COD

Call of Duty Warzone 2.0: tutti i trucchi, loadout, gulag e roccaforti

I trucchi per muovere i primi passi nella mappa Al-Mazrah di Call of Duty Warzone 2.0, Battle Royale gratis per PC, PS5, PS4, Xbox One e Xbox Series X/S.

Call of Duty Warzone 2.0: tutti i trucchi, loadout, gulag e roccaforti
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • A poche settimane dal lancio di Call of Duty Modern Warfare 2 (a tal proposito, sulle nostre pagine potete trovare la recensione completa di Call of Duty Modern Warfare 2), Activision ha aperto ufficialmente anche i server di COD Warzone 2.0, il free to play che con il capitolo canonico della serie sta dando il via ad un nuovo inizio per la serie. Ora che il precedente battle royale e tutto ciò che lo riguarda sono stati accantonati (skin e armi inclusi), è giunto il momento di avventurarsi fra le strade di Al-Mazrah e andare a caccia di avversari. Se volete atterrare preparati sulla nuova mappa di Call of Duty Warzone 2.0, ecco una serie di consigli che potrebbero tornarvi utili.

    Procuratevi un loadout

    Se c'è un elemento di gameplay che è rimasto invariato rispetto al primo Warzone, quello riguarda la presenza delle classi personalizzate. Anche in Call of Duty Warzone 2.0 è infatti possibile recuperare nel corso di un match tutto l'equipaggiamento facente parte di uno dei loadout salvati sul profilo. A differenza del suo predecessore, però, il secondo capitolo dello sparatutto gratis ha modificato in maniera radicale quelle che sono le azioni da compiere per mettere le mani sulle proprie armi.

    Questo significa che le Stazioni d'Acquisto non venderanno più gli Approvvigionamenti per ottenere le classi personalizzate e tali casse verranno distribuite in maniera randomica dal gioco in giro per la mappa, così che tutte le squadre possano beneficiarne. Malgrado questo cambiamento, le Stazioni d'Acquisto potrebbero comunque tornarvi utili, dal momento che al loro interno troverete le singole armi che fanno parte delle vostre classi: sarà quindi possibile investire il denaro raccolto per sbloccare una delle vostre fidate bocche da fuoco primarie.

    Assaltate le Roccaforti

    Se non avete denaro a sufficienza per acquistare un'arma e i nemici pattugliano gli Approvvigionamenti in attesa di eliminare chiunque gli si avvicini, sappiate che esiste anche un altro metodo per procurarsi un loadout personalizzato.

    In maniera simile a quanto visto anche in altri battle royale, Call of Duty Warzone 2.0 include anche Roccaforti e Siti Segreti: si tratta di aree di Al-Mazrah occupate dalle fazioni nemiche e nelle quali si aggirano numerosi bot controllati dall'intelligenza artificiale. Alla chiusura del primo cerchio, infatti, verranno segnalate sulla mappa le posizioni dei fortini e i giocatori più coraggiosi potranno decidere se prenderle d'assalto per ottenere ricche ricompense. Una volta spazzate via le forze nemiche da una Roccaforte, sarà possibile ottenere un bel po' di bottino e l'accesso ad uno dei loadout personalizzati. Sappiate inoltre che esistono anche versioni più complesse delle Roccaforti che prendono il nome di Siti Segreti: possono accedere a questi luoghi solo i giocatori del primo team della partita che riesce a conquistare una Roccaforte e a raccogliere la chiave. All'interno dei Siti Segreti si nascondono anche i fortissimi Juggernaut, ma la conquista di questi punti garantisce lo sblocco permanente di un progetto per le armi (utilizzabile anche in Modern Warfare 2) e un UAV che resterà attivo sull'area conquistata fino alla fine del match.

    Le nuove regole del Gulag

    Altra importante novità di Call of Duty Warzone 2.0 riguarda il Gulag, ovvero quella meccanica di gioco che consente ai giocatori di rientrare in partita dopo la prima sconfitta. Anche in questo caso il Gulag è tornato ma con qualche modifica sostanziale che stravolge le modalità di rientro nel match. Questa volta gli scontri avvengono fra due squadre composte da una coppia di giocatori e, di conseguenza, potreste trovarvi al fianco di chi fino a pochi istanti fa era un vostro nemico.

    Sebbene vi verrà istintivo procedere con un atteggiamento aggressivo nei confronti dei rivali, sappiate che esiste un modo per far sì che tutti e quattro i giocatori nell'arena sopravvivano al Gulag e ritornino ad Al-Mazrah. Ad un certo punto dell'incontro, infatti, entrerà in gioco anche il Secondino, un nemico controllato dall'intelligenza artificiale la cui sconfitta farà in modo che vincano tutti. Insomma, se notate che gli avversari non vi stanno attaccando è perché vogliono provare a far fuori il mini-boss.

