Resident Evil 3 Remake: guida e trucchi utili per sopravvivere nella demo

La demo di Resident Evil 3 Remake è disponibile su tutte le piattaforme, vi proponiamo alcuni utili trucchi per terminarla senza troppi problemi.

Resident Evil 3 Remake: guida e trucchi utili per sopravvivere nella demo
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Si è fatta attendere per un bel po' e dopo una lunga serie di rumor e l'annuncio a sorpresa di qualche giorno fa, la demo di Resident Evil 3 Remake è finalmente arrivata sul PlayStation Store, su Xbox Live e su Steam. Ecco quindi una piccola lista di suggerimenti che potrebbero rendervi il ritorno a Raccoon City meno traumatico, dal momento che il Nemesis si aggira tra i suoi vicoli ed è meglio non farsi cogliere impreparati.

    Cercate ovunque

    Giochi come Resident Evil 3 Remake riescono sempre a ricompensare i giocatori più curiosi e questa demo non è certo un'eccezione. Sebbene questa versione di prova non abbia una longevità particolarmente elevata, le poche aree a disposizione nascondono diversi segreti che solo i giocatori più attenti possono scoprire. Il nostro consiglio è quindi quello di cercare davvero ovunque e di non farvi intimorire dalla presenza dei non morti in alcune aree della città, poiché nel corso della demo potranno essere raccolti proiettili in abbondanza e fare una strage di zombi sarà una possibilità concreta.

    Andando a zonzo per la città potreste ad esempio imbattervi in esplosivi extra, in una nuova arma da scatenare sui nemici e sulle numerose statuine di Mr. Charlie da distruggere. Nel caso in cui doveste trovare poi delle scatole di legno con su del nastro adesivo giallo, ovvero i contenitori di consumabili di vario genere, ricordate sempre di romperli con un colpo di coltello (che potete richiamare con la pressione della freccia giù della croce digitale del controller) in modo da non sprecare inutilmente un proiettile.

    A proposito di segreti, sulle nostre pagine potete trovare tutti i consigli su come scoprire la combinazione della cassaforte di Resident Evil 3, al cui interno si nasconde un importante accessorio per l'arma di Jill.

    Gestione dell'inventario

    Tanto importante quanto la ricerca degli oggetti è la loro gestione all'interno dello zaino della protagonista. Proprio come nel remake del secondo capitolo, in questo Resident Evil 3 torna l'inventario con un numero di slot estremamente limitato, il quale costringe il giocatore a dover selezionare con cura quali risorse portare in giro e quali riporre nell'enorme baule situato nelle stanze sicure (nella demo ce ne sono due).

    Per quello che riguarda la demo, vi suggeriamo di depositare le grosse quantità di polvere da sparo reperite in giro, a meno che non vogliate utilizzarle per creare altre munizioni.

    Occupare diversi riquadri dello zaino con proiettili e le risorse per crearne altri non è consigliabile ed è meglio adibire un solo slot per i proiettili della pistola che Jill ha in dotazione. Trattandosi di una demo, potete anche decidere di combinare al momento tutta la polvere da sparo che trovate in giro, ricordandovi sempre di unire le pile di munizioni così da non occupare due slot con oggetti che possono essere accorpati. Per quello che riguarda invece le cure (le piante di colore verde o rosse), queste sono presenti in quantità molto più ridotte rispetto alle munizioni e fareste bene a conservarne qualcuna, così da combinarle tra loro ed utilizzarle nei momenti di reale bisogno.

    Tiro al bersaglio

    Nonostante l'esigua durata della demo, sono davvero molti gli zombi che Jill deve affrontare ed è bene sin da subito imparare a combatterli nel migliore dei modi. Iniziamo col dire che l'utilizzo del coltello in uno scontro è inutile ed è bene ricorrere all'arma corpo a corpo solo nelle situazioni di emergenza, poiché accoltellare un non morto vi espone ai suoi attacchi e prima che possiate farlo fuori subirete ingenti danni.

    Altro consiglio fondamentale è quello di sparare sempre e solo alla testa dei nemici: nella demo non sono infatti presenti boss o nemici particolari e i non morti "standard" vanno necessariamente colpiti in testa per passare definitivamente a miglior vita.

    Se avete particolari problemi in fase di mira, vi suggeriamo infine di allontanarvi il più possibile dall'avversario, tenendo così una distanza di sicurezza, e iniziare a mirare restando fermi. Dopo qualche secondo con l'arma alzata è possibile iniziare a notare che il reticolo di mira si chiude fino a ridurre notevolmente le sue dimensioni, il che permette al giocatore di sparare in maniera molto più precisa e colpire più agilmente i punti deboli dell'avversario.

    Scappare

    Se in Resident Evil 3 un testa a testa può essere facilmente gestibile, sono diverse le situazioni in cui ci ritrova ad essere circondati da piccoli gruppi di nemici e non sempre si hanno a disposizione abbastanza munizioni da poter eliminare tutti. In questi casi può essere una buona idea darsi alla fuga o, più semplicemente, provare a passare attraverso i nemici utilizzando con i giusti tempi la schivata.

    Una volta entrati nel raggio d'azione dei nemici, questi ci salteranno addosso e l'unico modo per evitare le loro prese è quello di effettuare una schivata. Per eseguire questa semplice azione basta premere il tasto R1 su PlayStation 4 (RB su Xbox One) insieme alla direzione verso la quale muoversi. Se fatta poi con il giusto tempismo, la schivata permette a Jill non solo di spostarsi lateralmente ma anche di fare una capriola che la distanzia ulteriormente dal nemico.

    Guardatevi intorno

    Se scappare non è per voi una strategia accettabile, allora potete sfruttare l'ambiente a vostro vantaggio. Quando l'area è piena di non morti che vagano alla ricerca della prossima preda e attraversare quel corridoio potrebbe essere la vostra ultima passeggiata, buttate sempre un occhio sugli elementi che compongono lo scenario.

    In giro potrebbe esserci qualche tanica esplosiva (sono facilmente riconoscibili per via delle loro dimensioni e della loro colorazione rossa) o un dispositivo elettrico che, una volta colpiti con un semplice proiettile, sono in grado di far fuori o stordire per qualche istante tutti i nemici nei paraggi. Seguendo questo pratico consiglio riuscirete ad attraversare queste aree impervie senza che qualcuno possa aggredirvi e incastrarvi in un loop infinito di attacchi e prese.

    Sbloccare la modalità facile

    Per qualche motivo la demo di Resident Evil 3 Remake sta risultando essere per voi troppo difficile? Nessun problema, poiché gli sviluppatori hanno inserito in questa versione dimostrativa anche la possibilità di selezionare un livello di difficoltà più accessibile, sebbene sia stato nascosto e non selezionabile nei menu di gioco.

    Questa particolare difficoltà prende il nome di "Modalità Assistita" e, una volta attivata, permette alla protagonista di recuperare automaticamente una quantità limitata di salute, subire una minor quantità di danni dai nemici, creare più munizioni combinando diverse tipologie di polvere da sparo e, udite udite, fornisce in dotazione un potente fucile d'assalto.

    Se volete giocare in Modalità Assistita sappiate che basta premere il tasto Quadrato su PlayStation 4 (X su Xbox One) subito dopo aver subito una sconfitta, nella schermata che vi chiede se uscire o continuare dall'ultimo checkpoint.

    Che voto dai a: Resident Evil 3 Remake

    Media Voto Utenti
    Voti: 85
    7.2
    nd