First look WarioWare: Smooth Moves

Avete toccato. Adesso muovetevi.

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Wii
  • Appena qualche mese di vita e, nel parco titoli dedicato alla neonata console Nintendo, le raccolte di minigame sono un genere già inflazionato. Sintomo, questo, da ricondurre non tanto alle limitate possibilità del nuovo sistema di controllo, quanto alla volontà, da parte dei team di sviluppo, di familiarizzare con esso mantenendo al tempo stesso i costi di produzione sotto la soglia del “rischio” minimo sostenibile. Certo, le raccolte che compongono il parco ludico di titoli per Wii non sono prodotti scadenti, ma la sensazione generale che invade ogni utente è che applicazioni di quel genere non siano del tutto appaganti e complete. Perché, diciamocelo, anche per “inventare” e sviluppare una serie di Minigiochi divertente, innovativa, allegra, serve arte e saggezza ludica. Lo dimostra con chiarezza lampante il risultato di Rayman Raving Rabbids, se non, in senso inverso, la scarsa appetibilità dei minigame presenti in Super Monkey Ball: Banana Blitz. Fra i due summenzionati esempi si stabilisce una divergenza concettuale che rende il primo un titolo sviluppato con cuore e coscienza, il secondo un mero riempitivo.

    Al pari di ogni altro contesto videoludico, insomma, anche in questo campo è necessario, affinché un prodotto “buchi lo schermo”, che esso sia nato e cresciuto con un intento preciso, e abbracci uno stile conforme e funzionale al suo genere (ovvero disimpegnato, ironico, anche visivamente immediato e semplice). Non tutti sembrano averlo capito: pochissime software house, storicamente, hanno impiegato le proprie energie in tal senso. Una di queste poche è Nintendo, da sempre conscia della forza dei Party Game e del divertimento fine a sé stesso, che ha mietuto consensi a suon di Mario Party e WarioWare.

    E proprio un nuovo titolo della serie Wario è ormai in procinto di “scuotere” il mercato: Smooth Moves si è evidenziato nel corso degli eventi ufficiali come un prodotto dall’appeal irresistibile, divertentissimo da giocare, ed è adesso sulla griglia di partenza, prossimo al rilascio ufficiale.

    Ciò che salta immediatamente all’occhio, ad una analisi anche superficiale, è il tratto visivo, ormai caratteristico: isterico e schizzato, colorato ed invadente. Insensato ed in continuo mutamento, lo stile grafico di Wario non conosce stabilità: ogni elemento su schermo si muove, come se la mente deviata che ha partorito il suo design avesse trasmesso alla propria opera anche la sua vacillante provvisorietà. Il Look di Smooth Moves è irriverente e cromaticamente assai insolito: un inno alla disillusa e matura ironia, ancora in grado di rapportarsi con qualsiasi pubblico.

    La semplicità delle forme, l’”eccitazione” di ogni quadro si ripercuote ovviamente anche nel comparto più attivo, ed è fulcro portante dei connotati di ogni minuteria ludica. La struttura principale di Wario Ware: Smooth Moves, per quanto è stato possibile provare (l’articolo si riferisce ad una beta piuttosto avanzata), ricalca fedelmente quella di Touched (Nintendo DS): i minigame si susseguono frenetici, fino all’arrivo di particolari Quadri Boss. La particolarità del caso è che, oltre a dover eseguire con estrema rapidità e precisione le richieste di ogni quadro, l’utente dovrà prima impugnare il Remote in maniera corretta. Non aspettatevi però tediose istruzioni per l’uso (come le logoranti schermate di spiegazione in Raving Rabbids): prima di ogni Minigioco sarà una semplice immagine ad indicarvi la posizione del Free Hand Controller. Le indicazioni sono efficacissime, e le posizioni da assumere le più varie. Qualche esempio potrebbe chiarire le idee: oltre alle posizioni classiche (titolate, molto semplicemente “The Remote”, o “Il Volante”), troviamo variazioni su tema (“L’Ombrello”, in cui il controller va impugnato come un manico d’ombrello, verticalmente; “Il Cameriere”, in cui il Wiimote va adagiato sul palmo della mano), e posizioni inedite (“L’Indiano”, in cui il FHC deve essere tenuto sopra la testa, una posizione in cui si devono portare le mani ai fianchi o una in cui il remote deve essere schiacciato contro il naso). Assunta rapidamente la posizione, sarà dunque vostro compito superare la prova del caso, seguendo di volta in volta le sparute indicazioni visualizzate a schermo. Si tratta quasi sempre di movimenti semplici, rapidi, da eseguire entro un limite di tempo che va riducendosi di livello in livello. Immediato da giocare, veloce e frenetico, Smooth Moves riesce a farsi amare fin dalle prime battute: i compiti dell’utente sono spesso banali, ma è proprio in virtù di uno stile “alienato” e della crescente frenesia che Wario tende ad assuefare in breve tempo.

    Il set di quadri presente nella beta rappresenta un buon esempio degli assurdi compiti che l’utente dovrà eseguire, ma ovviamente è ben lontano dall’enormità di minigiochi presente nella versione finale (ormai uscita in terra Nipponica). Alla stessa maniera di Touched, infatti, Smooth Moves presenterà una numerosa serie di personaggi a cui saranno legate altrettante “compilation”, ognuna con un Leit Motive, magari legato alle posizioni da assumere con il remote. Su Wii verranno riproposti (in grafica tridimensionale) molti dei minigiochi presenti nel titolo DS (implementati grazie al sistema di puntamento), più una nuova serie di prove “Motorie” (dovrete fare flessioni, Hula Op, cucinare, gonfiare palloncini grazie ad una pompa ad aria). Insomma Smooth Moves non ha niente da invidiare ai suoi concorrenti in fatto di varietà, oltre che per stile e immediatezza.

    Si conti poi che alcuni dei minigiochi potranno essere affrontati in Multiplayer, modalità che andrà sbloccata nel corso dell’“avventura” principale (Smooth Moves ha anche un abbozzo di trama). Non è stato possibile, purtroppo, testare la modalità multigiocatore, ma per limare possibili dubbi abbiamo l’eredità dell’ Inc. uscito qualche anno fa su Game Cube. Il fatto che in Smooth Moves si abbia la possibilità di gestire 12 giocatori (attraverso le opzioni per i tornei, crediamo) e l’attitudine naturale del nuovo sistema di controllo per il gioco di gruppo dovrebbero rassicurare ogni giocatore.

    WarioWare: Smooth Moves Smooth Moves è in arrivo su suolo Europeo per la metà del mese di Gennaio. La preventiva prova diretta che è stato possibile effettuare mostra un titolo dalle grandi potenzialità, degno prosecutore del successo di Touched. Un "Nonsense" ludico accattivante, pieno di stile e dannatamente divertente. Un prodotto impregnato di frenesia compulsiva, dal ritmo indecentemente elevato, un viaggio fuori da ogni contesto visivo conosciuto, dissacrante, ironico, ma sopratutto vario. Smooth Moves "obbiliga" l'utente ad usare il Wiimote in maniera insolita, inaspettata, a volte assurda, ed in questa maniera lo constringe al riso. Un titolo con la stessa verve stilistica e concettuale del suo diretto predecessore, arricchito, oltre che da un appeal tecnico più solido, da una componente "motoria" davvero unica, e dalla componente Multiplayer (di cui resta da saggiare la qualità).

    Quanto attendi: WarioWare: Smooth Moves

    Hype
    Hype totali: 2
    70%
    nd