PS Experience 2016

Uncharted The Lost Legacy: prima espansione single player del gioco Naughty Dog

Sul palco del PlayStation Experience, Naughty Dog annuncia The Lost Legacy, DLC standalone di Uncharted 4 con protagonista Chloe Frazer.

Uncharted The Lost Legacy: prima espansione single player del gioco Naughty Dog
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • «Ammettilo: ti mancherà questo culo» sussurrava con fare provocatorio la bellissima Chloe Frazer alla fine di Uncharted 2, dinanzi allo sguardo ancora ammaliato di Nathan Drake. Da quel momento in poi, la sensuale avventuriera avrebbe lasciato il posto a Elena Fisher nel cuore (e nel letto) del protagonista. Chloe è un personaggio grintoso ed energico, che non ha alcuna remora nello sfruttare qualsiasi strumento a sua disposizione per raggiungere il proprio obiettivo, dalle armi da fuoco al fisico mozzafiato: una donna dalla dubbia moralità, ma dall'indiscutibile fascino carnale e passionale, un carisma che la ben più "candida" Elena, pur nella sua tosta e ardente dolcezza, non riesce del tutto ad eguagliare. Per Chloe, nella narrativa un po' malinconica di Uncharted 4, ovviamente, non c'era spazio. E quindi sì, ammettiamolo: abbiamo sentito la mancanza della sua chioma corvina, dei suoi occhi brillanti, della sua voce suadente. Considerando che Fine di un ladro rappresenta l'ultimo capitolo della saga, ci eravamo quindi messi l'anima in pace, consapevoli che non l'avremmo mai più rivista. Almeno finché, in apertura della magnifica conferenza del PlayStation Experience 2016, un lunghissimo e splendido trailer non ci ha lasciato di stucco: Chloe Frazer è infatti la protagonista di The Lost Legacy: primo e (forse) unico DLC singleplayer della serie firmata Naughty Dog.

    "Dovresti fare l'eroina più spesso: ti si addice"

    Un panorama stellato, qualche scintilla di un fuoco appena estinto ed un vicolo lercio e diroccato ci introducono subito nel vivo dell'azione: l'architettura di origine chiaramente indiana ci fornisce un primo, succulento indizio sul luogo in cui una elegante figura femminile, vestita di un rosso sgargiante che spicca nel grigiore smorto dell'ambiente, si muove con accurata circospezione. La zona è infatti stretta nel pugno di ferro di un regime paramilitare che non si fa scrupoli nel sottomettere la popolazione locale con metodi brutali, lasciando i cadaveri a marcire lungo le strade polverose. Il viso della nostra protagonista è inizialmente coperto da un velo che lascia intravedere solo il dettaglio degli occhi, contornati da una massiccia dose di mascara (esattamente quella cui Chloe ci ha da sempre abituato): la donna deve incontrare un misterioso complice sul tetto di un edificio, e per raggiungerlo è costretta a superare in incognito alcuni posti di blocco. Una volta in cima, però, viene sorpresa da un gruppo di soldati: è in questo frangente che scopriamo l'abilità combattiva della nostra eroina, la quale, con movenze fluidissime e feline, si libera dalle grinfie dei suoi assalitori. Nell'istante in cui sta per essere sopraffatta, tuttavia, in suo aiuto sopraggiunge anche un'altra donna, forse persino più aggressiva e feroce di lei. Quando la regia virtuale indugia sul riconoscibilissimo volto di Nadine Ross, uno degli antagonisti di Uncharted 4, i dubbi della platea iniziano a dileguarsi: poco dopo, infatti, Chloe Frazer rimuove il velo che ne celava l'identità, e mostra al pubblico il suo ammiccante sguardo predatorio. The Lost Legacy è nato come un semplice DLC, ma in realtà, durante il processo di sviluppo, è cresciuto a tal punto da divenire una vera e propria esperienza aggiuntiva standalone, che si sorregge - letteralmente - sulle sue gambe, senza vincolanti legami con l'avventura principale. L'espansione sarà quindi parecchio più grande e corposa di Left Behind, benché - com'era prevedibile - non raggiungerà certo l'estensione della storyline del gioco principale.

