Dragon Ball FighterZ Guida: consigli e strategie utili per iniziare

Vi proponiamo una serie di consigli e suggerimenti per approcciare al meglio Dragon Ball FighterZ, il picchiaduro dedicato a Dragon Ball Z e DB Super.

guida Dragon Ball FighterZ Guida: consigli e strategie utili per iniziare
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Come ormai già saprete, se avete letto la nostra ricchissima recensione, Dragon Ball FighterZ non è un picchiaduro completamente indirizzato verso il puro fanservice. Benché il gioco sia infarcito di tantissime citazioni tratte dalle tavole del manga o dalle scene più iconiche dell'anime, i ragazzi di Arc System Works, grazie alla loro enorme esperienza con il genere dei fighting game, hanno dato forma ad un titolo fortemente competitivo, in cui un combat system tattico, profondo e ben bilanciato si mescola con una curva d'apprendimento molto semplice da approcciare. Da una parte, infatti, anche i neofiti potranno divertirsi a concatenare combo altamente spettacolari, mentre dall'altra i professionisti si troveranno dinanzi ad una formula ludica che saprà soddisfare i loro istinti combattivi.
    Un equilibrio, insomma, al limite della perfezione. Tuttavia, gli appassionati dello shonen di Toriyama che, fino ad ora, si sono cimentati soltanto con l'assoluta immediatezza della serie Xenoverse potrebbero riscontrare qualche difficoltà di troppo nell'abituarsi ad un sistema di combattimento così differente. Per tutti i giocatori alle prime armi abbiamo quindi deciso di proporre qualche suggerimento utile con il quale affrontare Dragon Ball FighterZ senza subire eccessivamente il contraccolpo delle sue onde energetiche. In ogni caso, il primo consiglio che possiamo darvi è il seguente: ricordate che l'allenamento è la virtù dei saiyan.

    Story Mode

    Dello Story Mode di Dragon Ball FighterZ vi abbiamo già parlato abbondantemente nel nostro articolo dedicato. Ognuno dei tre archi narrativi di cui si compone è diviso in altrettanti capitoli, ciascuno dei quali presenta al suo interno diverse mappe, simili a quelle del gioco dell'oca. Con un numero di turni predeterminato, non dovremo far altro che muoverci di casella in casella, fronteggiando vari scontri per giungere al boss finale di ogni capitolo.

    Benché possa sembrare una formula un po' ripetitiva, vi consigliamo caldamente di non essere "pigri", e quindi di passare almeno una volta su ogni tessera, vincendo così tutti gli incontri, in modo tale da "liberare" i vari eroi e aggiungerli nel vostro party: le varie combinazioni di guerrieri daranno vita a sequenze di intermezzo opzionali davvero spassosissime. Salire di livello aumenterà anche il grado di intesa con gli altri protagonisti, utilissimo per attivare le cosiddette "fasi", che daranno accesso a dialoghi inediti in grado di ampliare parzialmente il background narrativo. Insomma, sperimentate costantemente nuove soluzioni, alternate i membri del vostro gruppo con frequenza, e sconfiggete tutti i nemici che vi si pareranno davanti, senza cercare scorciatoie: ne varrà davvero la pena.

    Arcade Mode

    Accanto allo Story Mode trova spazio una modalità Arcade disposta su tre livelli: La Strada del Serpente, Estrema Gravità e La Stanza dello Spirito e del Tempo. Nella prima vi basterà completare 3 incontri, nella seconda 5 e nella terza ben 7. Ogni stage presenta numerose diramazioni che tengono conto delle valutazioni ottenute a fine match. Per meritare i voti più alti occorrerà prestare molta attenzione non solo allo stile di lotta e alla tecnica utilizzata, ma anche al quantitativo di salute persa. Dopo aver completato ogni percorso almeno una volta, troverete ad attendervi la variante "difficile", che - soprattutto nei duelli finali - saprà dare del filo da torcere anche ai più esperti. In virtù di questo, prima di tentare la scalata nell'Arcade sarà opportuno farsi le ossa giocando nello Story Mode o nella precisissima modalità Allenamento.

