Anteprima Uncharted: Golden Abyss

Nuovi dettagli sulla prima avventura portatile di Nathan Drake

anteprima Uncharted: Golden Abyss
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PSVita
Lorenzo Lorenzo "Kobe" Fazio ama il basket, o per meglio dire i Los Angeles Lakers, l’Hip Hop e il teatro. Dopo aver rincorso la carriera del finto regista, dal 2007 si spaccia anche per finto esperto di videogiochi scrivendo su Everyeye.it. Lo appassionano le belle storie e gli stili visivi ricercati. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

L’arrivo di un Uncharted portatile era solo questione di tempo. In pochi comunque, si sarebbero immaginati che si sarebbe trattato di uno dei titoli di punta della console che presto subentrerà all’ormai vetusta e stanca PSP. Dopo un primo e fugace first look, la nuova avventura di Nathan Drake, sottotitolata Golden Abyss, torna a far parlare di sé. In attesa di un hands-on che arriverà dopo l’apertura dello showfloor dell’E3, abbiamo ricevuto numerose informazioni per lo più incentrate sull’aspetto più discusso dell’intero progetto: l’adattabilità al sistema input dell’NGP.

Touch-screen, accelerometri e analogici nella giungla

Temporalmente Golden Abyss si posiziona prima degli eventi narrati in Drake’s Fortune. Tuttavia gli sviluppatori ci tengono a specificare che non si tratterà di un prequel, ma di una sorta di spin-off. Il perché di una simile volontà a specificare la natura di questo episodio è parzialmente un mistero: del resto perché voler creare una linea divisoria, quando la prima cosa che balza all’occhio è l’assoluta similarità in termini stilistici e meramente grafici con i capitoli regolari usciti su PS3? Sì, perché nonostante ci siamo già soffermati su quest’aspetto, è impossibile non restare nuovamente affascinati e attratti dal look sfoggiato da questo capitolo portatile. Complice l’ambientazione jungle sfoggiata nella demo, si fa fatica a distinguerlo dal capostipite della saga. Certo, qualche texture tradisce un po’ troppo l’illusione, ma il colpo d’occhio è impressionante, senza contare il modello poligonale di Drake, davvero simile a quello visto in azione sull’ammiraglia Sony.
Tralasciando l’evidente potenza di calcolo dell’NGP, Golden Abyss sarà in grado anche di mettere in evidenza l’altra caratteristica principale del portatile: il suo sistema di input. Come noto non solo potrete contare sugli accelerometri e due analogici, ma saranno anche presenti altrettanti touch-screen: uno frontale, l’altro posto sul dorso della console. Come sfruttare al meglio tutto ciò, in un gioco pretenzioso in termini di controlli, come può essere un Uncharted?
Poco a sorpresa i due analogici serviranno per muovere l’avatar e la telecamera attorno a lui. Diverso il discorso per tutta una serie di azioni che, sebbene possano anche essere svolte ricorrendo ai canonici pulsanti frontali, sfruttano in modo intelligente i due schermi sensibili al tocco.
Prendiamo come primo esempio tutti quegli elementi dello scenario con cui è possibile interagire. Raccogliere le munizioni lasciate dai nemici è questione di un rapido tocco, così come arrampicarsi aggrappandosi da una sporgenza all’altra. Indubbiamente questa caratteristica non rivoluzionerà di certo il modo di intendere e giocare Uncharted, ma è indubbio che renda l’azione molto più fluida, senza il dubbio di lasciare a discrezione della CPU il compito di raccogliere un oggetto piuttosto che un altro o di aggrapparsi alla roccia sbagliata.
Interessante poi l’interazione con le tante liane che incontrerete lungo il cammino. Se per ondeggiare dovrete fisicamente spostare la console avanti e indietro, un tocco vi sarà più che sufficiente per zompare oltre l’ostacolo. Se invece vorrete arrampicarvi dovrete far scorrere velocemente le dita sullo schermo tattile posteriore, mimando, alla lontana, i gesti di Nathan. Questo sistema, che può tranquillamente essere sostituito dai pulsanti e dall’analogico, rende le cose più sfiziose e intriganti. Inoltre si avrà la netta sensazione di avere un controllo più diretto sull’avatar.
Anche il lancio delle granate potrà essere gestito tramite touch-screen. Toccando la relativa icona sullo schermo, trascinando il dito nel punto indicato, potrete effettuare un lancio quasi perfetto, evitando la scocciatura di dosare la forza e di calcolare la traiettoria.
Non vi basta? Quando imbraccerete il fucile da cecchino per mirare la testa di un avversario non dovrete sfruttare croci direzionali, né analogici. Console tra le mani, dovrete fisicamente muoverla in tutte le direzioni, come se si trattasse di una macchina fotografica, in cerca della traiettoria agognata. Per aumentare o diminuire lo zoom dovrete poi tornare a sfruttare nuovamente il touch-screen posteriore. Il sistema è sicuramente sfizioso, anche se a detta stessa degli sviluppatori deve ancora essere perfezionato: in certi casi si dimostra fin troppo sensibile, in altri si fa fatica a muovere il mirino come si vorrebbe.
Come già anticipato, la maggior parte delle azioni sopra descritte potranno essere svolte anche sfruttando i pulsanti frontali della console. Questo perché la software house responsabile del progetto ci tiene a non alienare eccessivamente e brutalmente i giocatori restii alle novità introdotte da Sony nella sua nuova console. Non a caso durante le fasi di combattimento, se si esclude il fucile da cecchino, tutte le armi e le mosse corpo a corpo sfrutteranno un sistema di controllo estremamente simile a quello visto in azione nei due capitoli usciti su PS3.

Uncharted: Golden Abyss Golden Abyss continua a darci l’impressione di un titolo sviluppato con una chiara filosofia alle spalle: offrire lo stesso divertimento provato su PS3, ma arricchendolo con un sistema di controllo largamente facoltativo, ma comunque presente ed innovativo. Dopo questa nuova carrellata di informazioni, siamo ancora più impazienti di mettere le mani a una demo del gioco. Se anche voi siete curiosi di sapere come si comporta realmente Golden Abyss, tenete sott’occhio la home page di Everyeye nei prossimi giorni: appena possibile il nostro staff vi fornirà un dettagliato e interessantissimo hands-on con tutte le impressioni del caso.

Che voto dai a: Uncharted: Golden Abyss

Media Voto Utenti
Voti: 90
8.4
nd