Mortal Shell Guida: come sopravvivere al souls like di Cold Symmetry

Ispirato alla produzione di From Software, Mortal Shell offre un livello di sfida molto alto. Ecco una serie di consigli per battere il gioco.

Mortal Shell Guida: come sopravvivere al souls like di Cold Symmetry
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Mentre Elden Ring continua a farsi attendere e la tanto chiacchierata versione rimasterizzata di Bloodborne non si concretizza con un annuncio ufficiale, ad allietare i fan dei soulslike in questa calda estate ci pensa Mortal Shell. Questo titolo, sviluppato dal piccolo team che prende il nome di Cold Symmetry, non fa certo segreto della sua volontà di emulare i titoli From Software, dai quali trae ispirazione sia dal punto di vista della narrazione che da quello del gameplay, seppur con le dovute eccezioni (recuperate la recensione di Mortal Shell). Prima che finiate nuovamente in un loop di morti e scontri con i boss, ecco alcuni consigli che vi aiuteranno a controllare al meglio i potenti Involucri.

    Controlli

    Se avete giocato anche ad uno solo dei Dark Souls, vi troverete fin da subito a vostro agio con il sistema di controllo di Mortal Shell, che di fatto riprende per buona parte quanto visto nei prodotti targati From Softare.
    Ecco di seguito l'elenco completo dei controlli:

    • Movimento del personaggio: Stick analogico sinistro
    • Gestione della telecamera: Stick analogico destro
    • Attacco leggero: R1 su PlayStation 4 (RB su Xbox One)
    • Attacco pesante: R2 su PlayStation 4 (RT su Xbox One)
    • Parata: L1 su PlayStation 4 (LB su Xbox One)
    • Pietrificarsi: L2 su PlayStation 4 (LT su Xbox One)
    • Schivata: Cerchio su PlayStation 4 (B su Xbox One)
    • Scatto: L3 oppure tenendo premuto Cerchio su PlayStation 4 (LS oppure tenendo premuto B su Xbox One)
    • Interazione: X su PlayStation 4 (A su Xbox One)
    • Utilizzo oggetto rapido: Freccia su della croce digitale
    • Selezione oggetto rapido: Frecce laterali della croce digitale
    • Scorri abilità: Triangolo su PlayStation 4 (Y su Xbox One)
    • Abilità primaria arma: R1 + L1 su PlayStation 4 (RB + LB su Xbox One)
    • Abilità secondaria arma: R2 + L2 su PlayStation 4 (RT + LT su Xbox One)
    • Calcio: Quadrato su PlayStation 4 (X su Xbox One)
    • Balestrazooka: Freccia giù della croce digitale
    • Aggancio del bersaglio: R3 su PlayStation 4 (RS su Xbox One)

    Se state giocando su PC, sappiate che il gioco permette di personalizzare l'aspetto delle icone dei comandi, così da vedere a schermo i tasti del pad Xbox One o PlayStation 4.

    Oggetti misteriosi

    Una delle peculiarità di Mortal Shell risiede sicuramente nella presenza di una meccanica chiamata Familiarità, legata ai consumabili. A differenza di quanto avviene solitamente nei soulslike, in questo caso gli oggetti mai visti prima hanno una descrizione castrata e solo il loro utilizzo permette di scoprirne le proprietà e migliorarne appunto il livello di Familiarità, indicato da una barra.

    A questo proposito, vi suggeriamo di migliorare il più possibile questa statistica per ogni oggetto, così da sbloccarne le vere potenzialità. Alcuni funghi, ad esempio, vi infliggeranno danni al consumo fino a quando non ne scoprirete le reali proprietà, grazie alle quali sarà possibile resistere temporaneamente al veleno. Se invece volete approfondire l'inventario degli strumenti offensivi, consultate la nostra guida sulle armi di Mortal Shell.

    Freeze!

    Spesso e volentieri, in Mortal Shell ci si imbatte in piccoli gruppi di nemici, i quali andrebbero gestiti con molta calma: seguire l'istinto ed attaccare a testa bassa è infatti la tecnica più rapida per giungere alla morte. Che si tratti di attacchi o schivate, ogni azione consuma un bel po' di stamina e non c'è modo migliore per gestirla che punzecchiare gli avversari con una combo di massimo due colpi per poi arretrare con una rapida capriola (azione che si effettua premendo per due volte il tasto della schivata).

    Tutto ciò andrebbe fatto dopo un bell'attacco in salto, mossa particolarmente forte e con la quale è consigliabile iniziare qualsiasi tipo di combattimento, a meno che l'avversario non sia talmente veloce da non permettere la fuga.

