DOOM Eternal: i trucchi per sopravvivere all'inferno

Tutti i trucchi e la guida per vivere al meglio la brutale esperienza di DOOM Eternal, il violento sparatutto Bethesda e id Software.

DOOM Eternal: i trucchi per sopravvivere all'inferno
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • DOOM Eternal è ora approdato anche sulle piattaforme di nuova generazione PlayStation 5 e Xbox Series X|S con un aggiornamento gratuito, il quale è disponibile anche su PC e permette ai possessori di una GPU Nvidia RTX di abilitare funzionalità come il Ray Tracing e il DLSS. Se state per cogliere la palla al balzo (magari grazie alla presenza del gioco nel catalogo di Xbox Game Pass su PC e console) e volete andare a massacrare demoni con strumenti di ogni tipo vestendo i panni del DOOM Slayer, ecco per voi un elenco di consigli utili a padroneggiare le particolari meccaniche di gioco dello sparatutto in prima persona targato Bethesda. Se volete invece saperne di più sul gioco, vi invitiamo a dare un rapido sguardo alla nostra recensione di DOOM Eternal.

    Difficoltà intercambiabile

    Poco prima di dare il via alla campagna di DOOM Eternal dovrete prendere una decisione alla quale vi consigliamo di non dare troppo peso: la selezione del livello di difficoltà. Avrete a disposizione un'ampia scelta che include i seguenti livelli: Troppo giovane per morire, Fatemi male, Ultra-Violenza e Incubo. Le principali differenze tra un livello e l'altro consistono da una parte nell'aggressività dei nemici, i quali alle difficoltà più elevate tendono ad attaccare con maggiore frequenza e ad infliggere più danni e dall'altra, nella quantità di munizioni e salute ottenuti dagli oggetti lasciati cadere dai nemici sconfitti.

    In ogni caso, dopo la scelta iniziale è possibile cambiare la difficoltà in qualsiasi momento visitando il menu delle impostazioni e selezionando la relativa voce nella scheda Gioco. Discorso a parte per la difficoltà Ultra-Incubo e la Modalità Vite Extra: la prima propone un livello di sfida allineato a quello della difficoltà Incubo, alla quale però aggiunge la morte permanente e la possibilità di salvare solo ed esclusivamente tra un livello e l'altro. Per quello che riguarda invece la Modalità Vite Extra, questa riprende il concetto dei vecchi arcade e dà al giocatore un numero di vite che, una volta esaurite, fanno scattare automaticamente il game over.

    Danza di morte

    Se non siete mai entrati in contatto con il reboot di DOOM del 2016 e non avete ancora iniziato il nuovo Eternal, sappiate che si tratta di uno sparatutto in prima persona dalle meccaniche profondamente diverse rispetto ad altri titoli dello stesso genere. A meno che non decidiate di giocare alle difficoltà più basse, il cui livello di sfida è abbastanza risibile, dimenticatevi di stare nascosti dietro un riparo provando a colpire le orde di demoni che affollano gli scenari: si tratta di uno stile di gioco che non trova spazio in DOOM Eternal.

    Questo FPS di Bethesda dà al giocatore un'esigua quantità di munizioni e salute che nel corso di un conflitto a fuoco continuano ad arrivare a valori prossimi allo zero, e l'unico modo per ripristinarle è quello di raccogliere le poche risorse che si trovano in giro per l'arena e soprattutto, sfruttare le nuove dinamiche del titolo. Le creature stordite dai nostri proiettili iniziano infatti a lampeggiare prima di blu e poi di rosso ed è questo il momento per infliggergli un truculento colpo di grazia, premendo il tasto adibito al corpo a corpo per ottenere un po' di punti salute. Se invece avete un disperato bisogno di munizioni, potete premere il tasto Quadrato su PlayStation 5 (X su Xbox Series X|S) per accanirvi sui nemici più piccoli e massacrarli con la motosega ricavarne un bel po' di proiettili. Non dimenticate che in DOOM Eternal l'utilizzo della motosega è sempre legato alla disponibilità di carburante: tenete in mente che il primo slot del relativo indicatore si ricarica automaticamente nel tempo.