    Sbloccare tutti i personaggi

    Dragon Ball FighterZ propone un roster di 24 personaggi. Tuttavia, solo 21 saranno disponibili sin da subito. Gli altri 3 andranno sbloccati eseguendo specifiche richieste. Le versioni Super Saiyan Blu di Goku e Vegeta potranno essere ottenute in due modi: guadagnando 300.000 zeni (per Vegeta) e 500.000 zeni (per Son Goku), oppure completando la modalità Arcade (per la precisione lo stage Estrema Gravità e La Stanza dello Spirito e del Tempo a livello difficile) con grado di valutazione pari o superiore ad A. All'appello manca ancora un unico lottatore: parliamo della bellissima Androide Numero 21, che entrerà a far parte del team dopo aver portato a termine il terzo ed ultimo Arco narrativo dello Story Mode. Un'impresa, quest'ultima, davvero alla portata di tutti.

    Allenatevi duramente

    Come insegnano Goku e Vegeta, l'allenamento è un passo fondamentale per superare i propri limiti. Fortuna che Dragon Ball FighterZ offre un buon numero di possibilità per familiarizzare con il combat system e con il moveset di ogni personaggio. Oltre all'addestramento libero - un ottimo banco di prova per comprendere le peculiarità di ogni lottatore - potrete affrontare sia il Tutorial Battaglia, che vi guiderà passo passo ai comandi base, sia le Sfide Combo, nelle quali dovrete eseguire correttamente tutti gli attacchi dei guerrieri, dai più basilari ai più complessi, ottenendo in cambio una buona quantità di Zeni (ossia la valuta di gioco).

    Non fatevi scoraggiare dalle prime difficoltà: inizialmente le combo più lunghe - che richiedono precisione e tempismo - non saranno facili da inanellare, ma con la giusta pratica inizierete a prendere confidenza con il sistema di controllo e con le tempistiche di ogni membro del roster. Trascorrere qualche ora nell'Allenamento prima di buttarvi a capofitto nell'Arcade o nell'Online non sarà certo tempo sprecato: vi darà anche l'occasione per testare i vari eroi e costruire il vostro party preferito.

    Un team equilibrato

    Gli scontri di Dragon Ball FighterZ, come sappiamo, si svolgono solo ed esclusivamente 3vs3: una volta conquistati tutti i personaggi, arriva il momento di mescolare un po' le carte in tavola per cercare il trittico di guerrieri che faccia al caso vostro. L'obiettivo è quello di bilanciare al meglio tutti i membri, così da avere un team perfettamente equilibrato e confacente al vostro stile di combattimento. Potrete affiancare gli eroi dotati di abilità a corto raggio con quelli a lunga distanza, i guerrieri di "supporto" come Crilin, o i tank come Nappa, ed amalgamarli tra di loro per creare un gruppo adatto a varie strategie e situazioni.

    Dopo aver composto la vostra squadra dei sogni sarete pronti a scendere in campo. Ricordate anche che le mosse speciali dei lottatori possono essere combinate tra di loro per danneggiare profondamente l'avversario. Mentre state eseguendo una Super, infatti, vi basterà premere L1/LB e L2/LT per chiamare sul terreno gli altri due membri in panchina, che si uniranno in battaglia giusto in tempo per attivare la loro mossa speciale e travolgere lo sfidante. Ogni intervento richiederà una barra di energia, quindi state ben attenti a non consumarle del tutto.

    Dosare bene l'energia

    A tal proposito, gran parte del gameplay di FighterZ si basa sull'uso del ki e delle mosse speciali. Le super dei personaggi necessitano di un quantitativo variabile di energia a seconda dell'intensità dell'attacco. Per farvi un esempio, il Big Bang di Vegeta ha bisogno di un solo indicatore, mentre il suo Final Flash di ben 3 barre. Queste possono essere ricaricate premendo contemporaneamente X e Quadrato su PS4 - A e X su Xbox One, oppure colpendo ripetutamente gli avversari. La frenesia degli scontri vi indurrà spesso a sfruttare il teletrasporto (attivabile premendo Triangolo e Cerchio su PS4 - Y e B su Xbox One), il quale, tuttavia, risucchierà un intero indicatore. Abusare di questa importantissima meccanica per disorientare gli sfidanti, coglierli alle spalle o sfuggire ad un assalto frontale, pertanto, rischia di lasciarvi a secco di energia. Quindi state ben attenti a non esagerare.

