F1 22: i trucchi per vincere tutte le gare

I trucchi per raggiungere il podio in ogni gara di F1 22, il nuovo simulatore di Formula Uno prodotto da Codemasters ed Electronic Arts.

F1 22: i trucchi per vincere tutte le gare
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Da qualche giorno a questa parte, gli appassionati di Formula 1 di tutto il mondo possono dilettarsi ad imitare i loro beniamini grazie al debutto di F1 22, nuova iterazione della serie Codemasters - team che fa ora parte della famiglia di Electronic Arts - approdata su PC e console. Se anche voi state per saltare a bordo di uno dei velocissimi bolidi che si possono usare nel gioco per sfrecciare sui circuiti di tutto il mondo, ecco una serie di consigli che potrebbero aiutarvi a salire sul podio. Prima di cominciare con i nostri suggerimenti, vi invitiamo anche a dare un'occhiata alla recensione di F1 22 che trovate sulle pagine di Everyeye.

    Memorizzate le piste

    Anche se siete giocatori esperti della serie che conoscono a menadito ogni singolo circuito, sappiate che nel nuovo F1 22 sono state apportate importanti modifiche ai tracciati e dovrete abituarvi di nuovo a ciascuno di essi. Con l'obiettivo di proporre ai fan l'esperienza più vicina possibile alla realtà, il team di sviluppo ha deciso di modificare alcune sezioni dei percorsi che differivano rispetto alla loro controparte reale e, di conseguenza, vi ritroverete a gareggiare su piste diverse rispetto a quelle sulle quali avete trascorso ore ed ore negli ultimi mesi.

    Se quindi volete avere prestazioni al top durante le gare offline oppure in quelle multiplayer online, fareste bene a trascorrere qualche ora con il semplice obiettivo di imparare tutti i circuiti di F1 22 e scoprire quelle che sono le differenze rispetto al passato. Tra le piste che più hanno subito modifiche troviamo l'Albert Park Circuit in Australia e il circuito di Catalogna.

    Occhio ai cordoli

    Se già nella precedente iterazione della serie di racing game Codemasters i cordoli erano un incubo per i piloti virtuali, sappiate che gli oggetti che delimitano i circuiti in F1 22 sanno essere ancora più insidiosi e occorre fare molta attenzione affinché la loro presenza non influisca negativamente sulle vostre prestazioni. Talvolta potrebbe capitare che sopraggiunga la voglia di passare con le ruote sui cordoli per stringere una curva e ridurre i tempi: non c'è nulla di più sbagliato, poiché il contatto dei pneumatici con questi elementi dello scenario non solo rallenta il veicolo, ma potrebbe persino farvi perdere il controllo e compromettere la gara. Va precisato che questo non è un consiglio universale, poiché vi sono alcuni rari casi in cui passare sul cordolo può effettivamente contribuire a ridurre i tempi senza danni al veicolo, ma è bene sapere in quali circostanze sia possibile destreggiarsi in questa mossa azzardata e quando evitare.

    Mantenete la traiettoria

    Al primo avvio di F1 22, vi renderete immediatamente conto che la traiettoria di guida sarà attiva di default. Questo significa che, a meno che non decidiate di modificare le impostazioni, a terra vedrete una linea che servirà ad indicarvi il percorso migliore non solo per ridurre i tempi di percorrenza della pista, ma anche per evitare collisioni o di giungere in prossimità di una curva con una velocità eccessiva, la quale porta spesso e volentieri allo schianto del veicolo o ad un testacoda per via della frenata.

    A meno che non siate utenti navigati che vogliono godersi l'esperienza di guida creata da Codemasters senza alcun tipo di aiuto, vi suggeriamo di non disattivare la traiettoria almeno per le prime ore di gioco, visto che la sua presenza è fondamentale per apprendere le dinamiche del veicolo, molto più rigido e difficile da controllare rispetto al precedente capitolo.

    Utilizzate gli assist giusti

    Il nostro consiglio relativo all'utilizzo della traiettoria non implica che gli assist di F1 22 siano tutti fondamentali, anzi.

    Uno dei migliori modi per iniziare a giocare è infatti quello di selezionare con cura quali aiuti attivare e quali disabilitare, dal momento che esistono alcune opzioni che tendono ad essere invadenti e rischiano di rovinare l'esperienza di guida anche a chi non è avvezzo al genere. Più nello specifico, ci riferiamo agli aiuti relativi allo sterzo e alla frenata, la cui attivazione rende il gioco molto più semplice e al contempo toglie al giocatore il controllo del veicolo, dal momento che alcune manovre saranno guidate dall'intelligenza artificiale per evitare qualsiasi tipo di errore. Anche il controllo automatico dell'ERS (Energy Recovery System) rientra fra gli assist ‘negativi', poiché potrebbe intaccare il DRS (Drag Reduction System) e impedirvi di eseguire con successo un sorpasso.

    Ritoccate l'auto

    A meno che il vostro obiettivo non sia semplicemente quello di completare qualche gara in spensieratezza, è molto probabile che siate intenzionati a giocare F1 22 con l'intento di scalare le classifiche e raggiungere i tempi migliori in ogni singolo tracciato disponibile nel pacchetto.

    Oltre a configurare gli assist nel migliore dei modi, per assicurarsi che il veicolo affronti il percorso con facilità e senza intoppi è fondamentale che si trascorra del tempo nel menu della personalizzazione. Non è sufficiente puntare tutto sulla velocità e, affinché il bolide che state pilotando completi un giro nel minor tempo possibile, è necessario concentrarsi anche sulla gestione del peso e sulla manovrabilità per far sì che le curve possano essere superate senza pericolosi incidenti.

    Opzioni grafiche

    Chi gioca F1 22 su Xbox Series S non ha l'opportunità di modificare le impostazioni grafiche, le quali sono invece disponibili sulle versioni PlayStation 5 e Xbox Series X.

    In questi casi è possibile selezionare una delle seguenti opzioni video: Grafica e Prestazioni. Selezionando la prima opzione, si può giocare a risoluzione 4K e a 60 fotogrammi al secondo. La seconda possibilità offerta nel menu è invece dedicata a tutti coloro i quali possiedono un pannello in grado di visualizzare immagini a 120Hz, visto che la modalità Prestazioni abbassa la risoluzione a 1440p ma raddoppia la fluidità, garantendo i 120 FPS. Nel caso in cui il vostro televisore supporti tale modalità solo ad una risoluzione inferiore (alcuni TV supportano i 120FPS solo a 1080p), vi basterà abbassarla dalle opzioni video della console e poi attivare la modalità grafica nel gioco. Va infine precisato che il Ray Tracing è attivo su PlayStation 5 e Xbox Series X, ma solo nelle seguenti situazioni di gioco: replay, filmati e front-end.

    Che voto dai a: F1 22

    Media Voto Utenti
    Voti: 9
    6.9
    nd