No Man's Sky Next: come costruire una nuova base o recuperare la precedente

Avete appena iniziato la vostra avventura in No Man's Sky Next e non sapete come costruire una base? Seguite la nostra guida per scoprirlo...

guida No Man's Sky Next: come costruire una nuova base o recuperare la precedente
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Costruire la propria base è una delle attività in assoluto più importanti da portare a termine in No Man's Sky: lo potrete fare su ogni singolo pianeta, e sta a voi decidere se creare una vera e propria fabbrica per generare "soldi" o un semplice quartier generale dove prepararvi per affrontare le missioni. Ecco una breve guida che vi spiegherà tutte le meccaniche di cui dovrete tener conto durante il base building.
    Sia per coloro che hanno appena cominciato il gioco, magari incuriositi dall'aggiornamento Next, sia per chi invece ha deciso di caricare un vecchio salvataggio, le fasi di costruzione della base risulteranno leggermente confusionarie e non proprio immediate. Le meccaniche che governano questo aspetto del titolo sono radicalmente cambiate rispetto al passato, ed ora sono molto più profonde e specifiche di quelle incluse nelle prime versioni del gioco.

    Primo passo: impossessarsi del terreno

    Il punto di partenza per la costruzione di qualsiasi base planetaria consiste nell'impossessarsi del territorio su cui si vuole edificare attivando un Computer Base, la cui costruzione richiede 40 unità di Metallo Cromatico, inizialmente raffinabile partendo da 80 unità di Rame (andando avanti nell'esplorazione troverete metalli con un rapporto di trasformazione cromatica ben più convenienti).
    Una volta aperto il menù di costruzione (che, su console, è accessibile premendo il tasto Su della croce direzionale) e selezionata la categoria "Tecnologie portatili", non dovrete fare altro che selezionare il Computer e piantarlo nella zona che ritenete più opportuna.

    Vi avvisiamo che, al contrario di quanto si potrebbe pensare, una volta attivato il Computer Base e stabilita una colonia, questo non può essere più rimosso tramite l'apposito tasto (il fatto che sia ancora presente il prompt nell'interfaccia di gioco potrebbe essere descrivibile come un bug a tutti gli effetti); l'unico modo per togliere questa struttura diventa la funzione di cancellazione, accessibile premendo il tasto L2/LT su console una volta aperta la modalità Costruzione. Questa azione, però, comporta la cancellazione di tutte le strutture piazzate nella base di riferimento, quindi vi sconsigliamo vivamente di provare questa operazione su insediamenti che non vadano oltre una singola stanza e poco più.
    In ogni caso ricordate che, a causa dei cambiamenti al sistema del base building, che adesso prevedono una vera e propria "presa di possesso" della zona di pianeta in cui il giocatore ha attivato un Computer Base e fondato una colonia, permettendovi di costruire ovunque nei paraggi, sopra e sotto la superficie (anche sott'acqua!), questa destinazione continuerà ad essere accessibile nella rete dei teletrasporti anche in caso rimuoviate il terminale e la base ad esso associata.

    L'Analizzatore di Progetti

    Il cambiamento forse più importante delle meccaniche di base building introdotto dall'aggiornamento NEXT riguarda lo sblocco degli elementi costruttivi, che è stato esteso a dismisura con l'introduzione di nuovi elementi decorativi e infrastrutturali, nonché reso più "lineare" nella fase di sviluppo. Adesso i nuovi elementi architettonici si ottengono esclusivamente attraverso una nuova struttura, categoria "Tecnologia portatile", denominato Analizzatore di Progetti, la cui costruzione richiede appena 20 unità di Ferrite Magnetizzata (ottenibile raffinando 20 unità di Ferrite Pura) e 1 Nanotubo di Carbonio (oggetto craftabile con sole 50 unità di Carbonio).

    Il compito dell'Analizzatore consiste nel decodificare le Tecnologie Recuperate, oggetti individuabili sulla superficie dei pianeti utilizzando il Visore, cercando il segnalino "Tecnologia di Recupero sepolta" e, una volta sul posto, scavando utilizzando il Manipolatore di Terreno per dissotterrare le capsule contenenti le suddette tecnologie (o, se va male, qualche manciata di naniti).
    Grazie a questo strumento è possibile sbloccare strutture fondamentali per l'esperienza di gioco complessiva, come il punto di salvataggio manuale e il Teletrasporto, nonché tutti gli elementi necessari per costruire una base, partendo dalle rudimentali fondamenta e pareti in legno, che richiedono quantità variabili di Carbonio per essere costruite.

    Espansione della base

    Laddove le strutture lignee risultano utili per la costruzione di casette primitive e, insistendo negli sblocchi di questo tipo, chalet di medie dimensioni e complessità, è solo alla posa della prima Stanza Cilindrica prefabbricata in Ferrite che il gioco avvia le questline specifiche per il base building. Questa serie di quest interconnesse comporterà la costruzione di vari terminali fissi, ai quali dovranno essere associati operatori NPC, da reclutare nelle stazioni spaziali del sistema locale, e prevedono come ricompensa lo sblocco dei progetti per la costruzione di importanti elementi di sviluppo della base, soprattutto in ottica produttiva.
    Una volta costruito un terminale agricolo e ingaggiato un agricoltore, infatti, diventerà possibile costruire, all'interno delle stanze "Biosfera", piantagioni da cui ricavare risorse di valore come Carne di Cactus, Coprite, Cristalli di Ghiaccio e Solanium, senza la necessità di andarle a cercare sui pianeti natii, mentre dal terminale scientifico, una volta avanzati a sufficienza nella relativa questline, si riceveranno i progetti per la costruzione dell'Unità di Raccolta Autonoma e del Raccoglitore Atmosferico ovvero dei congegni che, una volta posizionati, raccoglieranno automaticamente le risorse minerarie e gassose dai pianeti senza distruggerle!

    Recuperare la vecchia base

    Se avevate già costruito una base in precedenza, prima dell'arrivo dell'aggiornamento Next, avrete notato che questa sembra sparita nel nulla. In realtà c'è un modo per recuperarla anche dopo l'update: dal Ripetitore di Segnale immettete i vostri dati di navigazione e selezionate la voce "Trova una base abitabile"; localizzatela e, una volta che vi sarete guadagnati l'accesso al suo Computer, scegliete l'opzione "Ricostruisci base". D'ora in poi la vostra vecchia base verrà trasferita in questo luogo.
    Vi avvisiamo però che, per via dei cambiamenti importanti apportati al sistema costruttivo, alcune strutture potrebbero non essere più disponibili oppure non funzionare alla stessa maniera.

    Teletrasporti

    Una novità interessante di Next è rappresentata dalla possibilità di costruire nella propria base un portale di teletrasporto, equivalente in tutto e per tutto a quelli presenti sulle stazioni spaziali e in grado di trasportarvi tra le vostre basi, quelle degli altri giocatori e le stazioni spaziali da voi visitate finora, a patto di aver completato la quest Risvegli al punto da aver effettuato i primi due salti Iperspaziali.

    Il progetto di questa struttura va sbloccato dall'Analizzatore di Planimetrie e richiede 50 unità di Cobalto Ionizzato (ottenibile raffinando 100 unità di Cobalto base, minerale che si trova, di solito, nelle caverne sotterranee) e una Batteria agli Ioni (un consumabile di base assemblabile con 25 unità di Cobalto e 20 di Polvere di Ferrite).

    Che voto dai a: No Man's Sky

    Media Voto Utenti
    Voti: 366
    7.2
    nd