    Limitarsi ad attaccare non basta per giungere ai titoli di coda e, per fortuna, a colmare il vuoto lasciato dalla totale assenza di scudi troviamo la Pietrificazione: un'abilità che permette al protagonista di resistere ad un solo colpo e che, a patto di averla carica, può essere attivata persino durante l'animazione di un attacco. Tornando quindi alla strategia della toccata e fuga, sarebbe bene spostarsi verso il nemico per il successivo attacco solo se l'indicatore della Pietrificazione (quello circolare situato a sinistra della barra della salute) è carico, così da poter premere il grilletto poco prima che qualcuno possa mettere a segno un colpo. Un altro possibile utilizzo della Pietrificazione consiste nella sua attivazione quando la stamina è a zero, così da guadagnare qualche secondo di tempo extra e farla ricaricare.

    Parata perfetta

    Procedere nell'avventura di Mortal Shell con i soli attacchi e la Pietrificazione non è un'ottima idea e bisognerebbe apprendere il prima possibile la tecnica del parry, la quale si sblocca nelle prime fasi di gioco acquisendo uno speciale emblema. Nel titolo Cold Symmetry questa meccanica non funziona tanto diversamente da tutti gli altri soulslike e non occorre far altro che premere il dorsale sinistro un istante prima che l'attacco avversario vada a segno. A meno che non si tratti di un attacco imparabile (solitamente sono i nemici più grossi a farli), un parry andato a buon fine stordisce l'avversario e consente al giocatore di infliggere un duro colpo al nemico.

    Il parry non è solo una tecnica utile per finire l'avversario rapidamente, ma serve anche a ripristinare una piccola porzione di salute. Effettuando infatti un parry con almeno un indicatore della barra della Determinazione pieno (ci riferiamo a quello arancione situato poco sopra alla barra degli HP), il protagonista recupera un po' di salute senza l'ausilio di qualche oggetto curativo. Vista l'utilità di questa mossa, vi suggeriamo di impratichirvi il più possibile nelle prime fasi di gioco, magari sfruttando i nemici più deboli e isolati, in modo da sviluppare le giuste capacità e recuperare salute in qualsiasi momento.

    Ritornare in salute

    Sfortunatamente, quando si tratta di oggetti per il recupero della salute il team di sviluppo si è ispirato a Bloodborne e non a Dark Souls: ciò significa che non vi è modo di avere sempre a portata di mano dei consumabili per ripristinare gli HP e occorre darsi al caro vecchio farming per ottenere gli oggetti necessari a questo scopo. Tra i principali oggetti che ripristinano lentamente nel tempo gli HP troviamo i Funghi Guarniti (30 punti vita in altrettanti secondi) e i Ratti Arrosto (35 punti vita in mezzo minuto). Se i primi possono essere raccolti in giro e ricrescono negli stessi punti, i secondi sono invece un drop casuale dei nemici e possono quindi essere farmati.

    In casi estremi potete ritornare da Sorella Genessa, l'NPC che trovate nell'hub di gioco, e accettare alla sua richiesta di bere dalla Tar Divina, azione che vi farà tornare in salute e farà riapparire i nemici nell'area circostante.

    Seconda possibilità

    Come in ogni soulslike che si rispetti, anche in Mortal Shell si muore tanto e spesso lasciando sul punto di morte un Involucro pietrificato che, se recuperato, permette di rientrare in possesso di tutti i Tar, l'equivalente delle anime di Dark Souls e una delle due valute che consentono di acquisire potenziamenti di vario genere.

    Prima della morte definitiva entra però in gioco una meccanica che richiama per certi versi quanto visto in Sekiro Shadows Die Twice con la resurrezione: per una sola volta tra una morte e l'altra, il colpo fatale subito dal protagonista lo farà schizzare fuori dall'Involucro, permettendogli di continuare a giocare e provare a rientrare nella sua "corazza".

    Strano altare

    Nell'area iniziale di Mortal Shell, alle spalle dell'enorme rospo parlante, potete trovare un piccolo tunnel scavato nel terreno che conduce ad una stanza dalle dimensioni ridotte con un altare in fondo. Il nostro consiglio è di evitare quell'altare se siete alla prima run di gioco, poiché vi chiederà di rinunciare agli Involucri per l'intera durata della partita e un banale errore potrebbe rendere la vostra partita un inferno.

    Per chi fosse un giocatore esperto dei titoli From Software, si tratta di una meccanica molto simile alla Compagnia dei Campioni di Dark Souls 2 e non è difficile che un utente alle prime armi possa accettare per sbaglio l'accordo cadendo in una trappola mortale.

    Che voto dai a: Mortal Shell

    Media Voto Utenti
    Voti: 38
    6.3
    nd