    L'arte della parata

    Sebbene si dica che la miglior difesa è l'attacco, in Dragon Ball FighterZ quest'antica massima non vale in tutte le occasioni. Nonostante il dinamismo delle battaglie lasci presagire il contrario, la parata è essenziale per sopravvivere contro i nemici più abili. Per respingere i colpi avversari non dovrete far altro che premere la freccia nella direzione opposta a quella verso cui si orienta il vostro personaggio, come nella stragrande maggioranza dei picchiaduro. Prestate attenzione ai colpi bassi: molte combo iniziano attaccandovi in alto e poi proseguono rapidamente indirizzandosi sotto la cintura. Cercate di memorizzare quanto più possibile i moveset dei contendenti per cogliere il giusto tempismo con cui abbassarvi e rialzarvi, così da bloccare buona parte degli assalti. La parata ed il teletasporto si rivelano assai utili specialmente quando verrete incastrati ai margini del ring, in modo tale da restare in guardia finché lo sfidante non si rende vulnerabile per quella frazione di secondo utile a contrattaccare.

    Sostituire spesso i giocatori

    Nel corso degli incontri, dopo aver subito qualche sganascione, vi accorgerete che la barra della salute inizierà a svuotarsi pian piano, dividendosi però in due segmenti, uno giallo ed uno blu. Quest'ultimo rappresenta la quantità di salute che si rigenera in automatico quando il guerriero è a riposo, oppure premendo in contemporanea tutti i pulsanti frontali del pad, oppure ancora R1/R2 o RB/RT.

    Insomma, anche se per il vostro personaggio sembra giunta l'ora, non disperate: sostituite immediatamente il guerriero più malandato e lasciatelo un po' in disparte, in tempo per permettergli di rimettersi in sesto. Qualora la CPU usasse la stessa tecnica, potrete costringerla a cambiare lottatore premendo L1 - LB durante un "Impeto del Drago" (una combo automatica che si attiva colpendo lo sfidante con R1-RB).

    Padroneggiare il combat system

    Abbiamo già avuto modo di ribadirlo più e più volte: Dragon Ball FighterZ è un gioco facile da approcciare ma difficile da padroneggiare a dovere. Allo scopo di aiutare gli utenti meno esperti, Arc System Works ha inserito delle combo automatiche che infliggono danni vistosamente inferiori rispetto a quelle manuali. Per concatenarle vi basterà premere continuamente il tasto Quadrato/X (combo leggera) oppure Triangolo/Y (combo pesante, che culmina con una mossa speciale). Le Super, invece, si attivano con la pressione combinata delle mezzelune e di R1/RB o R2/RT: la pratica, in tal caso, è la vostra migliore alleata. Al fine di rompere la guardia di un avversario perennemente in posizione difensiva, potrete assaltarlo con il già citato "Impeto del Drago" (azionabile con R1/RB) che dà il via ad una serie di colpi tramite la quale scagliare in aria lo sfidante. Nel bel mezzo di una combo (sia automatica che manuale) potrete chiedere l'intervento momentaneo degli altri guerrieri del team (Z assist) premendo velocemente L1/LB o L2/LT (rispettivamente per il secondo ed il terzo membro del gruppo), così da combinare gli attacchi e massimizzare i danni. Nel caso in cui vogliate cambiare personaggio (Z change), invece, non dovrete far altro che tenere premuto L1/LB o L2/LT.

    Trasformazioni

    In FighterZ non sono presenti le trasformazioni dei lottatori durante i match come siamo stati abituati a vederle in altri giochi a marchio Dragon Ball. Goku e Vegeta, ad esempio, inizieranno lo scontro già in versione Super Saiyan, mentre lo stadio del SSJ Blu occupa un paio di slot a parte. Son Goku, dal canto suo, possiede una mossa speciale (da azionare con una mezzaluna ed R2/RB) che gli permette di raggiungere per un istante il Super Saiyan di terzo livello, giusto il tempo di colpire il nemico con una potentissima Kamehameha, per poi tornare alla forma normale.

