TGS 2006

First look Winning Eleven 10 Ubiquitous Evolution

Finalmente il VERO Winning Eleven su Playstation Portable

Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS2
  • Psp
  • Speranza calcistica

    A rivaleggiare direttamente con la versione PS2, presentata sotto forma arcade, allo showfloor Konami vi era anche la decima incarnazione della simulazione calcistica per eccellenza e, ovviamente, non potevamo non soffermarci ad ogni costo per provarla.

    Fin dal primo istante ci accorgiamo delle potenzialità della PSP: seppur Winning Eleven non sia noto fregiarsi di un comparto grafico d’elevato spessore, questa risulta essere, in tutti i sensi, una conversione.
    Ad un’occhiata più approfondita abbiamo potuto notare come tutti gli elementi, dalle animazioni dei calciatori alle ricostruzioni tridimensionali degli stadi, siano pressoché identici alla versione Playstation 2.
    Ci ha lasciato a bocca aperta, in particolare, constatare quanto risultano fluidi i movimenti dei giocatori e l’azione in generale, totalmente esente da ogni genere di scatti.
    Asciugandoci la bava dalla bocca abbiamo ben pensato, a dispetto delle persone in coda dietro di noi, di farci un giro nei vari menù per vedere quali opzioni sono state mantenute e quali no; ebbene, anche qua, con estremo stupore, abbiamo constatato che tutto e’ stato mantenuto invariato: dalla Master League (finalmente presente) alle varie modalità di editing per smanettoni, passando dalla quantità di squadre, anch’essa invariata, tra nazionali e clubs, senza ovviamente dimenticare il supporto per il multiplayer via Wi-Fi, caratteristica già presente nella precedente versione uscita da un anno a questa parte su PSP.
    Come sempre però l’aggiornamento delle rose lascia a desiderare dato che, in questo senso, non c’e’ stato nessun upgrade e gli aggiornamenti sono quelli presenti in Winning Eleven 10 (al mercato invernale della stagione calcistica 2005/2006).
    Poco importa degli aggiornamenti quando prendiamo la PSP in mano e, dopo aver constatato che anche le opzioni del pre-partita e dello spogliatoio sono le stesse, ci accingiamo a battere il calcio d’inizio.
    Le difficoltà di controllo e di gestione dei giocatori riscontrata in WE9 Ubiquitous Evolution sono, come per incanto, svanite: il controllo e’ totale, una piena trasposizione, nei minimi dettagli, dal sistema e alla giocabilita’ della controparte home.
    Inoltre, data la rinnovata possibilità di cambiare distanza dell'inquadratura, finalmente possiamo godere di un’ampia visuale del campo che ci permette una maggior padronanza di tutto cio’ che succede sul manto erboso.
    Continuando a giocare, impossibilitati a smettere, ci accorgiamo anche di come tutto il parco animazioni dei calciatori sia stato perfettamente mantenuto, cosi’ come l’ottima fisica della palla e dei contrasti fisici.
    Questo e’ Winning Eleven 10 trasposto su PSP: nulla di piu’ e nulla di meno. Sinceramente, non potevamo chiedere di meglio al team Konami.

    Winning Eleven 10 Konami questa volta ha colto nel segno: si e’ accorta che i possessori di PSP meritavano di piu’, che non si sarebbero accontentati di un altro Winning Eleven castrato, cosi’ ha preso la versione home console e l’ha "trascritta" su Psp, senza variarne in alcun modo le caratteristiche. Ora, per almeno altri sei mesi, siamo felici!

    Quanto attendi: Winning Eleven 10

    Hype
    Hype totali: 1
    50%
    nd