Back4Blood

Back 4 Blood: come funzionano le carte?

Scopriamo insieme le migliori combinazioni di carte da utilizzare con i vari personaggi disponibili in Back 4 Blood.

Back 4 Blood: come funzionano le carte?
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Sono ormai trascorse diverse settimane dal debutto di Back 4 Blood (a proposito, l'avete già letta la nostra recensione di Back 4 Blood?), lo sparatutto a base di infetti Turtle Rock Studios che prova a raccogliere l'eredità ludica di Left 4 Dead. Chiunque abbia dedicato qualche ora del proprio tempo allo shooter cooperativo disporrà sicuramente di un discreto tesoretto di carte, da combinare sapientemente per formare la build definitiva e massacrare i non morti anche alle difficoltà più elevate. Se siete indecisi sulla configurazione da utilizzare in battaglia, ecco alcuni spunti che potrebbero fare al caso vostro.

    Come funzionano le carte

    Prima di procedere con la costruzione del mazzo a Fort Hope è bene ripassare le regole generali sul funzionamento delle carte di Back 4 Blood, poiché conoscere i meccanismi che regolano questa componente del gioco permette di sfruttarla al meglio e, perché no, disporre delle nozioni utili per apportare piccole modifiche alle build che vi proporremo più avanti.

    Il processo di creazione di un mazzo consiste nella selezione di quindici carte con effetti speciali: proseguendo nella campagna, verranno proposte al giocatore diverse carte tra le quali scegliere, così che i loro effetti vadano a sommarsi a quelle delle carte già attive. L'unica eccezione riguarda la primissima carta del deck, che viene attivata di default e rappresenta quindi il power-up più importante, da selezionare con cura al fine di sfruttare al meglio le sinergie con le successive carte.

    Il picchiatore

    Questa build è perfetta per tutti quei giocatori che vogliono sbizzarrirsi nell'utilizzo delle armi corpo a corpo in Back 4 Blood. In questo caso è praticamente obbligatorio assegnare al primo slot del mazzo la carta Berserker, che aumenta del 10% il danno e la velocità degli attacchi in mischia, e del 5% la velocità di movimento del personaggio per quattro secondi dopo ogni uccisione con un'arma corpo a corpo.

    Con una passiva del genere è pressoché impossibile restare senza bonus in mezzo al caos di un'orda ed è quindi la carta sulla quale puntare. Molto importante è anche Alla battuta, carta grazie alla quale si ottiene un preziosissimo 50% di danno da mischia bonus e un +5 alla salute che non può che tornare utile. Un ulteriore extra al danno inflitto potrebbe darvelo poi Spaccaossa, una carta che aumenta del 20% per qualche secondo il danno inflitto a qualsiasi nemico colpito da un attacco corpo a corpo. Chi vuole brutalizzare gli infetti potrebbe puntare anche all'Attacco pesante, la cui attivazione permette di eseguire un colpo caricato che infligge danni extra al bersaglio. Se volete ridurre al minimo l'utilizzo di armi da fuoco, e non vi spaventa trasportare qualche proiettile in meno, andrebbe valutato l'inserimento nel mazzo di Spuntoni, che non solo aumenta del 25% il danno da mischia ma anche del 10% la resistenza ai danni quando si usano armi corpo a corpo.

    Dal momento che il picchiatore deve stare a contatto col nemico, è fondamentale inserire nel mazzo anche Sete di battaglia, così che ogni uccisione da mischia possa ripristinare una piccolissima porzione di salute. Per massimizzare la salute, migliorare la rigenerazione del vigore e velocizzare gli attacchi melee, sarebbe opportuno inserire anche le carte Ellittiche, Super Cardio e Battitore, tutte e tre ottime per via della totale assenza di malus. Se volete un po' di salute extra, riducendo ulteriormente la capienza munizioni, potreste optare per Zaino idrico, che aggiunge un importante +25 alla salute.

    I restanti cinque slot possono essere impiegati per dare un guizzo diverso alla build, magari optando per Ubriacatura molesta, carta che disattiva lo scatto ma aumenta sensibilmente il danno dei colpi corpo a corpo e li modifica per infliggere danno ad area. Un'altra opzione potrebbe essere quella di puntare sulla salute temporanea e

    sfruttare le sinergie tra Avanguardia, Ignora il dolore, Affronta le tue paure e Anestetici. Per quello che riguarda i personaggi, la scelta migliore sarebbe Holly grazie al bonus alla stamina e alla resistenza ai danni. Anche Evangelo potrebbe essere una buona alternativa, poiché ogni 60 secondi può liberarsi autonomamente da una presa. Dal momento che combattere con un'arma melee espone il giocatore a questo tipo di attacchi, optare per il giovane sopravvissuto non sarebbe una cattiva idea, per quanto sia difficile rinunciare ai bonus di Holly.

