PSPLUS

Call of Duty WW2: la guida alla campagna single player

Consigli utili, trucchi e strategie per affrontare la campagna di Call of Duty WWII per PS4, ora gratis per gli abbonati PlayStation Plus.

guida Call of Duty WW2: la guida alla campagna single player
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Cogliendo di sorpresa tutti gli abbonati al PlayStation Plus, Sony ha anticipato non solo l'annuncio ma anche la pubblicazione di uno dei giochi gratuiti del mese di giugno 2020: chiunque sia in possesso di un account PS Plus può infatti scaricare gratis Call of Duty WW2, capitolo della serie di sparatutto Activision pubblicato nel 2017 e ambientato durante la seconda guerra mondiale. Se prima di gettarvi nella mischia delle modalità multiplayer online o di andare in giro ad ammazzare zombi con i vostri amici volete prima portare a termine la campagna single player, ecco una serie di consigli che vi spianeranno la strada.

    Controlli

    Prima di iniziare con i consigli veri e propri per affrontare la campagna di Call of Duty: WWII, vi proponiamo la lista completa dei comandi per la versione PlayStation 4, così da conoscere sin da subito a quale azione corrisponde ogni tasto del vostro controller. Nello schema che trovate di seguito abbiamo preso in considerazione il sistema ti controllo classico, molto comodo per chi gioca esclusivamente le modalità PvE.

    Se volete invece giocare anche il multiplayer, vi suggeriamo di dare una possibilità allo schema "Tattico", il quale sostituisce il tasto dedicato all'attacco corpo a corpo con quello per accovacciarsi, così da permettere ai giocatori che non possiedono un controller particolare o accessori extra di sparare e abbassarsi contemporaneamente.

    Ecco lo schema di comandi predefinito:
    • Movimento: Stick analogico sinistro
    • Gestione della telecamera: Stick analogico destro
    • Saltare/scavalcare: X
    • Accovacciarsi: Cerchio
    • Sdraiarsi: tenere premuto Cerchio; farlo in corsa permette di eseguire una scivolata
    • Correre: L3
    • Cambiare arma: Triangolo
    • Ricaricare l'arma/interagire con l'ambiente: Quadrato
    • Modalità mirino: L2
    • Fare fuoco con l'arma: R2
    • Attacco corpo a corpo: R3
    • Equipaggiamento letale (granate): R1
    • Equipaggiamento tattico: L1
    • Usare abilità arma: Freccia sinistra della croce digitale
    • Attivare abilità di squadra: Freccia su della croce digitale
    • Usare kit medico: Freccia destra della croce digitale

    Solo per veri duri

    Come da tradizione per la serie di sparatutto in soggettiva, anche in Call of Duty: WWII bisogna selezionare il livello di difficoltà della modalità storia subito prima di iniziare l'avventura. La vostra scelta in questo caso deve avvenire tra i seguenti livelli di sfida: Recluta, Soldato, Esperto e Veterano. Se siete abituati ai primissimi capitoli di questa saga e vi ritenete degli abili giocatori, allora non esitate un solo istante ad affrontare questa nuova storia al livello Veterano.

    Se invece avete giocato solo ai capitoli più recenti, vi invitiamo invece a ponderare questa scelta con maggiore attenzione, dal momento che il livello di difficoltà medio di COD WWII tende ad essere più elevato rispetto ai suoi predecessori a causa dell'assenza della rigenerazione automatica della vita. In ogni caso non temete, poiché in qualsiasi momento è possibile aprire il menu e selezionare la voce "Livello di difficoltà minore" per rendere il gioco più facile istantaneamente.

    Old school

    Come scritto poco sopra, in Call of Duty: WWII gli sviluppatori hanno deciso di abbandonare il più moderno sistema di rigenerazione della salute per riabbracciare la stessa meccanica presente nei primi COD, ovvero la barra della salute.

    In basso a sinistra, sullo schermo, è sempre ben visibile l'indicatore dei punti vita e non c'è modo di recuperarne un solo millimetro se non utilizzando uno dei kit medici che si possono recuperare in giro per le aree di gioco. Non è difficile intuire quindi come sia incredibilmente difficile affrontare e superare con successo gli scontri a fuoco senza sprecare uno o più medikit. Ciascun kit (è possibile trasportarne un massimo di 4) non solo richiede una manciata di secondi per essere utilizzato, ma permette di recuperare solo ed esclusivamente una porzione della barra della salute: ciò significa che se avete la vita quasi azzerata non ne basterà uno solo per riportare l'indicatore al 100%. Il consiglio che possiamo darvi è di non dimenticare mai di esplorare con molta attenzione gli ambienti di gioco alla ricerca di qualche oggetto per il recupero della salute. Se mai doveste imbattervi in un kit medico e non siete in grado di raccoglierne un altro, provate sempre ad utilizzarne uno, così da poter migliorare i vostri parametri vitali e continuare ad avere il numero massimo di medikit trasportabili.

    In cerca di un riparo

    Se non volete utilizzare tutte le vostre risorse per ripristinare la salute in un solo conflitto a fuoco, fareste bene a sfruttare il sistema di coperture. A differenza del più recente Call of Duty Modern Warfare, in WWII non ci si può manualmente agganciare alle sporgenze e tale meccanica si attiva in maniera automatica: basta mirare restando dietro una sporgenza o accovacciandosi sotto un muretto per far sì che il nostro soldato si sporga automaticamente per permetterci di colpire con precisione gli avversari e, una volta lasciato il tasto dedicato alla modalità mirino, si può tornare in copertura.

    In alcuni casi vi è anche la possibilità di creare nuove coperture premendo il tasto indicato a schermo in corrispondenza di oggetti specifici. Nel corso di una delle prime fasi di gioco è possibile ad esempio dare un colpo ad un tavolo di legno per farlo cadere e utilizzarlo come scudo. Oltre a fare attenzione alle coperture, durante le fasi di shooting vi suggeriamo anche di controllare costantemente l'hitmarker: parliamo del simbolo che lampeggia al centro dello schermo e che indica in base al proprio colore se avete ferito (bianco) o ucciso (rosso) un avversario.

    Alternare le armi giuste

    Esattamente come negli altri episodi della serie, anche nella campagna di Call of Duty: WWII si possono trasportare sempre e solo due armi contemporaneamente.

    Il modo migliore per sfruttare al meglio questa possibilità è, anche in questo caso, alternare un'arma automatica e meno potente ad una dalla cadenza di fuoco più lenta ma dall'alto potenziale: così facendo è possibile affrontare sia i nemici che vi si parano davanti sparando con un fucile d'assalto o una mitraglietta (magari senza mirare) che quelli più lontani e seduti su una postazione fissa grazie ai fucili a colpo singolo.

    Per fare un esempio di questa strategia, possiamo citare la prima missione, durante la quale potreste alternare all'M1 Garand un veloce PSSh-41 (o l'MP-40). Proprio come per i medikit inoltre, dovreste sempre guardarvi in giro poiché di tanto in tanto potreste imbattervi in casse di munizioni e granate per fare un po' di rifornimento.

    Abilità di squadra

    Una delle peculiarità di questo Call of Duty: WWII è sicuramente l'opportunità di sfruttare le abilità di squadra, ovvero un aiuto che si può richiamare quando l'indicatore giallo in basso a destra dello schermo è completamente carico. Ciò che succede all'attivazione dell'abilità varia in base al compagno che si sta seguendo nella storia: Zussman è in grado di fornirci un medikit extra, Pierson ci dà delle munizioni, Aiello ci consente di richiamare un attacco aereo e così via.

    L'indicatore di questa abilità, che si attiva tramite la pressione della freccia su della croce digitale, non si ricarica nel tempo ma solo eliminando gli avversari. Per dare un boost alla ricarica dell'abilità potete però completare una delle Azioni eroiche, ovvero eventi a tempo che si attivano in specifiche sezioni della campagna.

    Per comprendere se si è davanti ad un'Azione eroica bisogna visualizzare un indicatore sulla testa di un bersaglio, che contrassegna un nemico da uccidere o un alleato da salvare. Nel caso in cui non doveste fare in tempo a completare l'evento potete sempre ricaricare il checkpoint, così da avere una seconda chance.

    Che voto dai a: Call of Duty WWII

    Media Voto Utenti
    Voti: 104
    6.9
    nd