E3 2007

First look de Blob - E3 2007

Coloriamo il mondo con de Blob

first look de Blob - E3 2007
Articolo a cura di
Disponibile per
  • DS
  • Wii
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • THQ fa sul serio!

    Conosciuto dal mondo intero per l'infinito numero di giochi di wrestling e tie-in basati su cartoni animati famosi finora pubblicati, il colosso dei videogiochi THQ sembra aver deciso di riporre ben più di una speranza sulla nuova console Nintendo, in particolare dopo l'annuncio di due nuovi giochi proprio per Wii: Destroy All Humans e de Blob.
    De Blob nasce in una maniera insolita. Ad ideare il titolo è infatti un gruppo di nove studenti di game-design olandesi, i quali nel 2006 hanno visto eleggere la propria creazione "Internet Game of the Year" dalla prestigiosa rivista Edge. A questo punto entra in scena THQ, decisa a fare dell'originale The Blob un titolo da avere per ogni possessore di Wii.
    La storia del gioco rivela fin da subito la natura estrosa di de Blob. Su un lontano pianeta, il potere politico è in mano ad un regime totalitario noto col nome Ink Corp.; la prima consequenza di ciò è la scomparsa di qualsiasi tonalità di colore dai muri delle città. Immersi in un incubo in bianco e nero, gli abitanti del pianeta vagano come zombie alla ricerca di una goccia di colore, mentre i tiranni fanno dei festini segreti a base di rosso, verde e blu. Il compito del giocatore è quello di prendere Wiimote e Nunchuck in mano e riportare i colori in ogni angolo del globo.

    Spiaccichiamoci sui muri

    Il protagonista del gioco è de Blob, un essere extraterrestre gelatinoso ed in grado di cambiare colore, che ha lo scopo di ridare vita alla città... Ma come? L'azione principale di de Blob è quella di schiantarsi contro i muri: solo in questo modo è possibile applicare agli stessi il colore attuale del protagonista. Questa azione viene ricompensata con dei punti, che aumentano tramite la concatenazione di combo, ovvero allo spiattellamento di de Blob su una serie di muri saltando da uno all'altro senza toccare terra. Una volta accumulato un punteggio sufficiente si passa alla successiva area della città e si ripete l'operazione.
    Il numero di livelli del titolo oscillerà tra i dodici ed i sedici, ognuno di vaste dimensioni e caratterizzato da architetture particolari, ostacoli da superare ed un gran numero di puzzle. Questi ultimi in particolare richiedono di sfruttare l'abilità cambia-colore di de Blob: "lavandosi" nelle apposite bacinelle, il protagonista assume una tonalità neutra e può raccogliere le apposite icone per assumere nuovi colori. Oltre a questo processo drastico, grazie al quale de Blob può assumere le colorazioni rosse, verdi e blu, è possibile cambiare colore senza lavarsi e dunque sommando tonalità a tonalità, coprendo in questo modo tutti i colori dell'arcobaleno. A questo punto si è in grado di affrontare i puzzle nei quali bisogna colorare alcuni edifici seguendo le giuste indicazioni. Le strade delle città sono poi popolate da nemici in grado di far assumere al protagonista una colorazione nera o grigia deleteria ai fini del gioco.
    Il sitema di controllo fa uso dell'accoppiata Wiimote + Nunchuck. Grazie allo stick analogico il giocatore fa muovere de Blob, mentre con rapidi movimenti del controller è possibile effettuare tutte le altre azioni disponibili. Un movimento verso l'alto equivale ad un salto, mentre una specie di pugnalata fa sì che il protagonista atterri con forza sui nemici. Altre azioni includono il lock-on su oggetti di interesse e nemici e l'uso della visuale in prima persona. Come si può immaginare grande importanza è data ai salti: per effettuare evoluzioni più precise è necessario inclinare nella giusta direzione il control-stick e saltare muovendo il Wiimote.
    Per quanto rigurda la resa su schermo, THQ ha già annunciato che il titolo supporterà i 16:9 ed i 480p. Come si può vedere dalle prime foto, la direzione artistica sembra ispirata, con personaggi e paesaggi che incarnano in pieno lo spirito ironico del gioco. Molto gradevole l'effetto con cui le varie superfici vengono schizzate di colore. Ad ogni modo la data di pubblicazione di de Blob è fissata per il 2008, dunque gli sviluppatori hanno tutto il tempo per implementare nuove finezze grafiche e affinare i vari aspetti del gameplay.

    De Blob Ispirato alla meccanica di titoli come Katamary Damacy o Eledees, de Blob sembra avere le carte in regola per diventare un titolo da avere per ogni possessore della nuova console Nintendo. Un character design ispirato, una storia demenziale e un gameplay dall'aspetto semplice quanto divertente sono i punti di forza di un titolo da tenere certamente d'occhio. Riuscirà THQ a confezionare un gioco all'altezza delle aspettative? Non ci resta che aspettare il 2008, sperando che il gioco risulti vario e longevo e che scagliare de Blob su tutti i muri della città a colpi di Wiimote sia divertente quanto sembra.

    Che voto dai a: De Blob

    Media Voto Utenti
    Voti: 51
    7.2
    nd