WarioWare Gold: nuove follie dal Sol Levante

Dopo qualche anno di assenza dagli schermi, l'irriverente Wario si prepara a tornare su Nintendo 3DS con WarioWare Gold.

anteprima WarioWare Gold: nuove follie dal Sol Levante
Articolo a cura di
Disponibile per
  • 3DS
  • Di ritorno, in sella alla sua moto, dopo l'ennesima scorribanda alla ricerca del prossimo tesoro da arraffare, quel fetente di Wario si stravaccò sul divano e accese la TV. Tra un dito nel naso e un morso allo spicchio d'aglio, notò un servizio che parlava di un nuovo videogame di successo e fu allora che ebbe un'idea clamorosa: fondare la propria software house e arricchirsi realizzando prodotti di intrattenimento digitale. Cosa ci vorrà mai - pensò - basterà munirsi di un laptop ed il resto vien da sé! Peccato però che per programmare non serva soltanto premere tasti a caso. E così, al quarto colpo di sonno davanti al monitor, ebbe un'altra intuizione, ancora più geniale della prima: diventare il presidente della WarioWare, Inc. e assumere tutti i suoi amici affinché facciano il lavoro sporco per lui! E possibilmente gratis...
    La delirante premessa alla base di WarioWare incarna l'esempio perfetto della sfrenata vena sperimentale tipica della Grande N. La nuova incarnazione di Wario, rimodellata da Yoshio Sakamoto (director di Super Metroid), trasse alcuni spunti concettuali da Mario Artist: Talent Studio - un software per Nintendo 64 DD dedicato alla creazione di personaggi, purtroppo mai uscito dal Giappone: prese quindi le distanze dalla serie platform di Wario Land per ricercare una dimensione ludica ancor più originale e svincolata da quella del rivale Mario. Archiviata la parentesi non certo esaltante di Game & Wario per Wii U (un successore spirituale, più che seguito a tutti gli effetti), la saga farà il suo ritorno con WarioWare Gold, un nuovo capitolo il cui arrivo è previsto per il prossimo 27 luglio su Nintendo 3DS. Nell'attesa, vediamo cosa possiamo aspettarci dal titolo, cogliendo l'occasione per ricordare le caratteristiche che hanno reso WarioWare una serie più unica che rara.

    Afferra! Tocca! Soffia!

    Dalla sua inaugurazione nel 2003 su GameCube e Game Boy Advance, la Wario Ware, Inc. ha sviluppato con successo centinaia di "microgames": minigiochi dal gusto minimalista che pulsano di cultura nipponica, e dove il weird e il nonsense sono all'ordine del giorno, in continuo squilibrio estetico tra disegno a mano, pop art e amore rétro.

    I doppi turni di lavoro alla WarioWare, Inc. devono essere stati davvero stressanti per dare luce a qualcosa di così fieramente demenziale e al tempo stesso crudele: è necessario, per il giocatore, seguire al volo un suggerimento e superare le sfide più assurde (a difficoltà e velocità crescente) in un brevissimo lasso di tempo, scandito dalla miccia di una bomba, pena la perdita di una vita su quattro a disposizione. Il tutto fino al più impegnativo e lungo scontro col boss di turno che, una volta sconfitto, permetterà all'utente di recuperare una vita. Se i minigiochi da completare sono fuori di testa - come quelli in cui occorre infilare al momento giusto un dito nella narice, oppure srotolare il più velocemente possibile la carta igienica - i modi per superarli si rivelano ancora più "eccentrici": con risvolti assai esilaranti, ogni episodio della serie si distingue per sfruttare a 360 gradi le peculiarità hardware della console che lo ospita. Così per il nuovo WarioWare Gold Nintendo ha fatto le cose in grande, visto che la sete di denaro del fetido grassone muscoloso stavolta non ha davvero limiti: sarà infatti il capitolo più vasto della serie con una mega-raccolta di 300 minigiochi, molti dei quali sono dei graditissimi ritorni dal passato del brand, mentre altri (la cui quantità è ancora da verificare) sono invece totalmente inediti. Per risolvere le varie prove di WarioWare Gold useremo i tasti, il touch screen, il microfono ed anche il giroscopio. Un grosso punto a favore della raccolta, infatti, consiste nella possibilità di giocare finalmente alcune sfide tratte da WarioWare Twisted, terzo episodio uscito per Game Boy Advance ma rimasto inedito in Europa, che si basava sulla facoltà di ruotare la console grazie all'utilizzo di una cartuccia speciale dotata di sensori di movimento. Inoltre, in Gold, anche le missioni estrapolate da WarioWare Smooth Moves per Wii dovrebbero rimanere invariate rispetto alle originali. A completare il quadro, farà ritorno (magari, insieme a qualche volto nuovo) l'improbabile cricca formata dai dipendenti della WarioWare e presunti amici di Wario, tra cui l'accanito fan Nintendo 9-Volt, il re della disco Jimmy T. e la streghetta Ashley, che per l'occasione presenteranno un nuovo look grafico.

    Sul fronte dei contenuti, sarà interessante valutare come le selezioni provenienti dai vari titoli verranno miscelate, dato che il passaggio da una tipologia all'altra di minigiochi (per esempio da quelli che richiedono lo stilo a quelli che necessitano esclusivamente dei tasti) potrebbe non essere così immediato. Rimandiamo perciò i nostri dubbi alla recensione di WarioWare Gold, in arrivo tra qualche mese su Everyeye.it.

    WarioWare Gold Accogliamo con grande favore e un pizzico di curiosità il ritorno della fabbrica di videogiochi diretta dalla bieca nemesi di Mario. WarioWare Gold sarà uno degli ultimi assi della manica a disposizione di Nintendo prima di mandare in pensione il 3DS: una folle antologia dal sapore enciclopedico e dall'intento meritatamente celebrativo per una delle serie più originali di sempre, con l'aggiunta di qualche novità in fatto di contenuti che ci auguriamo possa rivelarsi intrigante e ben amalgamata con i vecchi classici. La speranza è che la corposa collezione possa soddisfare, magari a prezzo budget, coloro che attendevano da tempo un nuovo episodio della saga. La quale - perché no? - potrebbe fare capolino, prima o poi, anche su Switch.

    Che voto dai a: WarioWare Gold

    Media Voto Utenti
    Voti: 15
    7.3
    nd