    Il fuciliere

    Volete concentrarvi sull'utilizzo delle armi da fuoco ed eliminare centinaia di infetti? Allora questa è la build che fa al caso vostro. La prima carta da inserire nel deck è sicuramente Piano B, che permette il trasporto di due armi primarie, così da aumentare sensibilmente la potenza di fuoco e non restare mai a secco di munizioni. Per quanto riguarda le altre carte, è molto importante sfruttare quelle che aumentano il danno ai punti deboli dei nemici come Disinfestatore e Iperconcentrazione (questa carta rallenta la velocità di movimento mirando, ma si tratta di un malus trascurabile), da usare in abbinamento con Bordata

    per far sì che i nemici eliminati con un colpo preciso esplodano danneggiando chiunque si trovi nei paraggi. Chi è particolarmente preciso può aggiungere anche Passo veloce e Concentrazione massima, che aumentano la velocità per qualche secondo dopo ogni eliminazione con un headshot. Al fine di dare una piccola spinta al danno potremmo scegliere anche Addestramento militare, In riga e Trituratore: così facendo si aumenta il danno inflitto, si fa in modo che i proiettili trapassino i nemici e che ogni colpo andato a segno renda quelli successivi più efficaci. Un altro aiuto potenzialmente utile è rappresentato da Cacciatore paziente, una carta che aumenta del 10% il danno inflitto per ogni secondo trascorso in modalità mira, con un massimo di tre cariche accumulabili. Tra le altre carte che potreste prendere in considerazione ci sono poi quelle che aumentano le munizioni trasportabili (Borsa di munizioni), che migliorano la precisione (Tacca di mira frontale) o che velocizzano la ricarica delle armi (Esercitazioni di ricarica).

    Anche in questo caso dipende tutto dal vostro stile di gioco e dalle armi che volete utilizzare, visto che esistono carte specifiche per ogni tipologia di strumento di morte. Chi vuole concentrarsi sull'uso dei fucili a pompa potrebbe ad esempio sfruttare le sinergie tra Forza e resistenza, Operazione Rolling Thunder e Porta cartucce: così facendo si aumenta il danno, la velocità di movimento e la salute, poiché si ottiene della salute temporanea per ogni colpo andato a segno con uno shotgun. Per chi vuole utilizzare i fucili d'assalto o le mitragliatrici c'è invece

    il Gilet tattico, che aumenta danni e munizioni, mentre chi vuole sfruttare i fucili di precisione farebbe meglio a inserire nel mazzo la carta Giberna. È anche possibile rischiare puntando su una carta peculiare come Cannone di vetro, che sottrae un terzo della salute in cambio di un notevole bonus ai danni inflitti. Parlando invece di personaggi, in questo caso la scelta migliore sarebbe Walker per via del bonus a danni e salute (valido per tutta la squadra), senza contare l'aumento di precisione temporaneo per ogni uccisione precisa. Anche Jim potrebbe però avere il suo perché: questo sopravvissuto aumenta la vulnerabilità dei punti deboli per l'intero team, e i suoi colpi precisi incrementano il danno fino a quando il giocatore non viene colpito.

    Il medico

    Se avete a cuore il benessere della squadra fareste bene a creare un setup in grado di rendervi il medico perfetto, per evitare che i vostri alleati possano essere atterrati e, in casi estremi, riportarli subito in vita. Ad occupare la prima posizione del deck dovrebbe essere Anima pia, una carta che ripristina parzialmente la salute del giocatore in seguito all'applicazione di una cura. Per massimizzare l'efficacia degli oggetti curativi potreste poi inserire nel mazzo Borsa da pronto soccorso, Medico militare e Terapia di gruppo: grazie a queste carte si velocizza l'uso delle cure, si migliora lo stato di salute

