Sekiro: Combattimento, Armi e Abilità, guida per muovere i primi passi

Combat System, approcci stealth ed esplorazione: tutto quello che c'è da sapere per avventurarsi in Sekiro Shadows Die Twice.

guida Sekiro: Combattimento, Armi e Abilità, guida per muovere i primi passi
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Stadia
  • Come avrete letto nella recensione di Sekiro, Shadows Die Twice non appartiene allo stesso genere di Dark Souls e Bloodborne. Anche se non è un soulslike, il nuovo gioco di From Software include tutti gli ingredienti a cui ci ha abituati la software house nipponica, a partire da un grado di sfida punitivo, un level design sofisticato e un sistema di combattimento che richiede grande padronanza. Sul piatto troviamo anche elementi stealth, un'inedita verticalità dei livelli e alcune meccaniche inedite come quella della resurrezione. La nostra guida introduttiva vi preparerà ad affrontare al meglio le sfide di Sekiro, fornendovi dei consigli utili mentre muoverete i primi passi nel gioco.

    Morte e resurrezione

    Nei giochi From Software la morte comporta sempre una penalità significativa. L'idea di base rimane invariata anche in Sekiro: Shadows Die Twice, ma con alcune differenze molto sostanziali. Come al solito, dopo aver perso tutta la salute morirete, ma arrivati a questo punto avrete la possibilità di compiere una scelta. Potete rimanere morti ed essere riportarti all'ultimo Idolo dello Scultore che avete usato in precedenza, oppure resuscitare e rimettervi in piedi sul campo di battaglia dal punto in cui siete stati sconfitti, a patto che l'indicatore della resurrezione sia carico al 100%. Per ogni evenienza, assicuratevi che questo indicatore sia sempre pieno: potrete riempirlo eliminando i nemici, mettendo a segno dei colpi critici ed eseguendo un Colpo Mortale.

    Penalità della morte

    Morire in Sekiro comporta il dimezzamento dei punti esperienza e dei Sen guadagnati. Più spesso utilizzerete la meccanica della resurrezione, inoltre, più rapidamente la malattia del Drago si diffonderà nel mondo di gioco, e minori saranno le probabilità di ottenere un Aiuto Divino la prossima volta che vi rimetterete in piedi.

    Senza fare alcun tipo di spoiler, la diffusione della malattia del Drago può comportare la morte di alcuni NPC, facendovi perdere l'opportunità di ottenere alcune quest. Anche se avrete modo di resuscitare sul campo di battaglia, ogni morte implicherà comunque delle penalità svantaggiose. La regola principale, dunque, rimane sempre la stessa: cercate di restare in vita e morire il meno possibile.

    Aiuti Divini

    Gli Aiuti Divini consentono di mantenere i punti esperienza e i Sen che normalmente perdereste dopo la morte. Possono attivarsi al momento della resurrezione, non appena vi sarete rimessi in piedi sul campo di battaglia. Come si riceve un Aiuto Divino? Fondamentalmente si tratta di un lancio di dadi. Nel menu dedicato all'equipaggiamento, nella parte bassa della schermata, potete notare un piccolo riquadro con una percentuale che indica la probabilità di ottenere un Aiuto Divino. Se questa sarà al 30%, significa che avrete 3 possibilità su 10 di ottenere un Aiuto Divino, con il vantaggioso effetto di non perdere i punti esperienza e i Sen che normalmente vi verrebbero sottratti dopo la morte. Ricordiamo che ricorrere spesso alla resurrezione diminuirà la probabilità di ottenimento degli Aiuti Divini: tenete sempre sotto traccia questa percentuale, evitando di farla scendere verso il basso.

    Esplorate con dedizione

    Come è lecito aspettarsi da From Software, in Sekiro: Shadows Die Twice non verrete mai presi per mano. Sarà vostra responsabilità esplorare il mondo di gioco e scoprire tutto ciò che avrà da offrire. La curiosità verrà sempre ricompensata, permettendo di ottenere dei vantaggi significativi anche nei combattimenti. Per fare un esempio pratico, nelle fasi iniziali dell'avventura incontrerete degli avversari muniti di grandi scudi. Potreste evitarli, oppure affrontarli con la vostra spada standard...ammesso che siate abbastanza pazienti da sfondare le loro difese con grande perseveranza.

    Se avrete esplorato con attenzione la zona che conduce all'incontro con questi nemici, tuttavia, sarete entrati in possesso di un'arma particolarmente efficace contro gli scudi, rendendo le cose più semplici. Sekiro non è un gioco open world, ma le sue ambientazioni sono ricche di aree che attendono di essere esplorate a fondo. Se non lo farete, vi perderete per strada una tonnellata di oggetti utili per progredire più agilmente nell'avventura. Entrate in ogni edificio, salite su ogni sporgenza e non trascurate mai le fasi esplorative.

