Ghostwire Tokyo: guida e trucchi per il nuovo gioco horror per PS5 e PC

I trucchi per eliminare ogni minaccia in Ghostwire Tokyo, il gioco horror di Tango Gameworks disponibile su PC e PlayStation 5.

Ghostwire Tokyo: guida e trucchi per il nuovo gioco horror per PS5 e PC
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Betheda ha ufficialmente inaugurato il suo 2022 con Ghostwire Tokyo, l'esclusiva temporale per PC e PlayStation 5 che porta il giocatore in una Tokyo infestata da mostruose creature e fedelmente riprodotta, così da rendere l'esperienza del gioco in prima persona parecchio coinvolgente. Passeggiare tra i quartieri della città popolata da mostruosità di ogni genere potrebbe non essere un'impresa alla portata di tutti e, a tal proposito, abbiamo deciso di proporvi una serie di trucchi e consigli che potrebbero rendere le vostre prima ore di gioco più piacevoli. Prima di iniziare con la guida, vi invitiamo anche a dare uno sguardo alla nostra recensione di Ghostwire Tokyo.

    Cabine telefoniche

    Il metodo attraverso il quale il protagonista di Ghostwire Tokyo può accumulare punti esperienza è abbastanza particolare ed è fondamentale che il giocatore comprenda alla perfezione questa meccanica di gioco per evitare che l'inventario si riempia e non gli consenta di ottenere ulteriori XP. Come avrete appreso nel corso del secondo capitolo, in giro per la mappa si possono trovare degli spiriti che il giovane protagonista può ‘catturare' tramite l'ausilio di un Katashiro, uno speciale foglio di carta che è in grado di intrappolarli.

    Il problema del Katashiro è che la sua capienza non è illimitata e, sebbene nel corso dell'avventura sia possibile ampliarne la capacità, è fondamentale che tutti gli spiriti raccolti vengano depositati per poterne trovare altri e massimizzare il quantitativo di esperienza ottenuta. A tal proposito, è molto importante che facciate visita periodicamente ad una cabina telefonica: in questi luoghi potrete infatti contattare Ed, il quale vi permetterà di trasferirgli le anime e liberare così il Katashiro.

    Usate il parry

    In Ghostwire Tokyo non esiste un modo per schivare agilmente gli attacchi delle creature nemiche e occorre quindi trovare delle alternative per difendersi dall'aggressività degli avversari.È proprio qui che entra in gioco il parry, che nel titolo Tango Gameworks viene chiamato ‘parata perfetta'. Il protagonista è infatti in grado di difendersi dagli attacchi tenendo premuto l'apposito tasto che, se premuto poco prima dell'impatto, consente di difendersi senza subire alcun tipo di danno. Padroneggiare il parry in Ghostwire Tokyo è molto importante, visto che questa tecnica è efficace tanto contro gli attacchi corpo a corpo quanto contro quelli a distanza.

    Sfruttate gli incantesimi

    Oltre all'arco, che è un'arma incredibilmente utile per chi vuole avere un approccio furtivo in giro per la mappa di Ghostwire Tokyo, il protagonista dispone di tre diversi incantesimi che sfruttano un elemento diverso e vantano caratteristiche completamente diverse tra loro.

    Ecco di seguito tutti gli incantesimi di Ghostwire Tokyo con una breve descrizione:

    Vento: si tratta del primo incantesimo che si ottiene nel gioco e permette di colpire i bersagli con proiettili singoli che possono essere sparati ad una certa velocità, sebbene siano poco incisivi in termini di danni. Caricando il colpo per qualche secondo si sparano quattro proiettili, perfetti per infliggere maggiori quantitativi di danno sui bersagli sufficientemente lenti da consentire la carica dell'incantesimo

    Acqua: l'incantesimo legato all'acqua è molto più potente rispetto al precedente, ma vanta anche una gittata inferiore ed è quindi consigliabile utilizzarlo a distanza ravvicinata proprio come un fucile a pompa in uno sparatutto. Anche in questo caso è disponibile un attacco caricato che copre un'area maggiore e infligge più danni

    Fuoco: l'ultimo incantesimo, quello relativo all'elemento fuoco, è il classico asso nella manica da sfoderare contro gli avversari più tosti. Si tratta infatti di un proiettile lento ma dalle potenzialità incredibili che può essere paragonato ad un lanciarazzi. Caricare questo incantesimo scatena un'esplosione all'impatto che può annientare chiunque finisca nel suo raggio d'azione

    Date da mangiare ai cani

    Il cibo è molto importante in Ghostwire Tokyo, visto che permette al protagonista di recuperare salute e, utilizzando dei consumabili speciali, di ricevere dei bonus temporanei alle statistiche. Sappiate però che esiste anche un altro tipo di cibo che può tornare molto utile ai fini dell'esplorazione: il cibo per cani. In giro per i quartieri della Toyko infestata si possono infatti incontrare svariati quadrupedi e fareste meglio a non restargli indifferenti. Dando del cibo a questi animali, questi saranno così felici da condurvi verso oggetti preziosi che si nascondono nei dintorni. Che si tratti di denaro, consumabili o altri tesori, questo semplice gesto vi renderà in qualche modo più ricchi.

    Usate la Visione Spettrale

    Ovviamente non dovrete affidarvi esclusivamente ai cani per il ritrovamento degli oggetti tra i quartieri di Shibuya e, a questo proposito, in Ghostwire Tokyo esiste un'abilità davvero essenziale nelle fasi esplorative, ovvero la Visione Spettrale.

    L'attivazione di questa skill permette al giocatore di individuare qualsiasi elemento dello scenario con il quale interagire, anche nel caso in cui dovesse trovarsi oltre le pareti. È bene quindi utilizzare con costanza questa abilità per trovare senza troppi problemi l'Etere Cristallizzato, il cibo, i collezionabili e persino i cani di cui vi abbiamo parlato poco sopra.

    Combattete a distanza

    Le creature di Ghostwire Tokyo sono particolarmente aggressive e durante i combattimenti fareste meglio a non avvicinarvi mai troppo a loro, poiché rischiereste di morire. Come vi abbiamo accennato, il protagonista può eseguire il parry ma non dispone di tecniche evasive e i nemici tendono a colpire con violenti attacchi corpo a corpo chiunque osi avvicinarsi.

    Il metodo migliore per affrontare ogni minaccia è quello di restare a debita distanza e sferrare quanti più incantesimi possibili, sfruttando magari la lentezza di alcuni avversari per caricare i colpi ed infliggere così più danni. Sappiate inoltre che alcune creature possono essere colpite alle gambe: in questo modo li farete accasciare per qualche istante, guadagnando secondi preziosi per finirli.

    Che voto dai a: Ghostwire Tokyo

    Media Voto Utenti
    Voti: 16
    7.8
    nd