Lost Ark: guida alle classi, server, ricompense e trucchi per iniziare

Trucchi per muovere i primi passi nel mondo di Lost Ark, il nuovo gioco di ruolo di Smilegate e Amazon scaricabile gratis su Steam.

Lost Ark: guida alle classi, server, ricompense e trucchi per iniziare
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Dopo un passaggio al free to play piuttosto turbolento, i server di Lost Ark hanno ripreso a funzionare dopo l'interruzione che ha segnato ufficialmente la fine dei tre giorni di Accesso Anticipato. Tutti i giocatori Steam possono infatti scaricare e giocare in maniera completamente gratuita l'MMORPG pubblicato in Europa ed America grazie ad Amazon. Dal momento che si tratta di un gioco abbastanza complesso, soprattutto per chi non è pratico del genere, abbiamo deciso di proporvi una serie di consigli che vi aiuteranno a muovere i primi passi nel mondo di Arkesia ed evitare alcuni errori che potrebbero rovinarvi l'esperienza. Prima di procedere con i consigli, vi suggeriamo di leggere anche la nostra prova di Lost Ark.

    Provate tutte le classi

    Non vi mentiremo: scegliere una classe in Lost Ark è davvero difficile per via della miriade di opzioni disponibili. Il nostro consiglio è quello di creare un personaggio per ciascuna classe, poiché nel corso del tutorial iniziale viene data la possibilità di testare qualsiasi sottoclasse con le relative abilità ed è così possibile farsi un'idea delle potenzialità di ciascun tipo di personaggio.

    Ecco di seguito una breve descrizione di ogni sottoclasse:

    Warrior
    Berserker: il classico guerriero armato di spadone che dispone di abilità che aumentano il suo valore d'attacco e quello dell'intera squadra
    Paladin: classe di supporto che protegge gli alleati con incantesimi-scudo senza però rinunciare alla possibilità di infliggere notevoli quantità di danni
    Gunlancer: dei tre Warrior, questo è il classico tank. Il Gunlancer può assorbire molti danni e fare da scudo per l'intero team

    Martial Artist
    Striker: come il Monaco di Diablo, questo guerriero combatte molto rapidamente con calci e pugni e può eseguire abilità che scagliano in aria i nemici. È l'unica sottoclasse maschile tra quelle del Martial Artist
    Wardancer: variante femminile dello Striker che può caricare alcuni attacchi ed eseguire abilità di tipo elementale
    Scrapper: a differenza delle due precedenti sottoclassi, lo Scrapper deve alternare due diverse tipologie di attacco legate ad altrettante forme di energia che si ricaricano a vicenda
    Soulfist: oltre a poter combattere a distanza ravvicinata come tutti i personaggi che fanno parte di questa classe, il Soulfist dispone anche di colpi a distanza

    Gunner
    Gunslinger: perfetto per gli scontri a distanza, il Gunslinger ha a sua disposizione tre diversi tipi di arma da fuoco che può cambiare anche durante il combattimento, così da massimizzare il danno in base alla situazione
    Artillerist: questa sottoclasse dispone di un'enorme arma che può trasformarsi all'occorrenza in mitragliatrice, lanciafiamme o lanciarazzi ed è perfetta per la gestione di gruppi di nemici
    Deadeye: proprio come il Gunslinger, questa tipologia di personaggio ha tre armi da usare in battaglia ma il suo stile di gioco è più votato alla mobilità che alle capacità offensive

    Sharpshooter: tra tutte le sottoclassi del Gunner, questa è quella che permette di attaccare dalle distanze più lunghe, con la possibilità di infliggere danni aumentati ai nemici ignari della presenza del giocatore

    Mage
    Bard: si tratta della più classica maga di supporto che controbilancia scarsi valori di attacco e difesa con potenti incantesimi in grado di potenziare, curare e proteggere tutti gli alleati
    Sorceress: in questo caso si tratta sempre di una strega, ma le sue capacità sono difensive e perfette per infliggere danni ad area

    Assassin
    Shadowhunter: dotata di una coppia di spade curve, questa assassina può trasformarsi in demone grazie ad abilità che ne migliorano la resistenza agli attacchi e la velocità di movimento
    Deathblade: altra versione dell'assassina che si focalizza sugli attacchi con i pugnali, i quali infliggono molti più danni quando eseguiti alle spalle del nemico

    Il server giusto

    Altra scelta molto importante da fare al primo avvio di Lost Ark è quella del server, poiché non è possibile trasferire il personaggio da un server all'altro e ora che c'è grande affluenza è probabile che molti dei server disponibili siano ormai occupati. I

    giocatori italiani si trovano prevalentemente su Neria, ma nel caso in cui non doveste riuscire a creare un personaggio su questo server non demordete. Lost Ark supporta alcune funzionalità cross-server e, sebbene non sia possibile esplorare il mondo di gioco con gli utenti che si trovano su altri server, è comunque possibile partecipare con loro ad alcune attività, incluse quelle endgame.

