COD

Call of Duty Vanguard Beta: guida e trucchi, cosa c'è da sapere

Nuovo weekend Beta di Call of Duty Vanguard, ecco i trucchi utili da adottare in battaglia nell'FPS di Activision.

Call of Duty Vanguard Beta: guida e trucchi, cosa c'è da sapere
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • A poche settimane dalla conclusione dell'Alpha di Call of Duty Vanguard in esclusiva per gli utenti PlayStation 4 e PlayStation 5, sono da poco stati aperti i server della Beta su tutte le piattaforme, un nuovo test grazie al quale i giocatori dello sparatutto possono testare non solo la già nota modalità Champion Hill (ecco le nostre impressioni sulla Collina dei Campioni di COD Vanguard) ma anche una serie di modalità multiplayer classiche che coinvolgono anche il sistema di creazione delle classi. Se state per prendere parte ai test del prossimo capitolo della serie Activision, ecco una serie di consigli che potrebbero aiutarvi a sconfiggere il team avversario.

    Equipaggiamento tattico e letale

    Tra gli elementi che si possono inserire al momento della creazione di un loadout personalizzato troviamo anche l'equipaggiamento tattico e quello letale. Solitamente questi strumenti non vengono utilizzati dai giocatori, i quali si concentrano nell'eliminazione degli avversari tramite l'utilizzo delle armi. Il nostro consiglio è quello di non sottovalutare i gadget che si rigenerano ad ogni rientro, poiché potrebbero non solo aiutarvi a fare qualche uccisione extra, ma potrebbero soprattutto semplificarvi la vita nei momenti più difficili.

    Nel caso delle granate, ad esempio, potreste calcolare in maniera perfetta il tempo che intercorre tra l'innesco dell'oggetto e la sua esplosione per fare in modo che la detonazione possa eliminare il nemico nascosto dietro un riparo senza alcuna possibilità di fuga. Per quello che riguarda invece le granate stordenti, queste sono in grado di lasciare inerme un avversario per una manciata di secondi, abbastanza per dargli il colpo di grazia o per trovare riparo e fare in modo che la salute si rigeneri dopo aver subito una ferita grave.

    Vecchie meccaniche

    In Call of Duty Vanguard fanno ritorno alcune meccaniche di gameplay che gli sviluppatori avevano totalmente rimosso nel passaggio da Modern Warfare a Black Ops Cold War. Parliamo nello specifico della corsa rapida e della possibilità di poggiare le armi sulle superfici di qualsiasi tipo.

    Nel primo caso basta premere due volte in rapida successione il tasto adibito alla corsa per muoversi molto più rapidamente: questa tecnica è molto utile per chi deve raggiungere un luogo della mappa il più velocemente possibile, sebbene durante la corsa veloce l'arma non sia utilizzabile e ci voglia più di qualche istante al termine del movimento per tornare a fare fuoco. Anche lo sfruttamento degli elementi dello scenario per stabilizzare l'arma ha pro e contro, visto che l'utilizzo di questa meccanica di gameplay permette di sparare con grande precisione ma impedisce i movimenti ed espone quindi il giocatore al fuoco nemico.

    Sperimentate con i loadout

    A differenza dell'Alpha, questa volta i giocatori di Call of Duty Vanguard possono mettere mano alla Caserma e creare i loadout personalizzati. Nel corso della versione di prova sarà possibile non solo raggiungere il grado 30 del profilo, ma anche portare ogni singola arma allo stesso livello esperienza: questo significa che di ogni arma disponibile nella Beta è possibile sbloccare un bel po' di accessori che possono essere montati nell'Armeria.

    Approfittate di questa possibilità offerta dalla Beta per sperimentare il più possibile quelle che sono le combinazioni di gadget per comprendere quali sono i più efficaci e non lasciatevi illudere dal loro ordine di sblocco, poiché non è in alcun modo indice della loro utilità.

    Selezionate le Killstreak

    Per quanto il feeling delle armi nella Beta di Call of Duty Vanguard non sia poi così differente rispetto a quello degli altri capitoli, nelle prime ore trascorse in questa versione di prova potreste non essere al top e morire con una certa frequenza. A tal proposito vi suggeriamo di valutare molto attentamente quali sono le tre Serie di uccisioni da attivare, poiché scegliere quelle giuste potrebbe avere un impatto notevole sulle vostre partite.

    Per chi non lo sapesse, le Killstreak sono gadget speciali che si possono attivare eliminando diversi nemici senza morire e quelle più efficaci si possono richiamare solo dopo lunghe serie di uccisioni. Il nostro consiglio è quello di non esagerare e di includere sempre qualche serie dai requisiti più bassi come l'Aereo Spia, il quale ha grande utilità per l'intera squadra e può fare la differenza.

    Non perdetevi le ricompense

    Come accade ormai ogni anno, anche questa volta Activision ha voluto inserire nella Beta dello sparatutto un piccolo regalo che i giocatori possono sbloccare completando una sfida molto semplice. Basta infatti giocare la Beta di Call of Duty Vanguard fino al raggiungimento del Grado 20 del profilo per ottenere nella versione finale del gioco il progetto per il fucile d'assalto intitolato Rat-A-Tat, grazie al quale potrete anche sbloccare immediatamente l'accesso all'arma ed evitare di raggiungere il livello esperienza imposto dagli sviluppatori per poterla inserire nel vostro loadout.

    Se non l'avete già fatto, vi suggeriamo di associare tutte le vostre piattaforme allo stesso account di Call of Duty, così che possiate usufruire del bonus a prescindere dal dispositivo sul quale acquisterete la versione finale di Vanguard. Va inoltre precisato che collegando lo stesso account anche a COD Mobile potrete ricevere nelle prossime settimane l'operatore Arthur Kingsley, leader della Task Force One, senza costi aggiuntivi. Inoltre giocando con la Beta otterrete XP per la Stagione 5 di COD Warzone e Cold War.

    Opzioni grafiche e comandi

    Purtroppo il team di sviluppo non ha inserito la possibilità di modificare il FOV nella Beta di Call of Duty Vanguard, ma è comunque possibile modificare alcune impostazioni grafiche che potrebbero migliorare la vostra esperienza con lo sparatutto. Pare infatti che siano in molti a non gradire una serie di effetti grafici quali il Motion Blur Schermo, il Motion Blur Arma e la Profondità di campo, poiché potrebbero rendere più difficile individuare i bersagli e colpirli in modalità mira.

    Se inoltre state giocando con un DualSense su PlayStation 5, sappiate che avete l'opportunità di disabilitare sia la vibrazione che l'effetto dei grilletti adattivi, così che non facciano alcun tipo di resistenza durante la mira e il fuoco. Sempre su console next-gen potete decidere se abilitare la modalità a 120Hz, la quale però richiede un monitor o una TV in grado di supportare l'elevata frequenza di aggiornamento almeno a 1080p.

    Che voto dai a: Call of Duty Vanguard

    Media Voto Utenti
    Voti: 50
    6.2
    nd