movimenti che Lara potrà compiere, saranno ben 150.

    La terza parte rivelerà altre sorprese, una di queste è un personaggio che potrete controllare e che si sostituirà a Lara per un periodo dell'avventura ed ha un nome ed un cognome: Kurtis Trent.
    Kurtis offrirà un gameplay differente dal solito, lui è il braccio, Lara la mente, è un personaggio portato all'azione ad essere in prima linea ed è quindi evidente che questa parte sarà incentrata più sull'azione che sull'esplorazione.
    Chi sia Kurtis e che cosa abbia a che fare con Lara lo scoprirete giocando a "The Angel of Darkness".

    "The Angel of Darkness" sarà inoltre il primo di 10 capitoli di un libro che verrà svelato nel corso dei prossimi 3 o 4 capitoli della serie Tomb Raider, parte del mistero sarà rivelato al prossimo E3 di Los Angeles
    Le speranze di respirare un po di novità intorno alla serie videludica più famosa degli ultimi anni sono più che buone, ma la prova sul campo sarà determinante come sempre.

    Che voto dai a: Tomb Raider 6: The Angel of Darkness

    Media Voto Utenti
    Voti: 48
    6
    nd