E3 2009

First look Forza Motorsport 3

Provata la nuova (terza) incarnazione del simulatore di guida targato Turn10

First look Forza Motorsport 3
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • Uno dei piu' grandi contenziosi di questa generazione videoludica riguarda, senza dubbio alcuno, i racing game, sia nella loro versione simulativa che arcade.
    Nemmeno Forza Motorsport 2, prima, e Race Pro, dopo, sono riusciti a chiudere il dibattito secolare su quale sia il “simulatore di guida definitivo”, riaccesosi in occasione del salto generazionale per via delle capacita' delle conosle di questa generazione.
    Turn 10 ha pero' riservato, per questo E3, una gradita sorpresa: e' stato infatti possibile provare, dopo la presentazione tenuta durante la conference Microsoft, Forza Motorsport 3, nuovo simulatore automobilistico dello studio di proprieta' del colosso di Redmond.
    Le postazioni adibite alla prova presentavano la possibilta' di test sia con il pad che con il volante Porsche 911 Turbo, prodotto da Fanatec esclusivamente per Xbox 360 e reso finalmente compatibile con un gioco di guida che possa definirsi tale.
    Everyeye non poteva, naturalmente, esimersi da un test completo.

    Con che auto e dove gareggio oggi?

    A dispetto delle sole 10 auto e 3 piste disponibili per la prova con mano qui a Los Angeles, Forza Motorsport 3, nella sua versione retail, presentera' circa 400 autovetture da ben 50 costruttori diversi ed un totale di 100 circuiti ufficiali sui quali scatenare le proprie abilita'.

    Pad contro Volante, arcade contro realismo

    Prima di iniziare nella disanima del gameplay riteniamo necessario portare alla luce, e commentare, alcune features inserite dagli sviluppatori per rendere Forza 3 flessibile ed adatto, nonostante la sua inclinazione simulativa, a qualsiasi tipologia di giocatore.
    La prima e' il rewind, a dir poco chiara gia' dal nome. In qualsiasi momento della gara sara' possibile, premendo semplicemente BACK, tornare indietro nel tempo di cinque secondi (alla volta), per evitare, ad esempio, un incidente che avesse compromesso la gara al cinquantesimo giro; o magari per colpire ancor piu' duramente quell'avversario che non digerite proprio.
    La seconda delle feature legate al gameplay e' l'auto frenata. Anche in questo caso le spiegazioni sono piuttosto ovvie: seguendo il criterio dettato dalle tracce virtuali che compaiono da sempre sull'asfalto di Forza Motorsport la nostra macchina, a patto di aver attivato questa opzione, rallentera' automaticamente, consentendoci di curvare senza alcun impegno.
    I ragazzi del team hanno spiegato che questo sistema e' stato pensato per chi volesse gareggiare in totale relax, premendo semplicemente l'acceleratore ed utilizzando lo stick per governare la macchina, pur beneficiando di un comportamento fisico realistico e coerente del veicolo in pista.
    Possiamo gia' immaginare i commenti non proprio edulcorati dei puristi della simulazione, ma ragioniamo un attimo.
    In questa maniera, a conti fatti, si soddisfa qualsiasi giocatore, tenendo conto che, pur volendo simulare la realta', Forza e' pur sempre un videogioco, un passatempo.
    Coloro i quali amano la simulazione potranno disattivare tutti gli aiuti, guidare mettendo in gioco le loro reali abilita' ed ignorare il rewind o, perche' no, usarlo in situazioni estreme (endurance, ad esempio) dove un micro-errore potrebbe compromettere ore ed ore di gioco.
    Mantenendo quindi un punto di vista critico ed obiettivo non si puo' biasimare nulla a Turn 10 che, d'altra parte, ha assicurato che nella modalita' carriera, sulla quale non si sono assolutamente sbottonati, non saranno permesse tante liberta'.
    Vi sono poi nuove features legate alle attivita' cosiddette collaterali che si sono sviluppate in questi anni di Forza: accanto ai racer abbiamo infatti visto emergere i tuner, meccanici in grado di elaborare assetti perfetti per ogni gara, e gli art designer, veri e propri maghi del pennello virtuale; alcuni dei quali in grado addirittura di vendere le loro creazioni digitali agli altri giocatori.
    Forza Motorsport 3, oltre a premiare con nuovi tool, classifiche personalizzate e molte altre sorprese queste categorie ne fara' sviluppare una terza, i registi.
    Nella nuova creazione Turn 10 sara' infatti possibile registrare i replay delle gare ed effettuare, tramite un potente tool dedicato all'editing video, complessi montaggi da condividere con il resto del mondo tramite un'apposita sezione online di Forza 3.
    Il video mostrato durante la conference Microsoft, ad esempio, e' il risultato (incredibile, se di questa qualita') di un certosino lavoro di editing svolto tramite il programma sopracitato.
    Passando al gameplay dobbiamo subito premettere un paio di cose: il titolo gira a 60 frame al secondo costanti con tutte le visuali tranne quella cockpit, dichiaratamente settata a 30 fps.
    Il motivo, a detta degli stessi Turn 10, e' semplice: la velocita' dei veicoli guidati in Forza Motorsport 3, unita ai 60 fps, non darebbe un feeling fisico completo della macchina, facendo perdere molti imput, ad esempio, derivati dal contatto con i cordoli o con il terreno.
    Al di la' di questo Forza 3 si dimostra subito all'altezza, se non meglio, del suo predecessore: il feeling con l'auto e' da subito impressionante anche con il pad (con tutti gli aiuti disattivati, s'intende).
    In questo caso, sebbene l'auto sia piu' docile, il suo comportamento in pista rimane credibile, concordemente al modello fisico applicabile ad una console, il che significa che non stiamo parlando di GTR ma nemmeno di Blur, per restare in tema di novita'.
    Molto diverse, naturalmente, le sensazioni al volante, capaci di lasciare spiazzato, forse anche per la caratura della periferica, anche il giocatore abituato al suo utilizzo gia' nella precedente incarnazione del simulatore di Microsoft.
    Il force feedback restituisce sensazioni decisamente piu' forti e genuine rispetto al passato e rende impossibile una guida scellerata.
    Le asperita' del terreno (cordoli, erba...), in Forza 3, si fanno sentire con maggior vigore e, se affrontate in maniera non oculata, porteranno inevitabilmente all'uscita di pista.
    Tale energetico aumento comportera' anche un maggior apporto da parte della forza centripeta che agisce nell'affrontare una curva rendendo tale procedimento ben piu' arduo rispetto al passato.
    La guida, insomma, prendera' tutt'altra piega in Forza Motorsport 3 che, secondo quanto detto dagli sviluppatori, si vuole imporre prepotentemente come simulazione definitiva su Xbox 360.
    I fan saranno felici di sapere che i miglioramenti non riguardano solo il modello di guida ma anche il comportamento degli avversari le cui autovetture non risulteranno piu' costruite in cemento armato.
    Nella nostra prova, infatti, abbiamo piu' volte provato avuto successo nel tentare di portare all'uscita di strada, o al testacoda, gli avversari computerizzati, utilizzando la classica sportellata all'altezza del posteriore.
    E' altresi' vero che gli scontri sono stati genericamente rivisti e, molto probabilmente, ne sono state riscritte le meccaniche.
    Le autovetture si danneggiano infatti in maniera molto piu' realistica e reagiscono coerentemente agli urti, anche qualora questi portassero ad un capovolgimento.
    Le stesse buone impressioni, purtroppo, non vengono riscontrate nella condotta dell'intelligenza artificiale, ancora troppo legata alle solite, perfette, traiettorie: solo in un paio di casi, e probabilmente per colpa della condotta di gara tutt'altro che edulcorata di chi sta scrivendo, abbiamo osservato autovetture condotte dalla CPU effettuare pittoresche scampagnate.
    E' tuttavia ancora troppo presto per giudicare questi parametri, che, in futuro, saremo in grado sicuramente di valutare al meglio.

