Anteprima Tony Hawk Underground

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Tony Hawk Underground - 1037

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Gba
  • Xbox
  • NGC
  • Un marchio di successo

    Indubbiamente un marchio di successo, quello realizzato da Activision in questi ultimi anni; che per certi versi ha oggi bisogno di sentir arrivare una piacevole ventata di freschezza, degno rinnovamento di una delle serie più famose iniziate su PsOne, che tutt'oggi continua con già due ottimi capitoli su Ps2. Tony Hawk Pro Skater, da ormai quattro capitoli, ci fa rivivere le gesta e le trick dei più bravi skater del mondo, in paesaggi che con il passare del tempo sono diventati vere e proprie città totalmente esplorabili, nelle quali non dovevamo più completare un dato obbiettivo per poter proseguire, ma semplicemente eravamo noi a decidere cosa fare e cosa non fare, completamente liberi di vagare sullo skate per ore ed ore solo per il gusto di visitare gli angoli più remoti delle complesse metropoli. Ad un anno di distanza dall’uscita di Tony Hawk Pro Skater 4, Activision, in uno stand enorme molto simile ad un half pipe, ha reso disponibile un intero livello del tanto atteso Tony Hawk Underground: un titolo che si pone l’obbiettivo di rinnovare una serie altrimenti eccessivamente ripetitiva e non più sufficientemente intrigante per l’utenza.

    Tony Hawk cambia faccia (e gameplay)

    L’obiettivo principale dei programmatori è quello di inserire una tale quantità di nuove feature in modo da invogliare anche il videogiocatore più esigente a provare l’immensa libertà d’azione che Tony Hawk Underground vuole offrire. I livelli di gioco non sono più piccole aree, come quelle già apprezzate nei due precedenti capitoli, ma di interi quartieri creati appositamente per soddisfare la nostra voglia di tricks e combinazioni all’ultimo salto. E se davanti a tanto spazio tutto da esplorare qualcuno si ponesse il dubbio che tale feature possa rivelarsi una caratteristica atta a compensare la generale carenza di longevità, posso affermare con certezza che questo capitolo si rivelerà estremamente complesso e di lunga durata, visto che le “quest” che saremo chiamati a portare a termine saranno più articolate di quelle preparate nel precedente capitolo. Se ciò non bastasse i programmatori hanno anche anticipato in via ufficiale la possibilità di condurre un veicolo per brevi tratti stradali in modo da poter raggiungere locazioni altrimenti difficilmente raggiungibili a bordo di una tavola oppure, per coloro i quali desiderino esplorare ed ammirare la complessità e lo stile architettonico delle varie zone di gioco sarà implementata una particolare funzione insolita per un gioco di skateboard: il nostro alter ego, infatti, con la semplice pressione di un tasto potrà scendere dalla tavola ed aggirarsi bel bello per gli scenari senza doversi preoccupare di nulla! Non è stato fatto alcun accenno alla possibilità di visitare anche gli interni degli edifici, ma l’esperienza insegna che i progetti fino ad ora troppo ambiziosi non hanno portato, salvo alcuni rarissimi casi, a prodotti qualitativamente pregevoli.
    T.H.U.G. si baserà sul motore di gioco del precedente capitolo in una versione perfezionata e resa più versatile: principalmente per quanto riguarda una migliore gestione delle innumerevoli strutture poligonali presenti su schermo, ma anche per quanto concerne l’oramai apprezzatissimo sistema di costruzione dei propri skate park. L’ottimizzazione nella gestione delle strutture che potremo personalizzare fino all’inverosimile (si parla, per gli appassionati, della possibilità di disegnare e personalizzare le texture delle superfici ed inserirle nei propri progetti) ha raggiunto livelli impressionanti, con una tale quantità di opzioni disponibili che, devo ammettere, ad una prima occhiata lasciano alquanto spiazzato il giocatore.
    Inutile dire che particolare occhio di riguardo sarà posto nella realizzazione della colonna sonora, aspetto tecnico della serie Tony Hawk che non ha mai deluso ma, anzi, ha sempre settato ottimi standard qualitativi ed ultimamente, grazie al supporto Dvd, quantitativi.
    I programmatori hanno assicurato anche la presenza del supporto on-line, anche se le modalità di gioco e le caratteristiche del servizio saranno stabilite entro un paio di settimane (restate in attesa per ulteriori notizie).

    Conclusione

    In conclusione, nonostante non si sappia ancora molto su questo nuovo capitolo della serie targata Activision, le premesse perché il gioco si imponga come l’ennesimo punto di riferimento per le future produzioni ci sono tutte. Rimane da verificare se le aggiunte studiate dai programmatori per portare una piacevole ventata di freschezza in una serie oltremodo ripetitiva si riveleranno superflue ai fini del gameplay o saranno implementate in maniera intelligente. Non mi resta che ricordare che il gioco è previsto per il 23 di Ottobre negli Stati Uniti e, se per l’adattamento al mercato pal Activision non troverà nuovi metodi di conversione, prima della fine del mese di Novembre non potremo scorrazzare anche noi per le locazioni di questo nuovo Underground. Rimanete quindi sintonizzati su Play2Eye per nuove news direttamente dal continente americano.

    Che voto dai a: Tony Hawk's Underground

    Media Voto Utenti
    Voti: 19
    7.7
    nd