Anteprima Ultima X

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Ultima X - 1517

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Non c'è nove senza dieci!

    Ebbene sì, il sequel Ultima sembra non morire mai: nel corso di quest'anno prepariamoci a giocare per la quindicesima volta o giù di lì (contanto tutti gli episodi) ad una nuova avventura targata Origin. I maligni parlano di un clone del predecessore, mentre i seguaci di Lord British dicono che sarà il gioco dell'anno. In effetti il numero dieci dopo il blasonato nome "Ultima" invia strani presagi...forza alzi la mano chi di voi non l'ha pensato.
    La storia ambientata nell'amata Britannia sembrava, a detta di tutti, finita dopo il flop di “ultima 9 Ascension” ed invece ci ritroviamo ancora una volta a parlare dell'Avatar e del Guardian.


    La creazione di Richard Garriot (aka Lord British) credo non abbia bisogno di presentazione: trattasi di una delle più vecchie e vendute saghe di RPG (Role Playing Gme) per computer. Ma gli anni 80 sono lontani e di acqua sotto i ponti ne è passata, in questi 4 lustri abbiamo visto nascere tanti altri giochi di ruolo; gli avversari sono diventati sempre più agguerriti ed hanno sfornato titoli di assoluto livello. Software house come la Blizzard (Diablo) e la Black Isle (Baldur's Gate) sono rivali di tutto rispetto per Lord British e la sua Origin. Con l'uscita di “Ultima X Odissey” la Origin (supportata dal colosso Electronics Arts) vuole rinverdire i fasti di un tempo e riprendersi lo scettro di miglior gioco RPG. Riuscirà nell'impresa?

    Andiamo con ordine

    Dal punto di vista squisitamente tecnico questa volta quelli della Origin non hanno voluto aver problemi e si sono affidati all'engine 3D di unreal che assicura il miglior compromesso tra qualità del rendering, velocità e flessibilità. I veri intenditori di grafica 3D potranno sindacare sul fatto che oggi giorno l'engine di unreal non è il migiore che c'è sulla piazza anche in merito di giochi online, questo però ha permesso agli sviluppatori di concentrare i loro sforzi sul gioco vero e proprio, che in un rpg è la cosa più importante.
    L'ambiente di gioco ed i paesaggi sono ben fatti ed accoglienti: il livello di rendering e il numero di poligoni dei personaggi è tale da non appesantire troppo le risorse del nostro computer, trasmettendo al giocatore una buona sensazione di fluidità nelle animazioni e di qualità di dettaglio. Tutto questo grazie all'engine grafico di unreal che risulta essere stata proprio una buona scelta. Brava Origin!

    Giochiamo?

    Chi si accinge ad acquistare un gioco del genere non si può accontentare di una buona grafica ma vuole che l'esperienza di gioco sia affascinante e la storia deve saper trasporatare il giocatore in un mondo fantastico nel vero senso della parola. Dal punto di vista della storia nessuna novità: noi siamo il bene e lottiamo contro il male e lungo il tragitto troveremo amici e nemici...vi aspettavate qualcosa di diverso? Per contro l'esperienza accomulata negli anni dal team di sviluppo ha permesso loro di maturare una profonda conoscenza dei gusti dei videogiocatori e delle problematiche che spesso emergono durante le fasi di gioco più intenso (...e ci mancherebbe altro dopo dieci episodi). Lo stile di gioco è notevolmente cambiato: tutto gira attorno ai combattimenti in tempo reale, alla velocità d'azione e d'esecuzione del gioco. Gli spostamenti all'interno dei paesaggi saranno resi più rapidi grazie all'uso di portali ed anche il sistema magico sarà in tempo reale...insomma in UXO le parole d'ordini saranno azione e velocità.


    Tutto questo è novità nel mondo Ultima ma nasce spontaneo fare paragoni con altri giochi che di queste caratteristiche ne hanno fatto un cavallo di battaglia: sto parlando di Diablo e di Dangeon Siege. La vera novità in senso assoluto è la privatizzazione dei quest: quando un personaggio ci offrirà una missione da compiere questa non sarà la stessa per tutti i giocatori, ma ogni giocatore o gruppo avrà il suo quest personale da completare. Questa è una interessante soluzione proposta da Origin ad un problema spesso riscontrato dai giocatori online: arrivare nella stanza del cattivo di turno e trovarsi di fronte un'orda di altri giocatori in attesa del respawn del malvagio per poterlo ri-uccidere per avere i punti tanto agogniati.
    Altra novità degna di nota è una friend list “evoluta”. Per i pochi che non lo sanno una friend list è la lista dei nostri compagni di gioco preferiti ed è una classica funzione riscontrabile nella maggior parte dei RPG online. La novità che ha voluto introdurre la Origin è l'aggiunta di un menù per eseguire le azioni più comuni senza avere per forza l'amico vicino. Insomma una maggiore flessibilità e comodità di gioco.

    Tiriamo le somme

    Molti parlano di capolavoro, soprattutto gli addetti stampa della electronics arts. Che dire, le premesse per un gran gioco ci sono tutte: il team di sviluppo è uno dei migliori e dopo ultima 9 c'è stata l'esperienza di ultima online a ridare credibilità al gruppo. La senzazione è che il gioco sarà un ibrido di ultima online e Diablo cioè molta cura di funzionalità specifiche per la rete e tanta azione e combattimento. Non so se considerare questa cosa un pregio o un difetto, vero è che di giochi rpg in giro ce ne sono tanti, alcuni fatti molto bene. Insomma la curiosità è tanta e non ci resta che aspettare una versione definitiva.
    Alla prossima.

    Quanto attendi: Ultima X: Odyssey

    Hype
    Hype totali: 3
    70%
    nd