Splatoon 2 Guida: Segreti e Strategie per dominare la mappa Torri Cittadine

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle mappe di Splatoon 2 in collaborazione con i principali team competitivi della scena italiana.

guida Splatoon 2 Guida: Segreti e Strategie per dominare la mappa Torri Cittadine
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Rilanciato alla grande dalla Octo Expansion, Splatoon 2 è uno dei titoli multiplayer più giocati su Nintendo Switch. La community attiva e vibrante partecipa con regolarità agli eventi proposti dal team di sviluppo, sguazzando nelle modalità competitive e cooperative. Se anche voi siete stati catturati dal coloratissimo "splattatutto" e volete migliorare le vostre prestazioni, Everyeye.it, in collaborazione con alcuni team italiani, vi propone una serie di guide concentrate sulle singole mappe: con consigli, suggerimenti e strategie che arrivano direttamente dai migliori della scena competitiva. Scagliamoci quindi dalle parti di Torri Cittadine: andiamo a vedere come giocare nelle quattro modalità.

    Torre Mobile

    Questa modalità è stata presa in analisi da Element Splatinum Tuzki

    Qual è il punto chiave di questa mappa/modalità?
    Questa mappa ha come caratteristica la sua estensione in altezza piuttosto che in lunghezza. Essa è divisa sia da un lato che dall'altro in veri e propri piani collegati da grosse discese (rallentando così l'arrivo verso la torre), mentre al centro invece troviamo un piccola piazza ricca di muretti e dislivelli. Il nostro obiettivo sarà quello di attraversare con la torre mobile tutto il percorso prestabilito, arrivando così all'ultimo check point.

    In questa mappa è fondamentale cercare di flankare l'avversario utilizzando le colorotaie o i muri (molto più veloci da attraversare rispetto alle lunghe salite) per permettere alla torre di avanzare; questo perché per buona parte del percorso che essa dovrà affrontare ci troveremo a livelli più bassi rispetto ai nostri avversari. Essi infatti, durante una nostra ipotetica avanzata, si troveranno spesso avvantaggiati perché in posizione sopraelevata. Cercare di non farci notare salendo verso la base avversaria e splattare gli avversari durante il push potrebbe essere un'ottima strategia per permettere alla torre di arrivare fino al check point finale.

    Qual è il set di armi che preferisci per affrontarla in PRO?
    In questa mappa essendo sviluppata in altezza armi come lo splasher élite nero marlin o la splatling possono dare una grossa mano perché avvantaggiate dal loro raggio. Tuttavia armi come il secchiostro triplo possono essere buone armi per sfruttare i dislivelli a nostro vantaggio (come per esempio tirare secchiate d'inchiostro da dietro una parete), anche quando ci troviamo su livelli più bassi rispetto ai nostri avversari. Per quanto riguarda le speciali, il granbotto è utile per proteggere la torre, impedendo così ai nostri avversari di avvicinarsi ad essa o di farli scendere e fermarla immediatamente nel caso contrario. Anche la pioggia può essere una valida scelta: infatti se lanciata durante il push faremo arretrare molto i nostri avversari e rallenteremo quelli appena spawnati,mentre se lanciata in una fase di push avversario non solo faremo arretrare il team avversario, ma lo indeboliremo, rendendo più facile un eventuale splat. Un buona build per iniziare potrebbe essere composta da: ricarica speciale (in modo da avere spesso la nostra speciale a disposizione), recupero colore e il tempo è colore nel caso degli slayer/flanker (per essere il più presenti possibile).

    Qual è il set di armi che preferisci per affrontarla in team?
    Come per ogni mappa ciascun giocatore deve avere il proprio ruolo, un backliner con uno splatter o con una splatling sono fondamentali, infatti essi si occuperebbero di proteggere la torre,e dare supporto all'intera squadra dalle retrovie.Un midliner con un arma a medio raggio come ad esempio lo splasher élite, si occuperebbe della torre, comunicando alla squadra eventuali flank da parte degli avversari. Infine, ma non per meno importanti, due slayer equipaggiati con armi a corto raggio come il secchiostro triplo o il blaster cercherebbero di flankare e splattare i backliner nemici, rendendo così la squadra avversaria in svantaggio numerico e senza supporto.

    Come bisogna approcciare l'obiettivo: andando il più in fretta possibile verso di esso oppure caricando prima le speciali per un push efficace?
    Di solito in questa modalità si evita di prendere in fretta la torre, perchè una volta sopra saremmo un bersaglio troppo facile per il team avversario. La cosa giusta da fare è quella di aspettare di avere un vantaggio numerico e solo a quel punto salire sulla torre, e durante il push la cosa migliore è coordinare le speciali mandandole contemporaneamente per rendere difficile movimenti e strategie del team avversario.

    Una strategia per iniziare un buon push potrebbe iniziare da un flank salendo dai i muri a destra della mappa. Una strategia più rischiosa invece sarebbe quella di usare la colorotaia, anch'essa a destra: spesso infatti si è troppo esposti nell'usarla, per cui è preferibile farlo quando l'azione si trova ai piani alti per arrivare piú velocemente. Una volta arrivati nel primo piano della base avversaria potremmo aspettare lì i nostri avversari o continuare a salire usando il muro al centro.

