Summer Games

Witchfire: uno sparatutto dall'anima dark fantasy

Gli autori di The Vanishing of Ethan Carter rompono il silenzio sul loro ultimo progetto, Witchfire, con un trailer ritmato e stimolante.

Witchfire: uno sparatutto dall'anima dark fantasy
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Era il freddo dicembre del 2017 quando il team indipendente polacco The Astronauts presentò al mondo la sua strana creatura. Più di cinque anni fa il mondo era terribilmente diverso, come un universo parallelo che abbiamo abbandonato in maniera definitiva, e anche il volto della game industry non era quello odierno. Nel 2017 il più grande evento dedicato ai videogiochi era l'E3, e quell'anno vennero presentati progetti del calibro di Monster Hunter World e Ori and the Will of Wisps, mentre nel 2022 il Summer Game Fest ha soppiantato la fiera losangelina con uno show più contenuto e immediato, lontano dai fasti che hanno fatto crollare quel folle e storico luna park per giocatori.

    Lo sviluppo di Witchfire è proseguito nel silenzio di chi preferisce dedicarsi anima e corpo al proprio lavoro piuttosto che fare inutili promesse, e a cinque anni di distanza da quella breve presentazione torna a mostrarsi al suo pubblico con un nuovo video di gameplay e qualche interessante novità sulla (presunta) data di lancio. Lo sparatutto in prima persona dei The Astronauts sembra godere di ottima salute, grazie a una direzione artistica davvero ispirata e a un gunplay molto vario.

    Cuore da sparatutto, anima da fantasy

    L'oppressivo silenzio che circondava Witchfire ha destato più di qualche preoccupazione per i fan dei The Astronauts: gli autori di quel gioiellino chiamato The Vanishing of Ethan Carter (riscoprite il vincitore del BAFTA con la nostra recensione di The Vanishing of Ethan Carter) hanno svelato con molta cautela il loro ultimo progetto, condividendo sparuti scampoli di informazione mentre il lavoro portava a una reinvenzione costante dell'opera.

    La trama è ancora in sviluppo, come vi dicevamo anche nella nostra anteprima di Witchfire pubblicata ad inizio anno, ma l'ambientazione fantasy è ormai consolidata in una caccia alla potente strega, mentre orde di creature demoniache dall'aspetto medievaleggiante diventeranno carne da macello per il Preyer protagonista dell'azione, che potrà utilizzare magie oscure e bocche da fuoco ben poco convenzionali per farsi strada tra i brandelli dei suoi nemici.

    Il trailer dal ritmo incalzante presentato al Summer Game Fest ha dimostrato ancora una volta il gameplay frenetico e punitivo partorito dagli ex sviluppatori di Bulletstorm e Painkiller, con un'attenzione particolare sulle abilità paranormali del protagonista che - tra effetti grafici originali e mozzafiato - gli permettono di governare il campo di battaglia. La varietà di armi utilizzate durante il breve filmato di presentazione lascia ben sperare sulla profondità dei potenziamenti e sullo sviluppo di uno skill tree da far evolvere in maniera unica e personale, mentre la natura roguelite del titolo si svilupperà attraverso una progressione che terrà conto sia di una valuta temporanea (che perderemo quando arriverà il fatidico gameover) che di una perenne, evitando quindi il rischio di frustrazione che attanaglia molti titoli roguelike.

    Ispirazioni importanti

    Stando alle dichiarazioni del fondatore Adrian Chmielarz, che in passato ha guidato anche Metropolis Software e People Can Fly, il team si è lasciato ispirare dai grandiosi successi artistici e commerciali di Returnal e Hades, e soprattutto il capolavoro di Supergiant Games sembra aver caratterizzato l'ossatura di un comparto ludico che fa della continua ripetizione il mezzo per un miglioramento minimo ma costante.

    Gli sviluppatori polacchi, meravigliati dall'avventura del giovane Zagreus (e come dargli torto? Basta recuperare la recensione di Hades per capire che stiamo parlando di una pietra miliare della storia videoludica), hanno deciso di seguire la strada intrapresa dai colleghi americani pubblicando una versione in early access della loro creatura, per permettere alla community di esprimere il suo giudizio e limare gli aspetti del gioco meno riusciti.

    Nonostante una prima pubblicazione "non ultimata", i ragazzi di The Astronauts assicurano che non si azzarderanno a pubblicare la versione early access finché la stessa non sarà perfettamente rifinita e giocabile, ed è per questo che non è stata ancora condivisa una data di lancio.

    Witchfire raggiungerà i nostri PC nel corso del 2022, mentre della versione per console - di cui è assicurata l'esistenza - non si hanno notizie precise. Il lavoro dello studio indipendente procede quindi spedito anche senza i roboanti annunci che caratterizzano questo settore, e d'ora in poi potremo accogliere con maggior fiducia il silenzio che aleggia attorno a un titolo originale e intrigante.

    Quanto attendi: Witchfire

    Hype
    Hype totali: 58
    81%
    nd