Hades: trucchi e guida per principianti

I trucchi per aiutare Zagreus a fuggire dagli inferi in Hades, ora disponibile anche su PS4, PS5, Xbox One e Xbox Series X/S.

Hades: trucchi e guida per principianti
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Sono trascorsi diversi anni dal lancio dell'Early Access di Hades in esclusiva sull'Epic Games Store e, dopo aver raggiunto anche Steam e Nintendo Switch con la versione definitiva, l'acclamatissimo roguelike targato Supergiant Games si prepara a colonizzare anche le piattaforme Sony e Microsoft grazie alle versioni PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One e Xbox Series X|S. Se avete intenzione di cimentarvi nell'avventura di Zagreus per aiutarlo ad interrompere il loop di tentativi di fuga dagli inferi e sfuggire così al controllo di Ade, ecco una serie di consigli che potrebbero contribuire a raggiungere questo traguardo.

    Per saperne di più sul gioco, invece, vi suggeriamo di dare uno sguardo alla nostra recensione di Hades per PlayStation e Xbox a cura di Marco Mottura.

    Chiacchierate con tutti

    Se avete subito una sconfitta nel corso del vostro ultimo tentativo di fuga, allora vi ritroverete ancora una volta nell'hub di gioco. Se volete un consiglio, in questi casi è meglio non ripartire subito con una nuova run poiché esplorare le stanze occupate dalle varie divinità potrebbe riservarvi qualche sorpresa.

    Di tanto in tanto vi ritroverete di fronte a personaggi con un punto esclamativo sulla testa, il quale indica che questi NPC hanno qualcosa da dirvi e potete quindi interagirci. In alcuni casi potrebbero darvi delle informazioni essenziali per proseguire nell'avventura (soprattutto nelle prime fasi di gioco), ma in altre occasioni vi sveleranno dei dettagli molto interessanti sulla storia e, se non volete lasciarvi sfuggire nulla sulla trama di Hades, fareste bene a non perdervi un solo dialogo.

    Trovate l'arma giusta

    Uno degli aspetti da non trascurare ai fini della riuscita di una partita è sicuramente la scelta dell'arma. In Hades non si trovano armi nel corso della run ma sta al giocatore decidere quale strumento di morte utilizzare, scegliendolo tra quelli disponibili (ogni arma va sbloccata). La stanza in cui è possibile selezionare l'arma funge anche da area d'addestramento nella quale provare tutti gli attacchi su un bizzarro NPC che funge da bersaglio e rappresenta il modo migliore per comprendere quale sia l'oggetto più adatto al vostro stile di gioco.

    A prescindere da quale possa essere la vostra arma preferita, vi suggeriamo di dare un'opportunità allo scudo. Questa particolare arma è incredibilmente versatile a causa della sua possibilità tanto di colpire con attacchi corpo a corpo che di essere scagliato contro il nemico e rimbalzare anche sugli altri avversari nei paraggi. Spesso noterete anche un'aura viola intorno ad una delle armi: questo significa che utilizzare quell'oggetto nella run che sta per iniziare conferisce un bonus alla Tenebra ottenuta.

    Padroneggiate la schivata

    Se volete sopravvivere ai pericoli dell'Ade sarebbe consigliabile imparare ad utilizzare sin da subito la schivata. Questa semplice azione non solo è perfetta per schivare i proiettili e gli attacchi ravvicinati dei nemici, ma è anche utilissima per superare eventuali voragini, poiché schivare nei pressi di una zona vuota permette al protagonista di spostarsi automaticamente dall'altra parte.

    Potete quindi comprendere facilmente come utilizzare saggiamente la schivata permetta di sconfiggere orde di nemici senza subire danni e conservare così la salute per gli incontri più complessi come quelli con i boss. Sappiate inoltre che esistono dei potenziamenti che migliorano l'azione in questione aggiungendo persino la possibilità di infliggere danni o lasciare pozze che danneggiano i nemici.

