Anteprima Virtua Tennis 2009

Una virata per la serie tennistica SEGA

anteprima Virtua Tennis 2009
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • Wii
  • PS3
  • Pc
  • Era il lontano 1999 quando il franchise Virtua Tennis faceva il proprio roboante ingresso nel mondo dei videogame arcade da sala. Di lì a poco il gioiellino sportivo della Sega approdò su Dreamcast, con un fortunatissimo (ed indimenticabile) esordio sulle console da gioco casalinghe. Nel corso degli anni il marchio Virtua Tennis si è sempre distinto per la sua immediatezza, per la sua incredibile giocabilità, per una componente arcade molto ben bilanciata e per la perfetta costruzione dei modelli poligonali dei tennisti famosi che hanno concesso la licenza per la propria immagine. Memorabili anche i minigiochi di allenamento che hanno sempre contraddistinto la saga e che nel corso degli anni si sono arricchiti ed innovati continuamente. Il 2009 è l’anno del grande ritorno di Virtua Tennis; atteso da tutti gli appassionati di giochi sportivi, riuscirà Sega a soddisfare ancora una volta la sua sempre più esigente clientela di videogamer?

    Frutta, alligatori ed uno Zoo: ecco l'indispensabile per allenarsi

    Come già anticipato in apertura, centrale nell'economia di gioco sarà ancora una volta la modalità carriera di Virtua Tennis 2009, suddivisa come sempre fra fasi di gioco e mininigames di allenamento. L’unico modo per far crescere le statistiche del proprio tennista sarà quello di superare record su record nei dodici minigiochi disponibili. Al momento si sa per certo che ben cinque minigiochi sono completamente nuovi e possiamo anticipare con sicurezza che non sono carenti è per nulla in innovazione e divertimento. Ad esempio uno dei nuovi allenamenti disponibili si chiama “Meat Defender” (che possiamo provare a tradurre come “il guardiano della carne”). Al centro del campo da gioco ci sarà una pila di carne e dalla parte opposta alla nostra una palude da cui spunteranno coccodrilli, il nostro obiettivo è quello di colpire i coccodrilli con un potente dritto o con un preciso rovescio per farli desistere dal tentativo di cibarsi della carne presente nel campo. Decisamente bizzarro come allenamento (liberamente ispirato ad un simpatico Game Mode presente in Sega power tennis), di sicuro molto divertente e piacevolmente rigiocabile in più occasioni. Altrettanto strambo e bizzarro è il secondo nuovo minigame di cui Sega ha svelato la meccanica, “ZooKeeper” o “Custode dello Zoo”, che non ha nulla a che fare con il famoso puzzle game, ed è cosi strutturato: dall’altra parte del campo di allenamento avremo una serie di animali e un custode delle zoo che ci lancerà diversi tipi di frutta; il nostro obiettivo è quello di colpire la frutta e di indirizzarla nelle fauci degli animali, ogni animale desidererà un certo tipo di cibo, quindi dovremmo essere davvero molto abili ed attenti per sfamare gli ospiti dello zoo! Insomma le fasi di allenamento non corrono di certo il rischio di diventare presto noiose o ripetitive, e la fantasia dei programmatori sembra aver dato i suoi frutti. Molte e importanti anche le innovazioni nel gameplay di questo nuovo episodio della saga tennistica di Sega: per prima cosa è stato assicurato dai programmatori che questo titolo sarà leggermente più simulativo rispetto ai precedenti. In Virtua Tennis 2009 conterà molto la posizione del corpo dell’atleta al momento dell’impatto con la palla: una corretta posizione del corpo fornirà una maggiore forza e una migliore angolatura del colpo.
    Una vera rivoluzione per gli standard del marchio, che segna una ulteriore svolta verso una componente più simulativa dell’azione, è poi l’eliminazione del salvataggio in tuffo, vero e proprio marchio di fabbrica di Virtua Tennis: al suo posto è stata inserita un’animazione simile ad un allungo un po’ goffo dell’atleta. La battuta è stata migliorata ed è diventata molto più sensibile all’input del videogiocatore, è molto più facile sbagliare ma è anche possibile eseguire una varietà più ampia di servizi. Completamente nuovo è l’editor dei personaggi per la modalità carriera, diventato ancora più vasto ma è sempre semplice da usare e di grande appeal per il pubblico. I programmatori assicurano che con questo nuovo editor sarà possibile ricreare alla perfezione personaggi famosi della storia o del mondo dello spettacolo, insomma sembra che addirittura l’editor di player sia un aspetto centrale del gioco, assolutamente non trascurabile.