    Interrogate i nemici

    Volete stanare l'intera squadra nemica dopo aver fatto fuori uno dei suoi membri che ha deciso di allontanarsi? Sappiate allora che in Call of Duty Warzone 2.0 è stata introdotta la possibilità di interrogare gli avversari.

    Tale meccanica di gioco, disponibile in tutte le modalità a squadre della battle royale e di DMZ, consente di estorcere informazioni dai nemici atterrati: dopo aver ferito gravemente un nemico, avvicinatevi ad esso ed interagite per fare in modo che la posizione di tutti i suoi compagni venga segnalata a schermo. Fate attenzione però, perché durante l'animazione sarete vulnerabili.

    Fate rifornimento

    I veicoli tornano anche in Proprio come in Call of Duty Warzone 2.0, ma il team di sviluppo ha deciso di introdurre alcune meccaniche di gameplay affinché i giocatori non facciano troppo affidamento sul loro utilizzo. Questa volta, infatti, tutti i mezzi terrestri, acquatici o aerei fanno uso del carburante, il quale può esaurirsi e rendere inutilizzabile il trasporto.

    Sappiate però che è possibile procurarsi taniche di benzina oppure fare rifornimento presso le stazioni di servizio, così da ricaricare il veicolo e tornare in movimento verso nuovi punti d'interesse. Ecco di seguito l'elenco completo dei veicoli disponibili sia nella battle royale che in DMZ:

    ATV: agile veicolo a tre posti, è facile da distruggere per via delle sue scarse protezioni
    UTV: leggerissimo fuoristrada dotato di quattro posti
    Berlina: veicolo civile a quattro porte, anch'esso semplice da distruggere
    SUV: solido fuoristrada civile 4x4
    GMC Hummer EV: pick-up fuoristrada completamente elettrico
    Camion: enorme veicolo industriale con un pianale, utile per chi vuole attaccare in movimento
    Elicottero leggero: velivolo bimotore utile che si adatta principalmente agli spostamenti rapidi
    Elicottero pesante: mezzo aereo corazzato, perfetto per la ricerca ed il soccorso
    RHIB: imbarcazione tattica dall'elevata manovrabilità progettata per le forze speciali
    Pattugliatore blindato: veicolo acquatico con in dotazione utili mitragliatrici calibro .50

    Sfruttate il combattimento subacqueo

    Proprio come in Call of Duty Modern Warfare 2, anche Warzone 2.0 implementa il combattimento in acqua. Grazie a questo sistema, i giocatori che atterrano su Al-Mazrah possono immergersi in acqua e cogliere di sorpresa gli avversari tramite una serie di opzioni di gameplay che consentono loro di attaccare anche a diversi metri di profondità.

    Pur non essendo possibile far fuoco con l'arma primaria, nel battle royale gratis si possono far esplodere proiettili con le armi secondarie oppure lanciare coltelli, così da eliminare chiunque si aggiri per la costa senza farsi notare.

    Disattivate lo streaming delle texture

    Proprio come in Call of Duty Modern Warfare 2 e i precedenti capitoli della serie, Warzone 2.0 implementa un sistema di streaming delle texture che utilizza la connessione ad internet per migliorare la resa visiva dello sparatutto.

    A meno che non disponiate di una connessione sufficientemente veloce da riuscire a gestire questa funzionalità in maniera priva di problematiche e difetti visivi, vi suggeriamo di disabilitarla o di provare ad utilizzare la sua opzione che ne riduce l'impatto sul download. Molti giocatori segnalano che l'attivazione di questa opzione influisce sulle prestazioni di gioco, causando fastidiosi momenti di lag che potrebbero rovinarvi le partite.

    Occhio al microfono

    In Call of Duty Warzone 2.0 e nella Beta della modalità DMZ è stata abilitata la chat vocale di prossimità. Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, si tratta di una funzionalità di gioco grazie alla quale gli utenti possono ascoltare i suoni provenienti dal microfono di tutti i giocatori che si trovano nei paraggi, che siano essi alleati o avversari.

    A meno che non vogliate sfruttare intenzionalmente questa meccanica, vi suggeriamo di disabilitare dal menu delle opzioni il vostro microfono. Se giocate su PlayStation 5, vi basterà cliccare sull'apposito tasto per fare in modo che l'icona del microfono diventi arancione, segnalando la corretta disattivazione della periferica.

    Che voto dai a: Call of Duty Warzone 2.0

    Media Voto Utenti
    Voti: 25
    7
    nd

    Altre guide per Call of Duty Warzone 2.0