TGS 2011

First look Diabolical Pitch

Baseball del terrore su Kinect

first look Diabolical Pitch
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Xbox 360
Nicolò Pellegatta Nicolò Pellegatta va matto per il chinotto, i fumetti europei (anche quelli francesi), non sopporta le code. Ha un debole per i videogiochi giapponesi, ma Kojima proprio non gli sta simpatico. Apprezza i giochi di breve durata, ma poi finisce sempre per iniziarne uno da 40 ore! Dissuadetelo su Facebook, Twitter o su Google Plus.

E fu così che Grasshopper Manufacture scoprì la distribuzione digitale. Dopo aver tentato, invano, di competere sul mercato retail con i suoi giochi trasgressivi e fuori di testa, ora il team di sviluppo capitanato da Suda-51 ha in cantiere ben tre progetti destinati ad arricchire il catalogo Xbox Live Arcade. Si tratta dello shooter bidimensionale Sine Mora e del platform stile Castlevania Black Knight Sword, titoli in parte affidati a studi esterni; il terzo, invece, è Diabolical Pitch destinato a Kinect e prodotto dai Microsoft Game Studio in persona.
Quello che fino a pochi mesi fa era conosciuto come Codename D, si è svelato durante il Tokyo Game Show alla sola stampa grazie ad incontri a porte chiuse.

Pro Yakyū Baseball

Nei panni di un lanciatore del Baseball, il giocatore affronta orde di strambi esseri antropomorfi in quello che sembra un luna park abbandonato. Ma questo è solo il primo dei sei "campi" presenti all'interno del gioco: inquietanti sagome si fanno avanti, indossando maschere a testa di tigre, che nella cosmogonia malata di Goichi Suda potrebbero essere pure tifosi della squadra nipponica degli Hanshin Tigers.
Con in mano un'ipotetica pallina li si annichilisce un colpo dopo l'altro, dosando potenza e precisione, ma ben presto toccherà a noi parare i colpi avversari. In che modo? Attraverso l'imposizione di entrambe le mani si può fermare il contrattacco. O ancora, se gli avversari sono troppo vicini, un poderoso calcione li farà arretrare.
La varietà nelle mosse è decisamente elevata dal momento che oltre a quanto già descritto si aggiunge un colpo speciale da caricare alzando le braccia al cielo (con tanto di indicatore che oscilla tra il soddisfacente "Great" e l'eccezionale "Awesome" per definirne la potenza) e una modalità invincibile in cui i nemici sono sventrati da raggi laser. Talvolta la nostra stella del diamante impugna anche la mazza e spinge contro gli invasori le tonnellate di palline che piovono dall'alto.

Pitch of the Dead

Diabolical Pitch è permeato dalle logiche arcade e si nutre del mai troppo apprezzato score attack. I nemici abbattuti perdono monete in quantità proporzionale a: la potenza del tiro misurata in km/h, la regione anatomica intercettata dalla pallina, il numero di colpi andati a segno per scatenare il moltiplicatore (Combo). Vi è anche una slot machine che dovrebbe incrementare ulteriormente il punteggio qualora si combinassero tre oggetti identici.
Con tutti questi indicatori il giocatore può limare il punteggio in molti modi diversi e scalare la Leaderboard online, nella viva speranza che costoro possano non avere nostalgia di una modalità single player più articolata. Dopotutto l'impostazione generale ricorda uno sparatutto sui binari, a metà tra l'atmosfera orrorifica di The House of the Dead e la staticità dei Virtua Cop; area dopo area il giocatore ha lo scopo di eliminare le orde sempre più numerose. Potrebbe salvare la longevità l'approcciarsi di un secondo lanciatore in casa base, un familiare o un amico: tra tecniche collaborative in stile Fusione di Dragonball e possibilità di guarire il compagno caduto come nei migliori FPS, il gameplay dovrebbe guadagnarne almeno in divertimento.

Diabolical Pitch Project Draco, Haunt e Diabolical Pitch rafforzano la line up di titoli scaricabili con protagonista Kinect. Dei tre l'ultimo è sviluppato dai Grasshopper Manufacture, i quali scomodano lo sport più popolare in Giappone (baseball) per rileggerlo in chiave lisergico-horror. Zombie abbigliati come le squadre nipponiche popolano un fatiscente luna park e il giocatore stando fermo deve respingerli a suon di lanci e battute. Se le gestualità a disposizione sono varie, la longevità non è di per sé elevatissima essendo il gioco in tutto e per tutto fedele all'attacco al punteggio. Un arcade game dalle accattivanti meccaniche shooter (palline al posto di proiettili), che però non sembra fornire il tocco hardcore che molti acquirenti di Kinect attendono spasmodicamente.

Che voto dai a: Diabolical Pitch

Media Voto Utenti
Voti: 2
9
nd