Anteprima Xenoblade Chronicles X

Un Nintendo Direct dedicato svela importanti novità sul prossimo JRPG di Monolith Soft.

anteprima Xenoblade Chronicles X
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Wii U
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

Quando Nintendo acquisì nel 2007 Monolith Soft, software responsabile di Xenosaga e Baten Kaitos, in molti pensarono che la scelta fu dettata solamente dalla necessità di spendere i soldi in casa derivanti dalle astronomiche vendite di Wii e DS e che il team sarebbe pian piano stato disciolto nelle varie divisioni di Nintendo visto l'appeal decrescente dei JRPG.
Per fortuna non è andata così. Oggigiorno Monolith Soft non solo è uno dei più rispettati esponenti del design nipponico, ma grazie a Nintendo ha potuto crescere ed aprire nel 2011 una filiale a Kyoto contraddistinta da una forza lavoro in maggioranza femminile.
Nel frattempo il team principale sta pian piano concretizzando una propria visione di JRPG tripla-A fantascientifico all'interno di Xenoblade Chronicles X. Un titolo alquanto denso sia nella sua dimensione narrativa che in quella di gameplay, un pianeta immenso da esplorare ed una razza umana da salvare a tutti i costi.
Le dimensioni del titolo sono tali da giustificare in Giappone un Nintendo Direct dedicato, andato in onda nella giornata di ieri. In attesa di maggiori dettagli circa la pubblicazione occidentale riassumiamo in questo articolo quanto emerso nel Sol Levante a proposito di Xenoblade Chronicles X.

BLADE

Due razze, tecnologicamente molto più avanzate di quella umana, si scontrano proprio a due passi dall'atmosfera terrestre. La battaglia è senza esclusione di colpi e per gli essere umani il rischio è quello dell'estinzione. La soluzione escogitata dalle diverse nazioni consiste nell'estirpare città intere con i loro abitanti e metterle su Arche gigantesche, così da abbandonare una Terra senza speranza e cercare di ricominciare in qualche pianeta della Galassia.
Una di queste, la Moby Dick, porta con sè ciò che rimane di Los Angeles. Purtroppo, però, gli elieni attaccano tale Arca, che è costretta ad uno sganciamento di fortuna sulla superficie del pianeta Mira, corpo solido dall'aria respirabile ma abitato da creature gigantesche e mai viste prima. Dall'Arca piombano sulla superficie planetaria anche migliaia di capsule, ciascuna contenente un essere umano. Dentro una di queste c'è anche il protagonista del gioco, le cui fattezze sono definite attraverso un apposito editor; la scout Elma sarà colei che aprirà la capsula e ci trarrà in salvo all'interno di New Los Angeles. Essa appartiene al BLADE, acronimo di Beyond the Logos Artificial Destiny Emancipator, il cui motto farà felici gli appassionati di Xenogears e Xenosaga: "creare un nuovo destino per la razza umana aldilà della volontà degli dei".
New Los Angeles è assolutamente l'unica città sul pianeta ed al proprio interno prova a ricalcare la vita indaffarata e modaiola della vecchia capitale della California. L'area industriale è il luogo dove si costruiscono e riparano i mech, l'area commerciale include molti negozi dove si può comprare di tutto, dai vestiti agli hot dog, mentre l'area residenziale ospita ville con piscina, parchi, giardini e addirittura una chiesa.
L'ultima area è off limits per la stragrande maggioranza della popolazione. Il quartier generale del BLADE si sviluppa anche in verticale e possiede propri uffici/sale riunioni, un distretto commerciale dove probabilmente acquistare armi ed infine le varie sedi delle divisioni interne, ovvero Arms (mech), Colepedian (scienziati), Avalanche (esercito) ed Interceptor (polizia).
Nonostante l'ostilità del pianeta e l'iniziale compito pacifico di recuperare le capsule disperse dalla Moby Dick (la ricerca dei Life Points), un simile dispiegamento di forze e la vocazione positivista/ateista del BLADE creeranno senza dubbio attriti nel corso della narrazione.