    Il segreto per trionfare in ogni battaglia è quello di calcolare attentamente quali sono i nemici più deboli e passare da un colpo di grazia all'altro per tenere sempre alti i parametri vitali del DOOM Slayer e non restare mai a secco di proiettili. Proseguendo nell'avventura sbloccherete anche un utilissimo lanciafiamme che vi permetterà di ottenere punti corazza.

    Punti deboli

    Con i nemici più fragili di DOOM Eternal, tra i quali troviamo gli Imp, continuare a sparare senza sosta è la strategia più utile per metterli al tappeto ma i demoni più grossi e resistenti richiedono ben più di qualche pallottola, e in questi casi è dunque fondamentale conoscere i loro punti deboli. Il Cacodemone può ad esempio essere stordito con una granata dritta in bocca (sia quelle adesive dello shotgun, sia quelle del lanciatore da spalla), mentre la torretta dell'Aracnotron può essere distrutta con un colpo ben assestato (magari con il potenziamento che aggiunge al fucile d'assalto un utile mirino) così da renderlo meno efficace sulla lunga distanza.

    Insomma, ogni nemico ha i suoi punti deboli, solitamente contrassegnati da aree che lampeggiano di rosso quando colpite, e conoscerli tutti permette di affrontare al meglio gli scontri più caotici. Nel caso in cui dovesse sfuggirvi qualcosa, potete sempre dare un'occhiata al Codex, un menu nel quale potete leggere tutti i dettagli sui punti deboli dei nemici.

    Aree segrete

    Proprio come negli episodi originali della serie, in DOOM Eternal gli sviluppatori hanno deciso di nascondere in giro per gli ambienti di gioco numerosi segreti. Per fortuna tutte le aree segrete del gioco sono accessibili con le abilità in dotazione allo Slayer sin dall'inizio, e non è quindi necessario il classico backtracking per recuperare i segreti che ci sono sfuggiti (a tal proposito potete consultare la nostra guida per sbloccare Unmaykr).

    Vi suggeriamo quindi di analizzare sempre con attenzione ciò che vi circonda, poiché potreste notare sporgenze che possono essere raggiunte con un doppio salto o pareti che possono essere distrutte con un attacco corpo a corpo (quelle evidenziate da una crepa nera nascondono sempre un segreto). In queste aree nascoste potreste trovare tanto dei collezionabili come le Bambole dello Slayer quanto delle utilissime Vite Extra, oggetti di colore verde la cui forma riprende quella del casco del protagonista dell'originale DOOM e che permettono al protagonista di tornare in vita in caso di morte senza dover ricaricare l'ultimo checkpoint.

    Battle Pass e sfide

    Eliminare orde di demoni in DOOM Eternal può essere ancor più divertente se lo si fa con il giusto outfit e a questo proposito, è possibile approfittare di una serie di oggetti bonus che possono essere sbloccati per personalizzare il costume dello Slayer e la skin delle varie creature nelle modalità multigiocatore.

    Seguendo quella che è ormai la moda del momento, il gioco implementa una sorta di mini pass stagionale gratuito con numerose ricompense al suo interno, che per essere completato richiede di accumulare un bel po' di punti esperienza. Il modo più semplice per ottenere XP è quello di portare a termine alcune sfide non particolarmente difficili, le quali coinvolgono sia il comparto single player che quello online.

    Inoltre, per massimizzare il quantitativo di esperienza ottenuta potete anche selezionare un paio di amici che giocano attivamente a DOOM Eternal in un'apposita schermata, così che tutte le loro azioni effettuate nel gioco permettano anche a voi di guadagnare punti XP e salire di livello.

    Personalizzate l'esperienza

    Il nostro ultimo consiglio su DOOM Eternal riguarda le numerose opzioni a disposizione per la personalizzazione di visuale ed interfaccia. Se siete giocatori molto esigenti, sappiate che è possibile modificare numerosi aspetti dell'HUD come la sua grandezza, l'eventuale presenza di indicatori aggiuntivi, l'opacità e lo stile del mirino.

    Se siete invece degli inguaribili nostalgici, attraverso il menu delle impostazioni, visitando la tabella Gioco, è possibile abilitare la "Posizione Arma Classica": si tratta di un'apprezzatissima funzionalità aggiuntiva che permette di posizionare l'arma al centro proprio come nei primi due DOOM.

    Che voto dai a: DOOM Eternal

    Media Voto Utenti
    Voti: 96
    7.8
    nd