    Utilizzate la Tenebra

    Tra una run e l'altra è molto importante non solo chiacchierare con i personaggi, ma anche fare tappa presso lo specchio nella personale stanza di Zagreus. Interagendo con l'oggetto è possibile investire tutta la Tenebra accumulata nel corso delle partite, ovvero quella risorsa contrassegnata da un'icona viola a forma di cristallo.

    In questa schermata è possibile acquistare una serie di potenziamenti i cui effetti sono cumulabili e consentono di avere dei leggeri vantaggi come, ad esempio, la possibilità di recuperare una piccola quantità di salute al superamento di ogni stanza. Esistono però anche dei "power-up a gettone", ovvero potenziamenti il cui acquisto vale solo per un utilizzo: tra questi ve n'è anche uno che funge da 1UP e conferisce al giocatore una seconda chance dopo la morte. Insomma, non trascurate questo aspetto del gioco e spendete tutta la Tenebra per avere maggiori probabilità di sopravvivere.

    Donate il Nettare agli NPC

    Oltre alla Tenebra, in Hades esiste anche un'altra risorsa permanente che il protagonista può tenere anche dopo la morte: il Nettare. Questi oggetti sono molto importanti perché possono essere donati ai vari personaggi, i quali vi ricompenseranno con dei Mementi, una sorta di mod che si possono equipaggiare dalla teca nella stanza in cui è possibile selezionare l'arma. Ognuno dei Mementi disponibili non solo possiede malus e bonus, ma può anche essere potenziato rispettando specifici requisiti.

    È quindi fondamentale raccogliere abbastanza Nettare per sbloccare tutte le mod relative ai personaggi con i quali Zagreus può interagire. A questo proposito, vi suggeriamo di conservare sempre almeno un'unità di Nettare nell'inventario. Come spesso accade nei Roguelike, infatti, nel corso di una run potrebbe capitare di incontrare personaggi più o meno rari e nel caso in cui non doveste avere un dono potrebbero volerci molti altri tentativi prima di incontrarli nuovamente.

    Riflettete sulla build da costruire

    Tra le meccaniche più interessanti di Hades vi è la possibilità di costruirsi una build nel corso di ogni run. Sebbene i potenziamenti siano casuali come in ogni roguelike che si rispetti, ogni volta il giocatore si ritrova a scegliere un power-up fra una selezione di tre appartenenti a rarità diverse. Non lasciatevi ingannare dal colore del potenziamento e valutate sempre quello da selezionare in base alle vostre esigenze e non trascurando anche quelli applicati in precedenza.

    Se avete dedicato diversi slot per i potenziamenti agli attacchi corpo a corpo potrebbe valere la pena continuare su questa strada ed evitare di migliorare un po' tutto, poiché aumentare a dismisura il potere d'attacco di un'abilità potrebbe garantirvi dei grossi vantaggi e consentirvi di sconfiggere in maniera relativamente facile tutti gli avversari.

    Usate i trucchi

    Se i roguelike non sono il vostro forte e dopo ripetuti tentativi siete convinti di non riuscire a procedere nell'avventura di Zagreus, sappiate che non è ancora detta l'ultima parola. Supergiant Games ha infatti deciso di implementare in Hades un'opzione non semplice da individuare e grazie alla quale i giocatori possono mettere in secondo piano la sfida e focalizzarsi sulla componente narrativa e sull'esplorazione dell'Ade.

    Visitando il menu delle impostazioni è presente una serie di voci extra nella parte bassa della schermata tra le quali non solo vi è l'opzione per abilitare il timer a schermo, ma anche quella per attivare la cosiddetta Modalità Dio. Quando è presente la spunta su questa voce del menu, il gioco rende Zagreus sempre più forte ad ogni morte ed è quindi impossibile non riuscire a fuggire dagli inferi dopo qualche fallimento, poiché avrete statistiche sufficientemente alte da sconfiggere agilmente qualsiasi minaccia vi si pari davanti.

    Che voto dai a: Hades

    Media Voto Utenti
    Voti: 147
    8
    nd