    L'aver unito due figure come Nadine e Chloe è stata una mossa ardita e intelligente da parte di Naughty Dog: due donne dal carattere indipendente e risoluto, che esprimono tuttavia un diverso tipo di femminilità. Da un lato la mercenaria Nadine, fredda, glaciale, quasi più "virile" di Nathan, e dall'altro la cacciatrice di tesori Chloe, erotica, seducente, stuzzicante: entrambe sono accomunate dal medesimo senso di opportunismo, dal fiuto per il denaro, dalle grandi capacità di autodifesa. Una "strana coppia", insomma, meno omogenea di Sully e Drake, ma forse più stimolante e aperta ad interessanti sviluppi narrativi: a quanto sembra, del resto, The Lost Legacy esplorerà proprio il rapporto di amicizia e complicità tra le protagoniste, nonché le sfumature emotive dell'animo di Chloe, i cambiamenti della sua personalità e la sua crescita interiore. Se Naughty Dog ha scelto di porre al centro della scena un "semplice" comprimario del secondo capitolo, allora, questo significa che la ragazza possiede una storia (non solo avventurosa, ma altresì intima e psicologica) che merita di essere raccontata. Nonostante la presenza di una compagna di peripezie e il legame che si creerà con lei, il fulcro della narrativa resterà comunque l'ardimentosa Frazer, mentre Nadine interpreterà, anche sul fronte del gameplay, il ruolo che fu di Sully negli episodi canonici.

    E dal punto di vista strettamente ludico, inoltre, non neghiamo che il trailer ci abbia un po' sorpresi e spiazzati: lo stile di gioco, il taglio dell'inquadratura e il mood dell'atmosfera si distanziano notevolmente da quelli tipici della serie Uncharted. Nel video, Chloe si muove lentamente, cercando di nascondersi alla vista dei nemici, in luoghi stretti e ben delimitati: l'impressione superficiale è che sia stato modificato in parte l'approccio all'esplorazione, con un maggior focus sullo stealth e l'avanzamento di soppiatto, come testimonia l'aggiunta di qualche inedito minigame di scassinamento. Ebbene, il team, sotto certi aspetti, ha prontamente chiarito le nostre perplessità, confermando che il gameplay di The Lost Legacy si rivelerà invero molto simile a quello di Fine di un ladro: s'intervalleranno così sequenze più scriptate e lineari ad altre più ampie ed estese, sullo stile di quanto sperimentato nel quarto episodio. A tal proposito torneranno persino le tanto amate sezioni di guida, che incrementano le possibilità di esplorazione dell'area di gioco e donano al setting una rinnovata ariosità. È presumibile dunque che l'impatto visivo dell'espansione rispecchi pressoché la stessa meraviglia ammirata in Uncharted 4: negli otto minuti di scene in game mostrati durante la presentazione, tuttavia, la qualità grafica ha raggiunto livelli tali da divorare persino l'ultima avventura di Drake. La demo compie un assoluto miracolo tecnologico: l'engine è stato sì spremuto fino al midollo, ma non è da escludere che, in virtù della progressione "sui binari" dell'incipit, Naughty Dog abbia implementato solo per l'occasione una mappatura sopraffina delle texture, un filtro di antialiasing senza nessuna sbavatura, e un'eccezionale gestione delle luci, dei riflessi e della volumetria. Non nutriamo nessun dubbio, infine, per quanto concerne la direzione artistica ed il level design: buona parte del DLC sarà ambientato in India, coi suoi colorati tocchi orientaleggianti (sebbene si noti già da ora il piglio un po' più dark e violento), i suoi culti, le sue mitologie e le sue credenze.

    Uncharted: L'Eredità Perduta The Lost Legacy non sarà un semplice contenuto scaricabile: sarà un’esperienza grandiosa, unica, completa. Talmente ampia ed autosufficiente da meritare una distribuzione separata da quella di Uncharted 4: il DLC verrà venduto in formato standalone e narrerà inedite vicende che coinvolgeranno Chloe Frazer e Nadine Ross in una nuova, pericolosa avventura. La scelta di utilizzare due personaggi dalla personalità così forte, sfaccettata e intrigante, unita allo scavo psicologico e caratteriale delle protagoniste, promette di inscenare una trama tutt’altro che frivola e scontata, in grado di andar ben oltre il semplice sex appeal delle agguerrite eroine. E se le atmosfere sembrano virare verso tonalità più cupe, il gameplay intende invece recuperare dal gioco base la felice amalgama di spettacolari momenti al cardiopalma e di sequenze più libere ed esplorative. Dinanzi a queste premesse e ad un reparto grafico potenziato all’inverosimile, non possiamo che attendere The Lost Legacy, la cui data di uscita è al momento avvolta nel mistero, con ansia e trepidante desiderio. E no, Chloe, non è un antico pugnale rituale tibetano quello che abbiamo in tasca: siamo solo felici di vederti.

    Che voto dai a: Uncharted: L'Eredità Perduta

    Media Voto Utenti
    Voti: 85
    8.5
    nd
    PS Experience 2016
    4 Provato Vane
    Vane