    Nuovi arrivi e vecchie glorie

    In tradizione con il passato il rooster di giocatori disponibili in Virtua Tennis è sufficientemente vario e ricco di celebrità del mondo tennistico. Ventitré sono i tennisti che hanno concesso la licenza di utilizzo della loro immagine per Virtua Tennis 2009, otto di loro sono nuovi arrivi nel franchise e tre sono vere e proprie leggende. Solo per fare alcuni nomi citiamo Boris Becker, Stefan Edberg e Tim Henman come leggende, e Nadal, Federer, Murray e la Ana Ivanovic come stelle del presente. Ogni tennista sarà riprodotto con le caratteristiche di gioco che lo contraddistinguono e con i propri movimenti tipici. Inoltre vera e propria chicca nell’ambito delle licenze di Virtua Tennis 2009 è la preziosa ed esclusiva licenza sulla coppa Davis: gli appassionati del tennis avranno di che soddisfare la propria fame videoludica! Grande assente in questo ottimo roster è Hewitt, presente nel precedente capitolo ma non in quest’ultimo.

    Nuovi standard grafici

    Davvero degno di nota appare il comparto tecnico e soprattutto grafico del gioco. A dir poco impressionanti i modelli poligonali dei tennisti, ricostruiti alla perfezione fin nei minimi dettagli. Come anticipato sono stati ricreati attraverso precise animazioni i colpi e le movenze tipiche dei vari tennisti presenti nel roster, a dimostrazione del fatto che questa ultima iterazione del brand fa molta più attenzione al realismo e ai particolari tecnici rispetto ai capitoli precedenti di Virtua Tennis. Inoltre sarà presente un nuovo tipo di telecamera di gioco che riprenderà l’azione da sopra la spalla del tennista: una specie di soggettiva che coinvolgerà il giocatore nelle fasi più concitate e vive del match. Questa nuova visuale promette di rivoluzionare completamente l’esperienza di gioco rendendola molto più dinamica e vivace del solito. Il pubblico sarà completamente realizzato in 3D e non sarà statico e poco vario come avviene di solito nei titoli sportivi. Le arene di gioco disponibili saranno quaranta, ricche di dettagli e particolarità.
    Il comparto tecnico di Virtua Tennis, in definitiva, sembra promettere davvero bene e sembra voler spostare il gioco verso una realtà più simulativa rispetto al passato: tanti i dettagli nelle animazioni e nella ricostruzione delle arene di gioco, ottimi i modelli poligonali dei tennisti e convincente anche l’illuminazione. Convince molto anche l’idea di introdurre una nuova visuale, che potrebbe introdurre un nuovo standard nell’esperienza di gioco. Insomma in attesa di una prova corposa, non possiamo che sottolineare gli ottimi spunti e il buon lavoro svolto fin’ora dai programmatori.

    Virtua Tennis 2009 Virtua Tennis 2009 sembra confermare una parte della componente arcade tipica del franchise, introducendo una nuova serie di divertenti minigiochi di allenamento e migliorando di gran lunga l’editor di personaggi, con cui potremo creare divertenti caricature di personaggi famosi. Rispetto ai suoi predecessori questo capitolo della serie introduce anche diversi miglioramenti dal punto di vista simulativo: ora diventa importante la posizione del tennista al momento dell’impatto della racchetta con la pallina, tutto nuovo il metodo di servizio e sembra sparito il poco realistico salvataggio in tuffo che contraddistingueva il brand. Dal punto di vista grafico colpiscono e convincono già da un primo sguardo i modelli poligonali; molto ben realizzate -inoltre- le arene di gioco e il pubblico, e gradevolissima l'introduzione di una nuova visuale di gioco sopra la spalle del tennista, che promette una esperienza di gioco ancora più dinamica e coinvolgente. Tante novità, un roster davvero ricco ed accattivante, un nuovo gameplay più simulativo e dinamico, nuovi minigiochi, un ottima realizzazione grafica e per ultimo confermata anche la presenza di una massiccia modalità online. Gli elementi per fare davvero bene ci sono tutti, se Sega mantiene le sue promesse avremo tra le mani un ottimo titolo sportivo che catturerà di certo tutti gli amanti del tennis.

    Che voto dai a: Virtua Tennis 2009

    Media Voto Utenti
    Voti: 274
    6.5
    nd