    Fa eccezione Freezer, che - tramite una Super attivabile con una mezzaluna ed R2/RB - può evolversi in Golden e combattere in questo stato per un breve periodo. Quando finirà l'effetto, tuttavia, l'Imperatore del Male si accascerà al suolo per un secondo, immobile e privo di energia: una finestra di vulnerabilità che i giocatori più abili non si lasceranno sfuggire. Per ovviare a questo piccolo inconveniente, provate a premere X/A quando Freezer perde le forze: vi aspetta un piacevole easter egg citazionistico che - in alcuni frangenti - potrebbe anche salvarvi la pelle.

    Sfere del drago

    Per trarvi da una situazione di grosso impiccio esiste anche un altro metodo, un po' più complicato: risvegliare il dio drago Shenron raccogliendo le sette sfere. Il primo modo consiste nell'effettuare una serie di combo manuali: in base al numero di colpi messi a segno otterrete una diversa reliquia. Ad esempio, una combo da 10 attacchi sbloccherà la sfera da una stella, una combo da 20 colpi quella da due stelle e così via. Il secondo stratagemma prevede di inanellare una combo leggera (col tasto Quadrato/X): in questo caso, l'ordine delle sfere sarà identico a quello con il quale Bulma e Goku le recuperano nella prima parte del manga.
    Dopo averle collezionate, sarà sufficiente incatenare un'altra volta una combo leggera (a patto di avere 7 barre di energia piene) per evocare il Drago. A questo punto potremo esprimere 4 desideri: ripristinare la salute, riportare in vita un alleato, ottenere il potere assoluto e divenire immortali. Le sfere, però, saranno condivise: ciò implica che Shenron potrà essere richiamato dal primo utente che porterà a compimento l'ultima combo, ottenendo così bonus molto interessanti, capaci di capovolgere le sorti del match.

    Introduzioni e conclusioni spettacolari

    Dragon Ball FighterZ è infarcito di citazioni: all'inizio e alla fine di alcuni incontri avremo l'opportunità di assistere a scene di intermezzo che ricostruiscono in digitale alcune sequenze più famose dell'anime. Sarà necessario, però, rispettare determinate condizioni, che coinvolgono i personaggi in campo e l'arena dello scontro. Di seguito l'elenco delle introduzioni e delle conclusioni definite "spettacolari":
    Introduzioni:
    Personaggio: Crilin - Sfidante: Nappa - Arena: Campo Roccioso
    Personaggio: Goku - Sfidante: Freezer - Arena: Pianeta Namecc (Crilin non deve essere nel team)
    Personaggio: Gohan ragazzo - Sfidante: Cell - Arena: Cell Game (l'Androide 16 non deve essere nel team)

    Conclusioni spettacolari
    Per attivare una conclusione spettacolare sarà obbligatorio sconfiggere uno specifico avversario per ultimo (e quindi vincere il match) utilizzando (come colpo finale) un attacco pesante (O/A)
    Personaggio: Nappa - Sfidante: Yamcha - Arena: Campo Roccioso (Sera) - Provate ad invertire i ruoli per avere una piccola sorpresa
    Personaggio: Goku - Sfidante: Freezer - Arena: Namecc distrutto
    Personaggio: Trunks - Sfidante: Freezer - Arena: Campo Roccioso (sera)
    Personaggio: Gohan ragazzo - Sfidante: Cell - Arena: Cell Game (lo stage deve essere distrutto e Goku non deve essere nel team)
    Personaggio: Goku - Sfidante: Kid Bu - Arena: Pianeta dei Kaioh
    Personaggio: Bills - Sfidante: Goku - Arena: Spazio

    Investire le monete Zeni

    Vincere i duelli, completare l'allenamento, terminare l'Arcade e lo Story Mode ci premierà con un numero variabile di Zeni, da investire nel negozio del gioco: potremo così comprare delle capsule nelle quali sono contenuti degli oggetti estetici come colori per i costumi secondari e avatar in formato chibi da sfoggiare nella sala d'attesa. Non siate parsimoniosi, quindi, ed investite tutto il denaro risparmiato in elementi cosmetici tali da permetterci di distinguerci tra gli altri partecipanti.

    Che voto dai a: Dragon Ball FighterZ

    Media Voto Utenti
    Voti: 130
    8.2
    nd