Nintendo Labo: come decorare i Toy-Con grazie ai nastri Washi

Volete personalizzare i Kit di Nintendo Labo? In questa guida vediamo come colorare Piano e Canna da Pesca, grazie ad una carta popolarissima in Giappone.

guida Nintendo Labo: come decorare i Toy-Con grazie ai nastri Washi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Avete acquistato un kit Nintendo Labo per vostro figlio e vorreste prolungare l'utilizzo del prodotto facendoglielo personalizzare ma senza rischiare di rovinarlo? Vorreste partecipare al Nintendo Creator Contest e siete in cerca di qualche dritta? O più semplicemente non gradite l'effetto cartoncino grezzo del vostro Labo e vorreste decorarlo ma non sapete da dove cominciare?
    Niente paura! Questa guida vi spiegherà in modo semplice, passo dopo passo. come dare colore ai vostri Toy-Con, nello specifico il piano e la canna da pesca, utilizzando semplicemente del washi tape.

    Washi Tape? Ma che cos'è?

    Il washi tape è il tradizionale nastro adesivo di carta giapponese, popolare in patria quasi quanto gli origami. In Giappone la vendita è molto diffusa e si può facilmente reperire di qualsiasi tonalità, anche se spesso sono più accattivanti le versioni con pattern particolari come pois, strisce colorate o design tradizionali giapponesi.

    I Toy-Con piano e canna da pesca decorati interamente usando solo washi tape


    La sua particolarità è proprio quella di poter essere utilizzato su altra carta, infatti il nastro può essere applicato e rimosso senza rovinare la superficie sottostante, rendendolo particolarmente adatto per lo scrapbooking, un hobby che consiste nel decorare diari o album di ricordi incollando adesivi o ritagli.
    Il washi tape è insomma il materiale più adatto e semplice da utilizzare per i principianti che vogliono cimentarsi nella decorazione dei propri Toy-Con.

    Alcuni esempi di washi tape in commercio di varie dimensioni, colori e formati


    In questa guida il piano è stato decorato esclusivamente con nastri di marca MT, leggermente plastificati, nella speranza che questo possa aumentare la longevità del cartoncino del Toy-Con.
    I nastri a marchio MT sono di qualità nettamente superiore rispetto alla maggioranza dei washi tape in commercio; tuttavia, purtroppo, sono anche i più costosi.
    Sarà comunque possibile reperire facilmente nastri altrettanto funzionali (come quelli utilizzati per alcune parti della canna da pesca) direttamente da piattaforme come Amazon o in qualche cartoleria particolarmente fornita, a meno della metà del prezzo.
    Esistono anche in vendita dei mini foglietti commercializzati come masking tape, dal quale si possono ricavare delle piccole strisce di carta pre-tagliate. Questi fogli sono estremamente economici (un pacchetto spesso non supera i 3/4€) ma date le loro ridotte dimensioni non possono essere utilizzati per fare i pezzi le parti più estese dei nostri Toy-Con, anche se si prestano bene per i componenti più minuti.

    Stesso piano ma con i tasti di una variante di colori diversa, perché con questo materiale si può sempre tornare indietro qualora si cambiasse idea

    Mettiamoci al lavoro sul piano!

    L'idea di partenza era quella di fare tutto il corpo del piano dello stesso colore verde pastello, ciò nonostante ci si rende presto conto che essendo alcune parti del cartoncino di colore nero si rende necessario applicare più di una passata, come si evince dalla foto. Diventa impensabile -a questo punto- decorare grandi superfici con un semplice rotolino, pertanto l'alternare più di un colore (magari anche tre o quattro) rende il nostro progetto non solo più colorato, ma ci permette anche di consumare meno materiale.
    Un'altra importante qualità del nastro di carta washi è quello di poter essere tranquillamente strappato con le mani: una caratteristica non indifferente per i genitori, che possono lasciar decorare i Toy-Con ai loro bambini senza rimanere con l'apprensione che possano farsi del male con qualche strumento appuntito. Ovviamente è molto più pratico e funzionale poter usare delle forbici, o per gli adulti meglio ancora un cutter di precisione. L'importante è in ogni caso che, una volta tagliato, il nastro venga ripiegato all'interno nelle parti che non saranno visibili a montaggio completato, ricoprendo anche i bordi del cartoncino per un effetto estetico ottimale.
    Il pezzo frontale è certamente il più insidioso, ma ricordiamoci che l'adesivo può essere attaccato e rimosso più volte per poter ritentare senza compromettere irreparabilmente nulla.

