Rainbow Six Extraction: guida e trucchi per le prime partite

Guida e trucchi per muovere i primi passi nelle aree contaminate dal parassita alieno in Tom Clancy's Rainbow Six Extraction.

Rainbow Six Extraction: guida e trucchi per le prime partite
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Stadia
  • Xbox Series X
  • Dopo più di un rinvio e un cambio di titolo per via della pandemia che ha colpito tutto il mondo, Tom Clancy's Rainbow Six Extraction è arrivato su PC, PlayStation, Xbox e Google Stadia proponendo ai giocatori un'esperienza cooperativa e basata sulla strategia avente come base l'evento Outbreak di Rainbow Six Siege. Se state per vestire i panni degli operatori del REACT per dare la caccia agli Archei, magari sfruttando la presenza del gioco nel catalogo del Game Pass per PC e console, vi proponiamo una serie di consigli che potrebbero semplificarvi le incursioni e non solo. Se volete saperne di più sul gioco, vi ricordiamo che sulle nostre pagine potete trovare anche la recensione di Rainbow Six Extraction.

    Mai senza silenziatore

    La primissima cosa da fare all'avvio di Tom Clancy's Rainbow Six Extraction è personalizzare gli operatori.

    Non ci riferiamo al loro aspetto estetico, ma agli accessori presenti sulle loro armi, dal momento che nelle prime ore di gioco (e non solo) sarà di fondamentale importanza fare in modo che ogni singola bocca da fuoco impugnata dai vostri personaggi sia dotata di un silenziatore. Le armi silenziate permettono di non farsi scoprire dagli Archei e di eliminarli senza emettere rumore prima ancora che possano urlare: quando un nemico urla non solo attira tutti i suoi alleati nei dintorni, ma attiva i nidi, così che possano iniziare a sputare altri Archei con una certa frequenza, generando situazioni poco piacevoli.

    Tecnologia REACT

    Dopo qualche incursione, inizierete a sbloccare punti tecnologia con i quali sbloccare equipaggiamento tattico nell'apposita schermata del menu principale. Il nostro consiglio è quello di focalizzarvi esclusivamente sulla corazza per quello che riguarda lo slot secondario e sulle granate fumogene/stordenti in quello primario.

    La corazza fornisce una protezione aggiuntiva del 20% contro i danni e può fare la differenza in un momento di difficoltà. L'utilizzo delle granate stordenti o fumogene, invece, permette di stordire temporaneamente i bersagli e abbatterli con un attacco corpo a corpo, così che possiate completare senza troppi problemi gli obiettivi che chiedono di finire il nemico con la Lama REACT.

    Estrazione d'emergenza

    A meno che non lo si giochi alle difficoltà più basse, Tom Clancy's Rainbow Six Extraction è un gioco parecchio complesso e anche un minimo errore può mettere a repentaglio l'intera missione. Fortunatamente non è necessario che tutte le incursioni finiscano nella terza sotto-area e in ciascuna porzione della mappa è presente un pratico dispositivo che permette di abbandonare la partita e conservare tutta l'esperienza accumulata. Non esitate a sfruttare questa meccanica di gioco, poiché proseguire quando gli operatori hanno poca salute o quando il successivo step della missione è troppo difficile, un'azione del genere vi eviterà l'inutile salvataggio di un DIA.

    Recupero dei DIA

    Nel caso in cui un operatore dovesse morire e nessuno degli alleati riuscisse a trarlo in salvo prima dell'estrazione o del game over, questo verrà imprigionato all'interno di un Albero Archeo. Salvare gli operatori DIA (Dispersi In Azione) è molto importante, poiché la loro morte vi farò perdere tutta l'esperienza che hanno accumulato nel tempo.

    Se volete essere sicuri di non perdere il vostro operatore DIA, il nostro suggerimento è quello di avviare la missione per il salvataggio in solitaria e alla difficoltà minima, magari utilizzando un operatore dotato di un buon fucile e valori elevati di difesa: in questo modo sarà improbabile che l'incursione non abbia successo.

    Operatori e XP

    A differenza di Siege, Tom Clancy's Rainbow Six Extraction include in sistema di progressione dei singoli personaggi. Più tempo si trascorre in missione con un operatore, più sarà elevato il suo livello esperienza.