Xenoblade Chronicles 3DS

Non dimenticate che il 10 Aprile uscirà anche in Europa Xenoblade Chronicles in esclusiva su New Nintendo 3DS, rifacimento del JRPG uscito su Wii. Il porting beneficerà di alcuni miglioramenti sul fronte grafico, ma quasi nessun contenuto aggiuntivo, eccezion fatta per il supporto dell'Amiibo del protagonista Shulk attraverso cui accumulare gettoni con i quali sarà possibile sbloccare i modelli dei personaggi e le musiche del gioco.

Frontier Net

Fuori dalle mura di New Los Angeles il pianeta è selvaggio e totalmente inesplorato. Spetta al giocatore scoprire le diverse zone ed affrontare le diverse missioni propostegli; Monolith Soft ha semplificato l'esplorazione diun mondo così vasto piazzando alcuni Frontier Net Point, marcati da una luce che si vede a centinaia di metri di distanza. Una volta giunti in prossimità della fonte luminosa sarà sufficiente calare nel sottosuolo una sonda, la quale scansionerà il terreno circostante. Sullo schermo del Gamepad sarà chiaramente identificato l'esagono ove si trova il giocatore, nonchè quelli limitrofi ciascuno caratterizzato da una specifica tipologia di missione, come ad esempio lo sterminio delle creature presenti o la ricerca di un tesoro.
Altrimenti talvolta basterà dialogare con alcuni abitanti di New Los Angeles oppure con ufficiale del BLADE per sbloccare alcune missioni, denominate Simple Quest, senza dover attivare il corrispettivo Frontier Net Point.
Un sistema che organizzi l'esplorazione ed indirizzi il giocatore è vitale in Xenoblade Chronicles X, sopratutto perchè il giocatore avrà a disposizione un pianeta intero suddiviso in 5 continenti. New Los Angeles si trova grossomodo al centro delle terre emerse, nella Primordial Wilderness. Luminous Forest è ad Ovest, popolata da una flora esotica tra cui spiccano dei funghi giganteschi. Ad Est si trova la desertica Forgotten Valley, mentre a Nord troviamo prima il continente dei White Tree, metallico e popolato da creature gigantesche, ed in seguito il vulcanico continente di Black Steel.

Una corsa sempre sostenuta e la funzione di salto saranno utilissimi per percorrere rigorosamente a piedi (i mech li sbloccheremo molto avanti nell'avventura dopo aver meritato una patente erogata dal BLADE) i molti chilometri che separano New Los Angeles dalle terre più impervie. Gioveranno all'esplorazione anche strumenti quali i Fast Travel tra le diverse sonde attivate, così come la Navigation Ball che precederà il giocatore e lo indirizzerà verso l'area prescelta, mentre la Hopper Camera mostrerà una ripresa aerea della zona attorno.
Infine, oltre agli umani ed alle gigantesche creature il pianeta Mira vede alcune razze aliene vagamente antropomorfe che il giocatore incontrerà nel corso dell'avventura. Esse comprendono i pacioccosi Nopon (forse troppo simili ai Moguri di Final Fantasy), i piacenti Ru-Tsurufe dalla pelle bluastra, i Ma-Non dalla voce stridula e costruttori di gigantesche astronavi ed infine gli aggressivi Baias armati fino ai denti.

Xenoblade Chronicles X Xenoblade Chronicles X uscirà in Giappone il 29 Aprile. Il Nintendo Direct nipponica ha rivelato moltissima altra carne al fuoco, presentando un mondo di gioco, il pianeta Mirai, immenso, vario e pieno di pericoli per i coloni di New Los Angeles. Quest'ultimi sono governati dal BLADE, un'organizzazione anti-religiosa e militaresca che senza dubbio colorirà la trama con complessi temi morali. Siamo sicuri che Xenoblade Chronicles X rappresenterà uno dei motivi principali per acquistare un Wii U nel corso del 2015: l'uscita europea non dovrebbe distanziarsi troppo da quella nipponica, nonostante un processo di localizzazione che si preannuncia lunga ed estenuante!

Che voto dai a: Xenoblade Chronicles X

Media Voto Utenti
Voti: 20
8.8
nd