    Vitalità e Postura

    In Sekiro sono presenti una barra per la Vitalità (la salute del protagonista) e una per la Postura. La Vitalità si esaurisce ogni volta che subite dei danni, mentre la barra della Postura si riempe in combattimento parando i colpi dei nemici o subendo una presa. Quando gli avversari sono ignari della vostra presenza, oppure quando il loro indicatore del danno posturale è pieno, potrete metterli istantaneamente fuori combattimento con un Colpo Mortale. Questa mossa è quasi sempre fatale, dato che riuscirà a eliminare con un solo colpo la stragrande maggioranza degli avversari. I nemici più ostici come alcuni miniboss e i boss possono incassare più di un Colpo Mortale, ma si tratta di casi rari. Ad ogni modo, sfruttare il danno posturale rimane una strategia da tenere sempre in considerazione durante i combattimenti, soprattutto in quelli più ostici.

    Braccio prostetico

    Non passerà molto tempo prima di ottenere il braccio prostetico. Questo arto meccanico vi permetterà di usare il rampino, ma potrete estenderne le abilità installando dei potenziamenti specifici. Il primo che troverete è la ruota di Shuriken che, una volta equipaggiata, vi consentirà di sparare stelle ninja sui nemici. Per usare lo strumento protesico equipaggiato vi basta premere R2.

    Ogni utilizzo consumerà una certa quantità di Spirit Emblems, quindi cercate di tenerne una buona scorta con voi. Se non riuscite a trovarli nel mondo di gioco, potete acquistarli presso gli Idoli dello Scultore. È possibile utilizzare fino a tre strumenti protesici contemporaneamente per lo scambio rapido. Una volta che ne avrete ottenuti quattro o più, vi basterà usare il menu di pausa per scegliere il vostro loadout.

    Bilanciate attacco e difesa

    Nel corso dell'avventura imparerete nuove mosse e otterrete nuovi strumenti da usare nei combattimenti. Le abilità e le armi sono importanti da padroneggiare, ma dovrete imparare anche a combinarle nel modo più efficace in base ai nemici che avete di fronte. Guardate gli indicatori di Vitalità e Postura degli avversari e osservate come si muovono, in modo da studiarli per pianificare una buona strategia di combattimento. Se il vostro primo attacco riempie a metà il loro indicatore del danno posturale, probabilmente sareti sicuri di proseguire l'attacco fino a ottenere un Colpo Mortale. Se si scrollano di dosso il danno posturale, concentratevi sugli attacchi che infliggono danni vitali. Se i loro attacchi tagliano le vostre difese, preparatevi a schivare. Bilanciate sempre attacco e difesa, scegliendo quale approccio adottare in base al comportamento nel nemico.

    Sfruttate la verticalità

    Il confronto diretto non è quasi mai il modo migliore per affrontare un combattimento. Prima di tuffarvi nella mischia ispezionate l'area, preferibilmente da un tetto o da un buon punto di osservazione. Preparate un piano e poi eseguitelo: Sekiro premia gli approcci ponderati. Concentratevi sulle guardie di basso livello prima di affrontare un boss. Eliminate gli arcieri prima di avventurarvi all'aperto.

    Quando vi trovate su un punto sopraelevato, pensate agli attacchi in picchiata trovando il momento giusto per eseguirli, ricordando che i danni da caduta possono essere pericolosi. Lasciandovi cadere su un nemico lo mettere quasi sempre fuori combattimento: in caso contrario assicuratevi che non corra ad avvisare i suoi alleati. Prima di addentrarvi in un'area infestata dai nemici, imparate a studiare il campo di battaglia e a sfoltirlo prima di addentrarvi al suo interno.

    Stealth

    Sekiro incentiva furtività e combattimento, permettendo di alternare i due approcci in quasi tutte le situazioni. Ci sono un paio di modi per eliminare gli avversari in modalità stealth. Potete avvicinarvi di soppiatto a un nemico e - non appena visualizzato il punto rosso - ucciderlo senza che possa vedervi. Si può eseguire anche un attacco furtivo verticale selezionando un nemico con R3 e saltandogli addosso nel momento giusto. Ognuno di questi takedown furtivi può allertare gli avversari nelle vicinanze, quindi fate sempre attenzione. Ricordate che il vostro rampino vi consentirà di raggiungere rapidamente molte posizioni strategiche, con la possibilità di aggirare i nemici e coglierli di sorpresa. Muovendovi furtivamente potrete evitare del tutto alcuni scontri, ma ricordatevi che Sekiro non è un gioco prettamente stealth. Più combatterete, maggiori saranno i Sen guadagnati e i punti esperienza ottenuti. E migliorare le abilità del personaggio sarà di fondamentale importanza per prepararsi ai boss e ai nemici più ostici. Tenetelo sempre a mente.

    Drizzate le orecchie

    In Sekiro: Shadows Die Twice potrete origliare i dialoghi dei nemici: quando ne avete la possibilità, cercate di ascoltare ciò che hanno da dire. Si tratta a tutti gli effetti di un sistema di suggerimenti mascherato.

    Le conversazioni degli avversari possono fornirvi dei suggerimenti su come affrontare i boss, oppure su ciò che sta per accadere nei dintorni, consentendovi di scegliere con cognizione di causa la vostra prossima mossa. Restare appolaiati su un tetto è il modo migliore per ascoltare senza essere notati. Prendetevi il tempo che vi serve, studiate l'area circostante e pianificate di conseguenza il vostro piano d'azione.

    Che voto dai a: Sekiro Shadows Die Twice

    Media Voto Utenti
    Voti: 259
    8.1
    nd