    La crescita dello specialista non permette solo di migliorarne gli attributi quali la velocità e la corazza, ma anche di sbloccare nuove armi e potenziamenti molto importanti per le abilità. In quasi tutti i casi, infatti, i livelli più avanzati garantiscono la ricarica di tutte le abilità attive dopo l'attesa di un rapido cooldown, così che non si debba ricorrere alle casse che contengono ricariche per le skill. Se avete appena iniziato a giocare, concentratevi solo su un paio di operatori, così che al ritorno di uno potrete utilizzare l'altro e fare in modo che la sua salute possa ripristinarsi con calma.

    Ping

    Altro elemento che andrebbe sfruttato con una certa frequenza in Tom Clancy's Rainbow Six Extraction è il ping, ovvero la possibilità di segnalare luoghi, oggetti e nemici attraverso la semplice pressione di un tasto (la freccia su della croce digitale se utilizzate un controller). Scoprirete molto presto che il ping non è utile solo per indicare qualcosa agli alleati, ma anche per evidenziare di rosso i contorni dei nemici nei luoghi più bui e individuarne più agilmente la testa. Sappiate inoltre che le speciali torce montate sulle armi degli operatori possono mostrare nidi, spore e Archei oltre le pareti più sottili, così che possiate eliminarli con un colpo deciso al loro punto debole o segnalarli ai compagni di squadra.

    Preparazione

    Nelle incursioni di Tom Clancy's Rainbow Six Extraction possono capitare tre obiettivi casuali tra quelli disponibili e, come scoprirete molto presto, alcuni sono molto più semplici di altri e talvolta occorre una certa organizzazione per completare la missione. Nel caso delle stazioni sismiche, ad esempio, vi sconsigliamo di procedere alla loro attivazione prima di aver trovato la posizione di tutti e tre i dispositivi, poiché l'intervallo di tempo che intercorre tra l'accensione del primo e quella dei successivi è particolarmente ridotta.

    Per quello che riguarda invece la protezione degli scanner o degli esplosivi, prima di iniziare con le tre fasi difensive assicuratevi di aver chiuso tutte le porte e posizionato le barricate nei punti più sensibili, così da aver maggiore controllo sulla provenienza dei nemici.

    Scegliere l'operatore giusto

    Non meno importante è la selezione dell'operatore di Rainbow Six Extraction, che avviene dopo che il gioco ha comunicato nel dettaglio al giocatore quali sono i tre obiettivi principali dell'incursione. In questo modo è possibile scegliere i personaggi da utilizzare con criterio ed evitare di ritrovarsi con abilità attive prive di utilità.

    Chi deve affrontare obiettivi che coinvolgono la protezione di un'area dovrebbe ad esempio optare per Alibi, i cui ologrammi consentono di attirare l'attenzione dei nemici e distrarli dall'obiettivo. Quando si tratta invece di scovare bersagli esclusivi, Lion potrebbe fornirvi un grande aiuto. Insomma, valutate attentamente quali sono le sfide e scegliete di conseguenza.

    One shot, one kill

    Sebbene in giro per le sotto-aree si possano trovare spesso casse piene di munizioni, non è saggio sprecare tutti i proiettili della riserva. Se volete evitare di restare a secco di fronte ad un'ora di Archei inferociti, potreste pensare di modificare la modalità di fuoco della vostra arma automatica per fare in modo che spari colpi singoli o piccole raffiche. Noterete che in questo modo sprecherete molti meno proiettili e, con un po' di precisione, riuscirete a far fuori piccoli gruppi di nemici senza mai sostituire il caricatore.

    Ubisoft Connect

    Come in ogni titolo Ubisoft che si rispetti, anche Tom Clancy's Rainbow Six Extraction include una serie di ricompense gratuite che i giocatori possono sbloccare accedendo all'Ubisoft Club. Una delle più interessanti è rappresentata indubbiamente dal Pack Fronte Unito, che include ben due set di oggetti grazie ai quali potrete personalizzare l'aspetto di Lion ed Ela.

    A poter sbloccare questo bundle sono tutti i giocatori che hanno avviato almeno una volta Rainbow Six Siege su una qualsiasi piattaforma associata a quell'account Ubisoft: questo significa che anche chi ha un abbonamento a Xbox Game Pass può scaricare Siege per ottenere questa ricompensa gratis.

    Che voto dai a: Rainbow Six Extraction

    Media Voto Utenti
    Voti: 13
    7.6
    nd