TGS 2007

Unreal Tournament 2007 Anteprima: massacro e distruzione al Tokyo Game Show

Massacro e distruzione approdano su PS3

Unreal Tournament 2007 Anteprima: massacro e distruzione al Tokyo Game Show
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • PS3
  • Pc
  • Neverending saga

    Unreal Tournament è sempre stato uno dei punti di riferimento per gli FPS basati interamente sulla modalità multiplayer online e votati ad un'azione molto molto frenetica.
    Il concept del gioco è molto semplice ma quanto mai accattivante: dei gladiatori del futuro, muniti di armi ipertecnologiche e dagli effetti devastanti, si affrontano in arene chiuse dove l'abilità, la velocità e la precisione spesso contano più della potenza di fuoco.
    Dopo l'enorme successo riscontrato nelle varie incarnazioni PC il brand Epic ha deciso di tentare la strada delle home console senza mai riuscire a creare un prodotto dall'impatto tale da allargare la propria influenza anche in questo settore.
    Mark Reign e i suoi non hanno “mollato l'osso” e, nella scorsa generazione, sono tornati alla carica più volte senza mai ottenere il successo sperato; quest'anno, tuttavia, il vento potrebbe finalmente soffiare a favore dei programmatori statunitensi che sembrano aver imparato, specialmente dopo Gears Of War, come va sfruttato l'hardware di questa generazione.
    Dopo la brevissima prova concessa in quel di Lipsia, Epic Games, in occasione della kermesse di Tokyo, ha mostrato alla stampa altro materiale, rivelando qualche indiscrezione.
    Il titolo, in uscita su PC, Playstation 3 e Xbox360 è previsto per il mese di Novembre.

    Qualcosa di nuovo

    I livelli presentati a Tokyo (una città in rovina ed un complesso tombale) mostrano una delle prime novità presenti in questa nuova incarnazione di Unreal: le mappe in campo aperto.
    Se finora era stato preferito optare per arene chiuse ora, grazie ad una rinnovata fiducia nello sfruttamento dei mezzi, le location saranno situate al chiuso come all'aperto, con eventuali ibridi; nella versione finale del gioco saranno incluse ben 40 mappe dove i giocatori di tutto il mondo potranno sfidarsi in scontri all'ultimo respiro.
    Tra i veicoli mostrati -skateboard fluttuanti alla "Ritorno al Futuro" ed elicotteri supersonici- quello che ha colpiti maggiormente è sicuramente un tripode meccanico, ambitissimo da tutti i giocatori sin dalle prime sessioni di prova.
    Tale mezzo, oltre a poter saltare in maniera molto agile da una protuberanza all'altra, sarà dotato di un paio di armi davvero devastanti: la prima consiste in una scossa tellurica che paralizza tutti i giocatori circostanti e la seconda, decisiva se usata immediatamente dopo, è una una torretta posta sulla cima del veicolo, dalla quale crivellare i malcapitati sottostanti.
    Seppur di primo acchito questi strumenti sembrino eccessivamente penalizzanti per coloro che non ne siano in possesso, in secondo luogo ci si accorge che la realtà è ben diversa: gli sviluppatori hanno infatti abilmente inserito una feature che consente, a coloro che riusciranno a distruggere uno tra i mezzi di locomozione presenti, di effettuare solo head shot per un determinato arco di tempo immediatamente successivo, qualsiasi sia l'arma impugnata.
    Va da se che questo power up attirerà le brame di tutti i presenti verso il bersaglio in questione, proponendo, perchè no, delle momentanee coalizioni.
    Reign ed il suo "crew" hanno inoltre rivelato alcuni dettagli per quel che riguarderà le versioni home del titolo ed, in particolare, quella PS3.
    Gli utenti Sony avranno anzitutto accesso a tutti gli add-on e le mod che un gioco del genere ottiene nel suo corso vitale su Personal computer; tali files saranno trasferibili tramite chiavetta USB, qualora si volesse scaricarli su PC, oppure collegandosi direttamente al sito della Epic grazie al browser per internet incluso nel firmware PS3.
    Oltre a questo, gli utenti console, potranno avvalersi di qualche “chicca” per quanto riguarda il funzionamento delle armi: i proiettili della BioGun, ad esempio, lasceranno delle “chiazze” che, osservate da vicino, mostreranno tutti i piccoli batteri che si dimenano nel loro habitat; allo stesso modo un'altra tra le 11 diverse armi disponibili permetterà al giocatore di controllare i frammenti dei suoi proiettili qualora il colpo non fosse andato a segno, in modo da provocare comunque danno agli avversari nelle immediate vicinanze.
    Epic Games ha infine rivelato, seppur senza entrare nei particolari, che il gioco conterrà una campagna single player in cui assisteremo ad un epico scontro tra due fazioni.

    Unreal Engine 3 mostra i muscoli

    Unreal Tournament 3 si avvale dell'Unreal Engine 3 (per un approfondimento Clicca QUI), ultima evoluzione tecnologica del motore grafico proprietario degli studi Epic Games.
    Tale ritrovato non ha mostrato nemmeno su PC tutte le sue potenzialità ma si presenta in una veste piuttosto sgargiante per tutti i possessori di Sony Playstation 3.
    Per quel poco che si è visto si può dire che, al momento, in ambito multiplayer, questo motore ha ben pochi rivali: la modellazione è curata e ricca di poligoni, texture e shader sono di ottima qualità e rendono molto credibile l'ambiente circostante così come l'illuminazione ambientale, unita ad una buona profondità di campo ed effetti particellari d'alta scuola, contribuiscono a ricreare l'atmosfera perfetta per un conflitto di queste proporzioni.
    Anche le animazioni, per quanto in numero non elevatissimo, risultano credibili e legate in maniera abbastanza fluida, anche se i 60fps che darebbero un tocco di classe al tutto ancora non si vedono.
    L'unico problema tecnico riscontrato nella build mostrata è un leggero effetto pop-up dovuto ad un problema di caricamento delle texture.
    Il comparto audio, come questa gen ci ha ormai abituato, rende onore al campo di battaglia, soprattutto se ascoltato tramite un buon impianto con codifiche digitali 5.1 o superiori.

    Unreal Tournament 3 Portare Unreal su console è sempre stato un problema, vuoi per le difficoltà di unire la frenesia della saga alla capacità di controllo data dal pad, vuoi per la maggioranza di appassionati al combattimento strategico che si sono riuniti nelle community online di queste piattaforme. Quest'anno però gli ingranaggi Epic sembrano oliati alla perfezione ed il gioco, forte di qualche innovazione e di un comparto tecnico davvero al passo con i tempi, sembra poter definitivamente approdare anche nella next gen delle console. Solo quando avremo tra le mani il prodotto finito potremo dire con certezza se le barriere che da tempo dividono console e personal computer sono state finalmente superate.

    Che voto dai a: Unreal Tournament 3

    Media Voto Utenti
    Voti: 271
    7.6
    nd