    Per avere un effetto finale migliore piegare il cartoncino all'interno del Toy-Con, nelle parti che non saranno visibili


    I tasti del piano sono forse la parte più frustrante, data la loro forma irregolare, ma l'utilizzo del washi tape, rispetto a qualsiasi altro materiale garantisce il risultato più soddisfacente. E' fortemente consigliato, come per tutti gli altri componenti, di passare il nastro adesivo almeno due volte.
    A differenza del corpo del piano i tasti è meglio ricoprirli dopo averli montati. Questo perché facendo seguire al nastro i lati del tasto in questione si evitano inestetismi dovuti a tagli o interruzioni del colore. I tasti neri al contrario sono molto più semplici e tutti uguali tra loro: se si è muniti di un nastro gommato abbastanza spesso è possibile farli tutti con un singolo pezzo, prestando solo attenzione a tagliarlo in corrispondenza degli angoli per ricoprire bene anche i lati.
    È importante, dopo aver ricoperto i pezzi, ricordarsi di tagliare (qui per forza con una forbice) quelle rientranze presenti sui lati di ogni tasto che sono indispensabili perché essi possano inserirsi nella struttura. Senza questo semplice passaggio sarà impossibile appoggiare i pezzi nella loro giusta sede; tagliare la carta in quei punti e accertarsi che i tasti si muovano senza intoppi è indispensabile per fare in modo che il piano possa suonare correttamente.

    Bisogna fare attenzione a ricoprire i tasti in modo che possano inserirsi nella struttura

    Per tutti gli altri dettagli più piccoli si può usare sempre lo stesso materiale utilizzato finora oppure le strisce rimosse dai foglietti di masking tape precedentemente menzionati. Per i pezzi più piccoli è consigliato l'utilizzo di un cutter. In alternativa, qualora si volesse lasciare tutto il lavoro in mano ad un bambino, date le scarse dimensioni dei pezzi in questione si può ripiegare sulla classica colorazione coi pennarelli.

    Passiamo alla canna da pesca

    Con la canna da pesca abbattiamo il livello di difficoltà e ci rilassiamo un po'. E' forse il pezzo del kit meno popolare da personalizzare, ma è una ventata d'aria fresca rispetto all'impegno che richiede il piano.
    Sarà infatti sufficiente passare il nastro in orizzontale colore per colore (la doppia passata non è obbligatoria ma sempre consigliata) per tutta la lunghezza della canna, senza incorrere in particolari difficoltà.

    E' consigliato applicare il nastro sul corpo della canna da pesca già montata, tranne che per il mulinello e le altre componenti più piccole

    Stesso discorso si applica per la parte del mulinello dove però, in questo caso, è stato utilizzato un tipo di nastro adesivo più sottile e molto più plastificato per differenziare pattern e colori. Ci vogliono ovviamente più attenzioni per questo componente, in quanto è indispensabile tagliare il nastro correttamente in corrispondenza dei fori dove dovrà poi passare la canna. Importante anche un occhio di riguardo al meccanismo della manovella, ai maniaci della perfezione tornerà utile quest'altra tipologia di nastro adesivo più sottile, in quanto può essere utilizzato per ricoprire i bordi degli ingranaggi (servirà un po' di colla vinilica per tenerlo a posto) e nascondere l'effetto antiestetico del cartoncino grezzo.
    Anche la base dove verrà appoggiata la console, essendo geometrica e piuttosto regolare, non risulterà particolarmente impegnativa. L'unico accorgimento è forse di ricoprire il pezzo prima di montarlo, a differenza degli altri, lasciando scoperta la parte dove dovrà essere appoggiato lo schermo di Switch.

    I rotolini di dimensione più piccola potranno permetterci di fare qualche rifinitura


    Nella prossima guida metteremo da parte i nastri di carta washi per concentrarci sulla carta per origami. Non adesiva ma più pratica per ricoprire velocemente le superfici più grandi dei Toy-Con e dai disegni più allegri e intricati.

    Che voto dai a: Nintendo Labo

    Media Voto Utenti
    Voti: 74
    6.3
    nd