E3 2021

Trek to Yomi: un action 2D in bianco e nero stile Ghost of Tsushima

Devolver Digital presenta un nuovo gioco d'azione 2D ispirato a Ghost of Tsushima e alle opere di Akira Kurosawa.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • L'annuale appuntamento con Devolver Digital è di quelli che lascia sempre un sorriso stampato sulla bocca. Mezz'ora di clip al limite della follia, ironia e autoironia, trovate dialettiche che mettono a nudo il linguaggio istituzionale delle grandi aziende: il publisher americano è maestro nel farsi pubblicità. La conferenza Devolver è al di là di tutto un appuntamento comunicativo importante per conoscere alcuni progetti della lineup non ancora annunciati, un esempio è Trek to Yomi, un'esperienza interattiva ispirata al cinema giapponese degli anni ‘50 e ‘60 co-creata da Leonard Menchiari, già autore di RIOT: Civil Unrest (ecco la nostra prova di Riot Civil Unrest), e Flying Wild Hog, team polacco che ha sviluppato i moderni Shadow Warrior e Hard Reset.

    Un viaggio nella terra dei morti

    In giapponese Yomi è la parola per la terra dei morti, una terra che non assomiglia all'ideale cristiano del paradiso: è oscura e cupa. Il "Trek to Yomi", letteralmente il viaggio a Yomi, è quello che deve compiere il protagonista del gioco, lo spadaccino Hiroki, il quale ha giurato al maestro in punto di morte che avrebbe protetto il suo villaggio contro qualsiasi minaccia.

    "Faccia a faccia con la tragedia e vincolato al dovere" - si legge sulla pagina Steam - "il samurai solitario deve viaggiare attraverso la vita e la morte per affrontare se stesso e decidere il suo percorso". Il gioco ripropone l'ideale romantico del samurai, quello di un uomo d'onore, la cui vita è guidata dal codice del Bushido. L'ispirazione al cinema giapponese di metà secolo scorso è evidente per la scelta di colori in bianco e nero e per l'impostazione scenica di alcuni combattimenti, di cui si vede traccia nel breve trailer d'annuncio. La telecamera è piazzata su uno dei fianchi del protagonista e generalmente gli spostamenti sono da sinistra verso destra. Diciamo generalmente, perché sulla pagina di Steam c'è scritto che ci saranno "angolazioni di camera mozzafiato ed effetti visivi sorprendenti nello spirito dei classici film sui samurai per creare una vera esperienza cinematica". Insomma, ci si può aspettare una camera dinamica e che non sarà relegata esclusivamente all'asse orizzontale (nel video d'annuncio se ne vede qualche esempio nei primi secondi).

    Sempre sulla pagina Steam si legge che si combatteranno "feroci spadaccini e esseri sovrannaturali con un sistema di combattimento snello incentrato sulle armi tradizionali dei samurai". Oltre alla katana che si vede nel trailer, potrebbero quindi esserci armi storicamente molto più legate ai samurai, come l'arco yumi o la yari (un tipo di lancia).

    A proposito della storyline è riportato che si racconterà "l'avvincente storia di Hiroki durante la sua caduta contro le forze del male e il suo eroico ritorno per mantenere la promessa infranta di salvare le persone che aveva giurato di proteggere". Hiroki è morto, ha fallito il suo compito e deve tornare dall'aldilà per far fede alle parole pronunciate al maestro moribondo. Facile immaginare che si tratterà di un racconto di vendetta e riscatto: un samurai disonorato sulla via di acquisire di nuovo l'onore perduto.

    Infine si legge che "gli emozionanti momenti d'azione e quelli più cupi sono contrapposti a una colonna sonora memorabile progettata per sembrare autentica nel tempo e nel luogo del Giappone feudale". La scheda di Steam si conclude qui, ma vogliamo citare qualche altro dettaglio che potrebbe risultare interessante. In primo luogo la localizzazione non sarà purtroppo disponibile in lingua italiana (immaginiamo comunque che i dialoghi non saranno così corposi) e il doppiaggio sarà esclusivamente in lingua giapponese, una scelta secondo noi azzeccata e che gioca a favore dell'autenticità dell'ambientazione.

    L'uscita, in ultimo, è prevista su PS4, Xbox One, PlayStation 5, Xbox Serie X/S e PC nel 2022. Speriamo di scoprire qualcosa in più su Trek to Yomi nella seconda metà di quest'anno, ma intanto chi è appassionato del samurai romantico e cinematografico, del Giappone feudale o di tutte queste cose messe assieme, può aggiungere il gioco alla lista dei progetti sotto osservazione. E non dimenticatevi di seguirci su queste pagine, poiché ci sarà sicuramente modo di tornare a parlare di Trek to Yomi in futuro.

    Che voto dai a: Trek To Yomi

    Media Voto Utenti
    Voti: 21
    7.3
    nd