    Completate il prologo una volta

    Durante le primissime fasi dell'avventura di Lost Ark, noterete un grosso tasto nell'angolo dello schermo che permette ai giocatori di saltare l'intero Prologo. Sebbene tale opzione sia utilissima per chi vuole creare un secondo o un terzo personaggio, sarebbe meglio portare a termine il tutorial se è la vostra prima partita. Oltre ad essere utile per via delle informazioni che vengono date al giocatore su come interagire con lo scenario ed eliminare i nemici, il primo completamento del Prologo permette agli utenti di ottenere alcune ricompense che potrebbero tornarvi utili.

    Spendete tutti i punti abilità

    Man Mano che il vostro personaggio salirò di livello in Lost Ark, egli riceverà degli utilissimi punti abilità da distribuire in un'apposita schermata per rendere più efficaci le mosse a sua disposizione. Nel caso in cui foste in dubbio su come spendere questi punti, sappiate che non c'è bisogno di riflettere troppo e lo stesso gioco invita i giocatori a sperimentare. In qualsiasi momento avrete infatti l'opportunità di ritornare indietro e ridistribuire da zero i punti e tale meccanica non ha alcun costo.

    Conservate le pozioni migliori

    La campagna di Lost Ark non è particolarmente impegnativa e nella vostra strada verso il livello 50, che è quello in cui potremmo dire che inizia il ‘vero gioco', non incontrerete molti ostacoli. A tal proposito, vi suggeriamo di fare distinzione tra le due diverse tipologie di pozioni che si possono ottenere, poiché alcune andrebbero conservate per i momenti più difficili.

    Se da un lato le pozioni curative servono a ripristinare lentamente la salute nel tempo, le pozioni HP ricaricano immediatamente la vitalità del vostro personaggio e andrebbero quindi tenute da parte per Raid, Dungeon e altre attività endgame.

    Ricompense giornaliere

    Come molti prodotti di questo tipo, anche Lost Ark include un sistema di distribuzione delle ricompense giornaliere, le quali si possono ottenere quotidianamente all'accesso ai server. A differenza di altri prodotti, la schermata dei premi in questione varia periodicamente e occorre quindi fare il login con costanza per ottenere tutti i bonus più prestigiosi, che sono ovviamente tra gli ultimi. I giocatori che effettuano l'accesso per 10, 15 e 20 giorni possono inoltre ricevere delle ricompense extra, tra le quali una cavalcatura speciale. Sappiate inoltre che tutte le ricompense riscattate vengono inviate alla sezione inbox del gioco e occorre quindi trasferirle dalla posta all'inventario manualmente.

    Non riscattate subito i bonus

    Sebbene Lost Ark sia un free to play, ai giocatori è stata data nel corso degli ultimi giorni la possibilità di acquistare uno dei Founder's Pack, bundle che garantivano l'accesso anticipato e un quantitativo di bonus in game più o meno consistenti in base al valore del pacchetto. Che abbiate acquistato uno dei bundle per i fondatori o uno degli Starter Pack che li hanno rimpiazzati ora su Steam (Apprentice, Explorer e

    Vanquisher Starter Pack), vi suggeriamo caldamente di non affrettarvi al riscatto degli oggetti che avete acquistato, poiché potreste pentirvene. A differenza di quanto si potrebbe immaginare, questi DLC non vengono sbloccati sull'intero account, ma su uno solo degli eroi presenti sul primo server sul quale avete eseguito l'accesso. Questo significa che fareste meglio a provare prima tutte le classi prima di decidere su quale puntare tutto. Se avete dubbi, potete consultare la nostra guida su come riscattare i Founder's Pack egli Starter Pack di Lost Ark.

    Twitch Drops e Bundle Prime

    I nuovi giocatori di Lost Ark non dovrebbero in alcun caso lasciarsi sfuggire i numerosi bonus gratuiti che Amazon sta distribuendo tramite la sua piattaforma di streaming, Twitch. Al momento tutti gli utenti Amazon Prime Gaming possono riscattare senza costi aggiuntivi un pacchetto contenente svariate risorse, senza contare i numerosi Twitch Drops.

    Vi basterà infatti guardare per qualche ora il gioco su Twitch per ottenere pacchetti di risorse, pet e altri elementi cosmetici. A differenza di quanto avviene solitamente con i drop, però, in questo caso occorrerà visualizzare canali specifici quando le ricompense verranno sbloccate, poiché non tutte sono già disponibili.

    Che voto dai a: Lost Ark

    Media Voto Utenti
    Voti: 19
    7.9
    nd