    in seguito alle rianimazioni e si fa in modo che ogni guarigione ripristini 5 punti salute all'intera squadra. A queste si possono aggiungere anche Impacco, che conferisce 20 punti salute extra all'alleato curato per 30 secondi, e Paramedico esperto, che aggiunge un bonus permanente alla salute a tutti coloro che vengono curati dal medico (solo fino alla fine del livello). Da non sottovalutare è poi la velocità di rianimazione, che con l'ausilio di Sali e Discorso motivazionale può essere sensibilmente aumentata. Per evitare che un abbattimento nei momenti difficili possa tramutarsi in un game over, andrebbe sicuramente valutata l'aggiunta di Vendetta per i caduti: quando la carta è attiva e un giocatore cade a terra, tutti ricevono per 10 secondi +30% danni, +20% velocità di ricarica e munizioni infinite. Sempre in relazione agli abbattimenti, Sacrificio motivante è un'altra carta decisamente utile, poiché aumenta temporaneamente la salute di tutti gli alleati quando un qualsiasi membro della squadra viene atterrato. Una delle carte che non dovrebbero mai mancare nel deck di un dottore è poi Predatore medico, che non solo evidenzia gli oggetti curativi in giro per la mappa, ma ne aumenta anche il numero.

    Le restanti quattro carte possono essere scelte dal giocatore in base alle sue esigenze, magari per potenziare l'efficacia di alcune armi o migliorare alcuni parametri. In alternativa, potreste pensare di aumentare il quantitativo di oggetti curativi trasportabili con Marsupio e Borsa a tracolla, così da migliorare ulteriormente le possibilità di rimettere in sesto i compagni. Chi sceglie questa

    classe non può che optare per Mom, che non solo può rianimare una volta per livello e in maniera istantanea un alleato, ma aggiunge anche una vita extra e uno slot all'inventario di supporto. Se proprio non volete scegliere l'anziana combattente dovreste allora puntare su Doc, che una volta per ogni livello curare ciascun alleato di 25 punti salute, dispone di una maggiore efficacia delle cure e aggiunge all'intero team una resistenza ai traumi.

    Il supporto

    L'ultima build che vi proponiamo è dedicata a quei giocatori che vogliono fare il possibile per supportare gli alleati, consentendogli di affrontare qualsiasi tipo di infestato nel migliore dei modi. La prima carta da inserire nel mazzo è sicuramente Seconda chance, così da garantire alla squadra una vita aggiuntiva e ottenere al contempo un piccolo bonus alla salute.

    Vale anche la pena di aumentare gli slot di supporto e offensivi tramite Marsupio e Borsa di granate, senza però dimenticare Munizioni per tutti, così da ampliare la scorta di munizioni a disposizione del team. Un'altra ottima carta è Marchio della morte, grazie alla quale è possibile aumentare il danno inflitto a qualsiasi tipo di infetto segnalato. Per supportare il team con generose quantità di risorse potreste anche inserire Predatore di monete, Predatore aggressivo e Predatore di munizioni: in questo modo aumenterete le munizioni, l'attrezzatura offensiva (anche granate e tubi bomba) e le monete presenti nei livelli, senza contare che queste carte ne facilitano il ritrovamento. Con una build del genere è fondamentale anche sostenere i compagni dal punto di vista economico e, a tal proposito, esistono numerose carte che consentono di accumulare abbastanza monete da permettere all'intera squadra di fare acquisti. Si parte con Interesse composto, carta che ad ogni Rifugio raggiunto permette di ottenere il 10% delle monete presenti nell'inventario, e con Monete portafortuna, grazie alla quale ogni volta che un qualsiasi membro della squadra trova delle monete ha il 35% di probabilità di trovarne un quantitativo extra.

    Chi vuole esagerare può inserire anche Indennità di rischio per ottenere 250 monete all'inizio di ogni livello e Condividere la ricchezza, così che tutti i membri della squadra ricevano 100 monete sempre all'inizio della missione. Sfruttando tutti questi bonus potreste anche pensare di inserire nella build Assicurazione sulla vita, una carta che aggiunge due vite extra ma sottrae 50 monete ad ogni livello.

    Per gli ultimi slot del mazzo vi suggeriamo di puntare su qualche potenziamento per i parametri vitali o a power-up per le armi che utilizzate più spesso, così da poter dare un contributo più deciso anche nel combattimento. Se non vi interessano carte di questo tipo, sarebbe opportuno ampliare ulteriormente gli slot relativi all'equipaggiamento curativo e offensivo. Il miglior personaggio da utilizzare per questa build è Hoffman,

    che ad ogni infetto eliminato ha buone probabilità di trovare munizioni extra e che aumenta sia le dimensioni della borsa di munizioni che quella dell'attrezzatura offensiva per l'intero team. L'alternativa è Karlee, in grado di individuare più facilmente le mutazioni, aumentare la velocità d'utilizzo degli oggetti di tutta la squadra e aggiunge uno slot all'inventario rapido.

    Che voto dai a: Back 4 Blood

    Media Voto Utenti
    Voti: 49
    7
    nd