    Quantita' e qualita'

    Dal punto di vista tecnico Forza Motorsport 3 suscita immediatamente buonissime impressioni, mostrando un passo avanti veramente deciso rispetto al suo pur illustre predecessore.
    Lasciando da parte le schermate dei menu', ora molto piu' pulite ed hi-tech, e i modelli fotorealistici delle auto visibili durante la selezione dei colori e durante la presentazione della gara, il motore proprietario sembra finalmente poter dare qualcosa di pregiato a questa generazione di console.
    I modelli delle auto sono molto piu' solidi e credibili e, a nostro avviso, manifestano un maggior accorgimento nel veicolare le proporzioni.
    Texture e shader, dal punto di vista qualitativo, hanno effettuato un immenso passo in avanti, offrendo ora precisi riflessi e rifrazioni dove prima regnava una certa confuzione; certo, da questo punto di vista non siamo ancora ai livelli di GRID ma ci stiamo avvicinando a passo da gigante, tenendo conto che i mesi di gestazione prima dell'uscita sono ancora molti.
    Anche i circuiti, prima uno dei punti di debolezza, ora rappresentano un motivo di vanto, grazie ad una maggior ricchezza di elementi ed un'ampiezza visiva davvero invidiabile.
    La vera forza del prodotto Turn 10 e' pero' il frame rate, stabile, crollasse il mondo, a 60 fps: il risultato a schermo e' veramente impressionante; nessun gioco di guida, nemmeno il tanto blasonato ma ancora in alto mare Gran Turismo 5, riesce ad accomunare un modello di guida tanto realistico ad una resa visiva ed una sensazione di velocita' simili.
    Peccato, dobbiamo ammetterlo, che la visuale cockpit, oltre a girare a 30 fps (inevitabile secondo gli sviluppatori), presenti una poverta' davvero imbarazzante nella sua modellazione; dopo aver visto la controparte EA (Need for Speed Shift) da questo punto di vista ammettiamo che Turn10 e' ancora un buon passo e mezzo indietro.
    Ottime, pero', come al solito, le campionature audio, eseguite nientemeno che dal vivo, auto per auto.

    Forza Motorsport 3 Non possiamo ancora valutare con precisione la caratura di Forza Motorsport 3 dal punto di vista della capcita' di riprodurre un sistema di guida accettabile per quelle che sono le possibilita', a livello di realismo, di una console. Possiamo pero' constatare come la passione del team traspaia da ogni poligono e come questa produzione gia' ora risulti inequivocabilmente superiore alla precedente. Se poi, da tre giochi in uno, Forza 3 implementera' addirittura quattro giochi in uno (corse, design artistico, meccanica e video-editing) con la stessa -o anche maggiore- profondita' del secondo capitolo, il successo, in un modo o nell'altro, sara' assicurato. Certo, la politica di espansione dell'audience a scapito, forse, di una sempre piu' genuina -quasi maniacale- simulazione di guida, potrebbe non rendere felici i puristi del genere; ascoltando pero' il mercato, in continua espansione verso orizzonti sempre piu' “casual”, non possiamo che concordare con Turn10 che, sin dal principio, sta tentando la difficile impresa di accontentare tutti.

    Che voto dai a: Forza Motorsport 3

    Media Voto Utenti
    Voti: 344
    8.6
    nd