Anteprima Van Helsing

Leggi la nostra anteprima e le novità sul videogioco Van Helsing - 1157

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Cinema e videogiochi. Connubio indissolubile

    Spesso e volentieri,
    inutile negarlo, il mondo multicolore del grande schermo Hollywoodiano finisce
    per coinvolgere l'industria videoludica, sempre più legata alle grandi
    produzioni cinematografiche, sia che questo sia un bene, sia che tale feature si
    riveli il più delle volte deleteria o poco ispiratrice. Troppe volte, infatti,
    le trasposizioni videoludiche di pellicole cinematografiche si sono rivelate
    precarie realizzazioni, afflitte da problemi più o meno gravi ma tutte, senza
    esclusione, prive di un reale mordente che coinvolgesse il giocatore e lo
    invogliasse nel proseguio dell'avventura. Responsabile dello sviluppo del
    titolo i ragazzi degli Saffire Studios, fino ad oggi mai entrati di prepotenza
    allinterno del panorama videoludico. Ciò è indubbiamente causato dalle recenti
    produzioni, tutte mediocri, principalmente apparse sulle console della
    precedente generazione. Se titoli come Barbarians li ricordano in pochi, non è
    di certo a causa degli anni trascorsi dal momento della pubblicazione.

    Van
    Helsing torna in grande
    stile


    Vivendi non si è più di tanto sbilanciata sui contenuti di questo nuovo action
    game, anche se pare chiaro che l'intera atmosfera di gioco trarrà ispirazione
    dalle ambientazioni che faranno da sfondo anche al lungometraggio. Ciò che
    invece non è ancora stato precisato è in che modo i programmatori
    implementeranno e renderanno accessibile al videogiocatore le numerose mosse e
    le particolari armi che il dottor Van Helsing potrà imbracciare. Come da stessa
    dichiarazione, il gioco fortemente ispirato a Devil May Cry e in perfetto stile
    Capcom ogni livello sarà infestato da fantasmi e gargoyle, o da ogni tipo di
    bestialità che la mente dei Saffire Studios è stata in grado di creare. Per
    contrastare tanta barbarie, Van Helsing sarà dotato di un armamento più che
    vario e funzionale all'occasione: passando per le comuni pistole (sempre e
    comunque potenziabili), impugnando pugnali dai poteri magici o lunghe spade
    lucenti, o ancora imbracciando un enorme quanto terribile mitragliatore a canne
    rotanti. A ciò va indubbiamente aggiunto un rampino estremamente utile per
    arrampicarsi sulle sporgenze meno accessibili, arma che potremo utilizzare anche
    contro i numerosi nemici che incontreremo lungo la storia: utilizzando il
    rampino, potremo afferrare il nemico e attirarlo verso di noi per poi finirlo
    nel modo a noi più congeniale, magari mozzandogli la testa con un colpo di spada
    ben assestato. Il dottore dal lungo mantello nero sarà uno degli eroi più
    atletici mai visti su PlayStation 2: i programmatori assicurano una grande
    quantità di mosse che potremo effettuare nel corso dell'avventura. Tramite la
    semplice combinazione dei tasti basilari, con l'ausilio dei tasti dorsali per
    garantire nuova linfa a combo sempre più complesse, il giocatore sarà in grado
    di spaziare ovunque e raggiungere con semplicità ogni postazione, anche le più
    inaccessibili. A ciò va aggiunto un utilizzo della telecamera estremamente
    simile a quello proposto nel titolo Capcom o nel più recente Castlevania di
    Konami. Non è ancora chiaro se il giocatore potrà gestire liberamente la
    rotazione della visuale o se siano state implementate delle inquadrature fisse,
    anche se è auspicabile che venga inserita la possibilità di gestire a proprio
    piacimento la telecamera, funzionalità che indubbiamente garantirebbe libertà
    d'azione e d'approccio al titolo. Il gioco si svolgerà in 13 missioni
    dislocate nella gotica Parigi, in alcune contee francesi, nella cattedrale di
    Notre Dame e, ovviamente, come Bram Stoker aveva narrato, nelle oscure lande
    della Transilvania. Al termine di ogni missione, in rispetto dei classici brand
    adventure, dovremo confrontarci con temibili boss di livello tra i quali
    Frankestein, l'intramontabile Dracula o il temibile Dottor Jekyll e Mister
    Hide, e molti altri, tratti principalmente dai romanzi e dai fumetti
    d'ispirazione dark fino ad ora pubblicati. Per quanto riguarda il sonoro, nulla
    è ancora stato ufficializzato, anche se presumibilmente la codifica dell'intero
    repertorio melodico avverrà in Dolby Digital Pro Logic II, uno dei formati
    meglio gestiti dalla piattaforma Sony.

    Conclusioni

    Concludendo, Van Helsing ha le
    potenzialità per rivelarsi un buon titolo d'azione, vista l'indubbia qualità
    dell'ambientazione e della storia narrata. Gli Saffire Studios fino ad ora non
    hanno prodotto titoli capaci di settare nuovi standard qualitativi, ma nulla è
    per sempre, e quindi, perché non sperare in un titolo all'altezza della
    situazione? L'uscita è prevista per Maggio, in contemporanea con il
    lungometraggio. Rimanete sintonizzati su Play2Eye per nuove informazioni e,
    ovviamente, per la nostra recensione.

    Quanto attendi: Van Helsing

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd