Esport

Clash Royale: Guida ai mazzi migliori per le prime Arene

Vi diamo qualche veloce consiglio su carte e deck per superare velocemente lo scoglio delle prime Arene di Clash Royale.

guida Clash Royale: Guida ai mazzi migliori per le prime Arene
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Come tutti i fan di Clash Royale della prima ora sapranno sin troppo bene, il Campo di Prova rappresenta il portoncino d'entrata al magico mondo di Clash Royale. Da lì i giocatori possono muovere i primi passi e intraprendere la lunga (lunghissima!) scalata verso le Arene più importanti. Il team di sviluppo, con l'aggiornamento di dicembre, ha cambiato un bel po' di cose tanto sotto il profilo del bilanciamento di alcune carte, sia per ciò che concerne la razionalizzazione dei tornei. I giocatori che desiderano muovere i primi passi nell'Arena però non devono temere, perché i campi di battaglia entry level sono totalmente dedicati ad apprendere le basi, prima di gettarsi realmente nella mischia che conta. Se non vedete l'ora di far vedere al mondo chi siete e desiderate salire velocemente di grado, vi diamo alcuni consigli per migliorare la composizione del deck nelle prime Arene del titolo.

    I migliori deck per le prime Arene

    Sin da subito dovete imparare a gestire al meglio la composizione del mazzo, in modo che la curva di evocazione legata all'Elisir sia equilibrata e ben bilanciata. Molto spesso i giocatori alle prime armi tendono a buttare alla rinfusa le carte che sembrano semplicemente più forti, senza fare caso al costo di evocazione e alle possibili sinergie con altre creature del mazzo. In secondo luogo, molte delle carte che troverete nelle prime tre Arene, vi accompagneranno per lungo tempo. Cresceranno con voi, per così dire. Per questo è essenziale metterle alla frusta sin dall'inizio, per capirne il funzionamento e testarle senza grossi timori. I must con cui iniziare a padroneggiare l'arte gladiatoria, manco a dirlo, sono Moschettiere, Strega, Cucciolo di Drago, Gigante, Principe, Orda di Scheletri e Mini P.E.K.K.A..

    Il mazzo Giant (Arena 0 e 1)

    Consiglio: Gigante, Mini P.E.K.K.A., Moschettiere, Cucciolo di Drago (o Principe), Arcieri, Orda di Scheletri, Sfera Infuocata e Frecce.

    Questo mazzo rappresenta l'ABC di Clash Royale e vi permetterà di togliervi diverse soddisfazioni, avanzando con discreta disinvoltura.
    In buona sostanza, la strategia è molto semplice e consiste nel richiamare alla lotta il tenero Gigante (che si dirigerà pacatamente verso la torre avversaria), affiancandolo a - almeno - una o due truppe d'attacco che lo possano coprire lungo il cammino. Il Gigante, infatti, attacca unicamente gli edifici e qualsiasi truppa nemica può rallentarlo e infliggergli danno senza conseguenze.
    Come guardie del corpo dell'omaccione potete utilizzare un mini P.E.K.K.A., un Principe. Tenete pronte anche le Frecce e la Sfera Infuocata, per counterare le mosse avversarie.
    Se, invece, siete voi a subire l'attacco del Gigante, cercate di tenere nel mazzo un'Orda di Scheletri: lo rallenteranno un bel po', rendendogli impossibile raggiungere la torre.
    Fate attenzione alle truppe volanti. Per questo vi raccomandiamo di tenere sempre con voi almeno un Moschettiere o un gruppo di Arcieri. In alternativa (anche se non proprio economica), metteteci un Cucciolo di Drago, che va sempre bene su tutto.

    Mazzo Goblin/Mongolfiera (Arena 2)

    Consiglio n.1: Mongolfiera, Gigante, Moschettiere, Arcieri (o Strega), Cavaliere, Lapide, Frecce e Sgherri.

    Consiglio n. 2: Capanna Goblin, Barile Goblin, Goblin Lancieri, Strega, Moschettiere, Palla Infuocata, Cavaliere e Gigante.

    Nessuna Epica? Niente paura: Gigante, Moschettiere, Bombarolo, Mini P.E.K.K.A., Arcieri, Palla Infuocata, Goblin e Lancieri Goblin.

    Come potete vedere dalle composizioni che vi abbiamo appena consigliato, ci sono molte "assonanze". Modificando, però, alcune carte, cambia radicalmente l'approccio. L'ultimo deck, in realtà, giunge in soccorso nel caso in cui non possediate ancora nessuna carta epica da poter inserire nel mazzo. Non sottovalutate il deck "cheap", però, perché sa comunque far molto male e di difende con grande onore.
    I primi due mazzi, invece, puntano sul numero, con un paio di - pesanti - assi nella manica: l'eterno Gigante e la splendida Mongolfiera. In particolare, lo strumento demoniaco volante dal costo elevato, può rivelarsi la win condition nella maggior parte delle partite. Nelle prime Arene, infatti, sono molti i giocatori a non inserire nel deck truppe adatte a counterare attacchi dal cielo e il risultato è che la Mongolfiera può agire indisturbata abbattendo una torre con pochissimi colpi.

    Lei è la regina del primo deck, tutto il resto serve semplicemente da supporto e difesa del risultato.
    Il deck "Goblin", invece, punta più che altro sulla quantità. Certo c'è ancora il Gigante, che non fa mai male, ma è coadiuvato da una pletora di servitori più deboli ma molto fastidiosi. La Strega aggiunge truppe grazie alle evocazioni e può difendere contro le truppe aeree, mentre il Barile Goblin risulta essere un'ottima soluzione in fase di push, giusto per stuzzicare l'avversario e fargli sprecare un po' di Elisir in difesa.

    Volete mettervi alla prova?

    Se, invece, la creazione del deck non ha segreti per voi, perché non iniziate ad allenarvi per dominare la scena italiana con il Vodafone Esport Tour powered by ESL?
    Il Torneo, lo ricordiamo, prevede ancora otto tappe che toccheranno le principali città italiane. In palio ci sono due biglietti per volare a New York ad assistere all'evento ESL One 2019, nonché l'accesso come pro player alla Summer Season 2019 della Serie A ESL di Clash Royale. Ora il campionato si fermerà per una breve pausa natalizia e riprenderà a inizio gennaio, con la tappa di Venezia. Più precisamente, il 12 e 13 gennaio il Vodafone Esport Tour Powered by ESL si fermerà al Centro Commerciale Valecenter di Macron, Venezia.

    Che voto dai a: Clash Royale

    Media Voto Utenti
    Voti: 56
    7.5
    nd