Esport

Overwatch: come si guarda lo sparatutto Blizzard?

Overwatch è uno dei maggiori fenomeni eSports degli ultimi anni: ma come ci si approccia alla visione di partite e tornei? Scopriamolo insieme.

guida Overwatch: come si guarda lo sparatutto Blizzard?
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Overwatch è uno dei videogiochi competitivi più seguiti, commentati e streammati al mondo. Tra la deliziosia accessibilità della sua estetica e l'estrema dinamicità degli scontri, lo sparatutto Blizzard si presta benissimo non solo all'essere giocato e rigiocato, ma anche visto e rivisto in ogni frammento delle grandi partite che i campioni ci offrono. Mentre YouTube e internet in generale straripano di guide dedicate ai singoli eroi, alle mappe e alle varie modalità, non si può dire lo stesso del supporto tecnico per chi vorrebbe potersi gustare questi grandi incontri, senza dover obbligatoriamente giocare con una certa frequenza allo sparatutto Blizzard. In questa guida, cercheremo di offrirvi le conoscenze e gli strumenti più basilari per poter affrontare il prossimo grande incontro dei Mondiali o dell'Overwatch League, gustandovi a pieno le splendide mosse degli eroi Blizzard.

    Personaggi e Modalità

    Overwatch è uno sparatutto competitivo in cui due squadre composte da sei membri si contendono un obiettivo in diverse modalità di gioco. Durante il caricamento della partita, ognuno dei giocatori potrà scegliere tra i ventotto personaggi disponibili, in base al ruolo: supporto, tank ed eroi offensivi. I supporti offrono cure, scudi o potenziamenti al resto della squadra, e generalmente costituiscono la spina dorsale del team; i tank sono coloro che riescono a ricevere più danni senza morire, e rappresentano l'ariete con cui generalmente si assalta la postazione nemica; gli eroi offensivi sono utilizzati per liberarsi il più velocemente possibile dei supporti e dei tank nemici.

    Le modalità in cui questi eroi si scontrano variano a seconda del tipo di sfida, ma nel mondo competitivo sono generalmente le seguenti: trasporto, conquista, controllo, conquista/trasporto. Nella prima modalità, gli attaccanti devono trasportare un carico verso un punto prestabilito entro un tempo massimo, e i difensori faranno di tutto per impedirglielo. Se allo scadere del tempo almeno un membro della squadra attaccante si trova nell'immediata vicinanza del carico, si avvia il tempo supplementare, che continuerà fino a quando il carico non sarà stato consegnato dagli attaccanti, o fino a quando i difensori non lo avranno liberato.

    In Conquista, i difensori devono tenere alla larga gli attaccanti, che dovranno cercare di conquistare più punti possibili della zona di difesa. Come detto per la modalità Trasporto, il tempo supplementare si avvia nel momento in cui, allo scadere del tempo prestabilito, un attaccante contesta la zona di difesa. In Controllo, una zona neutrale viene posizionata al centro della mappa, e i due team si scontrano per il suo controllo. Anche in questo caso, si può giungere al tempo supplementare. Vince il team con più controlli ottenuti fino al 100% nell'arco di tre partite. L'ultima modalità è un ibrido tra trasporto e conquista, ma ne riusa esattamente le stesse regole.Per ognuna di queste modalità ci sono dei punti a disposizione, a seconda del tipo di partita che si giocherà: alla fine dello scontro, vincerà la squadra con più punti.

    Indicatori e Interfaccia

    Per riuscire a seguire bene una partita di Overwatch è fondamentale conoscerne soprattutto i valori in campo, espressi tramite gli indicatori e l'interfaccia utente. In alto, a sinitra e a destra, nelle partite competitive troviamo l'elenco dei giocatori e degli eroi che utilizzano, e una eventuale X sul personaggio indica che in quel momento è assente dallo scontro, in attesa del respawn. Al fianco dell'elenco di ciascuna squadra troviamo o uno scudo o due spade incrociate, a indicare il ruolo di difesa (scudo) o attacco (spade). A destra, in alto e subito sotto le icone della squadra, troviamo le notifiche uccisione, in cui ci viene detto quale personaggio, e di quale squadra (basta guardare i colori) ha eliminato l'eroe del team avversario. L'eventuale freccia rossa (invece di quella bianca) ci informa di un headshot, mentre un'icona dal design atipico e particolare ci dirà se quel personaggio è stato eliminato con un'abilità speciale dell'eroe in uso.

    Se dovesse comparire l'icona di una giocatrice eliminata senza però l'indicazione di chi l'ha colpita, significa che il personaggio si è suicidato o si è mosso sbadatamente. In basso a sinistra vediamo le statistiche dell'eroe in uso dal giocatore di cui stiamo osservano la visuale; al centro in basso si trova l'indicatore dell'ultimate, la mossa speciale di ogni eroe, e viene indicata la percentuale del caricamento: più il giocatore inanella una serie di eliminazioni o accumula una quantità ingente di cure, più velocemente quest'indicatore verrà riempito; in basso a destra vediamo le abilità dell'eroe e il timer del loro utilizzo: ogni volta che una di queste viene usata, infatti, scatta un tempo prestabilito di ricarica, che varia da personaggio a personaggio. Al centro, in alto, troviamo infine l'interfaccia relativa ai punti vittoria della mappa, che ci indicherà il punto esatto in cui si trova il carico, oppure la percentuale di conquista del punto di controllo. Quest'icona ci dice chi sta vincendo e quanto manca alla fine della partita.Al centro esatto dello schermo, visibile per entrambe le squadre e soprattutto per lo spettatore, si trova l'indicatore dell'obiettivo.

    A seconda del tipo di modalità che staremo giocando, un'icona rotonda indicherà la zona da conquistare o il carico da trasportare, rendendo facile orientarsi relativamente alla distanza del professionista che staremo seguendo.Saltuariamente, in base al tipo di eroi scelti dai giocatori, potrebbe comparire un piccolo testo scritto al centro dello schermo, in cui veniamo informati anche noi di un possibile potenziamento o danneggiamento in corso, che sia un globo di Zenyatta o il raggio curativo di Mercy. Molto spesso, durante le telecronache sportive viene mostrata una speciale visuale, specifica per le competizioni e dedicata solo allo spettatore: la telecamera in quel caso è libera, e permette di inquadrare più facilmente il posizionamento dei giocatori e le tattiche della squadra. Inoltre, frequentemente i cronisti utilizzano una prospettiva tattica dall'alto, per mostrare le strategie dei team e le zone più calde dello scontro.

    È in questi casi che il gioco riesce ad essere il più chiaro possibile, perché mostra una visione d'insieme che è difficile cogliere dalla prospettiva del singolo. Insomma, immaginate se una partita di calcio fosse mostrata solo negli scontri uno contro uno, senza mai inquadrare il gioco dalla distanza. Bisogna tenere ben presente che, essendo quasi sempre in soggettiva e presentando numerosissimi eroi con decine di abilità diverse, servirà un po' di tempo per comprendere come ognuno di questi personaggi si muove nella mappa. In ogni caso, una volta presa la giusta confidenza con gli elementi presenti in questa guida, con un briciolo di esperienza potrete anche voi tingervi i capelli del vostro team preferito dell'Overwatch League e tifare insieme ai milioni di fan che seguono la competizione su Twitch!

    Che voto dai a: Overwatch

    Media Voto Utenti
    Voti: 257
    8.2
    nd