    Come si difende se la mia squadra viene pushata indietro, magari dopo un full team?
    Dopo un full team spesso si cade nel panico, magari scendendo da soli a cercare qualche kill disperatamente, ma questa è la scelta peggiore. La prima cosa da fare è aspettare i compagni e ricompattarsi, dopodichè una valida soluzione può essere quella di usare molto le secondarie per liberare i piani sottostanti. Spesso anche fare strade diverse dal solito come ad esempio percorrere la prima discesa e arrivare alla destra degli avversari può essere una soluzione.

    Colorare la maggior parte della mappa è indispensabile?
    Il controllo della mappa è una delle caratteristiche fondamentali per il perseguimento dell'obiettivo su Splatoon, se non la piú importante, in quanto senza colore sarebbe impossibile muoversi. Colorare la mappa significa rallentare l'ingresso in campo degli avversari, che saranno costretti a investire del tempo nel crearsi la strada; non farlo, concentrandosi solo su obiettivo e kill, avrebbe come unico risultato quello di essere sempre piú schiacciati verso la propria base.

    Posso usare i trasferitori, se sì, dove posso metterli per essere efficace?
    I trasferitori sono utilissimi in questa mappa, soprattutto perché arrivare al centro richiede piú tempo rispetto ad altre mappe che si estendono in lunghezza. I punti migliori per piazzarli sono quelli piú nascosti e difficili da raggiungere per gli avversari, e nel caso di Torri cittadine l'ideale é piazzarli al primo piano dietro il cubo che si trova nello snipe, nella terrazza a destra al secondo piano, o dietro il muretto che si trova vicino alla colorotaia (se l'azione si é spostata dalla zona centrale).

    Quale percorso dovrebbe utilizzare il flank della squadra?
    Sicuramente percorrere le vie laterali, in modo da non trovarsi faccia a faccia con gli avversari ma aggirandoli lateralmente o alle spalle. La via piú breve è il muro che porta allo snipe avversario, risalendo il muro del corridoio sulla destra. In questo modo, i backliner piú disattenti verranno subito eliminati. Quando la torre si è spostata verso il primo checkpoint, si puó risalire la parete a sinistra che porta alla terrazza avversaria al secondo piano.

    C'è necessità che qualcuno stia sempre indietro a difendere l'obiettivo nemico?
    Solitamente questo compito spetta al backliner, che deve supportare i compagni a distanza eliminando i nemici che si avvicinano alla torre, e, in assenza di trasferitori, permettere ai compagni di saltare in un punto arretrato rispetto all'azione cosí da tornare in gioco nel minor tempo possibile.

    Il vostro segreto in questa modalità/mappa che potete condividere con noi?
    Coprire ogni possibile flank avversario rispettando il proprio ruolo, coordinare le speciali giocando safe, e approfittare della confusione per riuscire a flankare gli avversari.

    Pioggia e bolle o granbotto possono rivelarsi un mix devastante se mandate contemporaneamente e bloccando le vie di fuga, permettendo cosí di far procedere la torre. Altra cosa importante è sfruttare il palo al centro della torre: se ci si nasconde bene dietro, si puó sopravvivere anche alle bombe che si trovano nel lato opposto!

    Vongol Gol

    Questa modalità è stata presa in analisi da Re-polp Fiction

    Qual è il punto chiave di questa mappa/modalità?
    Le due reti sono piuttosto compatte, vicine al centro. Molta mappa è "inutilizzata" e per questo tornare al centro, in mezzo alla bolgia, è lungo. Meglio restare fuori dal gioco il meno possibile o attrezzarsi per un bel po' di salti.

    Qual è il set di armi che preferisci per affrontarla in PRO?
    Nel dubbio preferisco poter fare controllo colore e avere con me le mie fide Sogni Infranti (le Bombe Splash, per tutti gli altri). Un paio di bombe tirate verso i piani alti possono prendere di sorpresa chi è impegnato a vedersela con gli attaccanti. Inoltre, le bombe arrivano in basso prima di chi le tira, quando si tenta di rientrare in gioco il più in fretta possibile.

    Qual è il set di armi che preferisci per affrontarla in team?
    Il Calamaravaggio Master, o altro con la Cromosfera. Si fa un po' di fatica a verticalizzare, ma una volta sopra si possono sfruttare le salite per correre sopra agli avversari, fare da bersaglio per dei super salti con i vongoloni, e sorprendere gli avversari da dietro. "Insospettabilmente" il Bombrello Solerra funziona bene in difesa, così come gli altri ombrelli, perché se qualcuno degli avversari tenta una salita o una scalata si può fare letteralmente muro e non farlo passare. Il secchiostro va bene per supportare da sotto i compagni e per difendere dall'alto.

    Come bisogna approcciare l'obiettivo: andando il più in fretta possibile verso di esso oppure caricando prima le speciali per un push efficace?
    Non è facile raccogliere abbastanza vongole e andare subito in rete. Meglio preparare il campo e attaccare dopo aver tirato giù almeno un paio di avversari.

    Come si difende se la mia squadra viene pushata indietro, magari dopo un full team?
    C'è poco da difendere, qui. È vitale tornare al centro quanto prima, e splattare chi sta infilando le vongole in rete.

    La strada verso il centro è lunga, ma non per questo bisogna buttarsi a testa bassa. Meglio passare da uno dei lati e sfruttare il vantaggio dell'altezza per poter avere la meglio.

    Colorare la maggior parte della mappa è indispensabile?
    Il centro è fondamentale, e conviene prendere possesso anche delle parti alte avversarie subito sopra la rete. Si eviterà, così, di avere troppa gente che ci sparacchia dall'alto quando si tenta di sfondare.

    Posso usare i trasferitori, se sì, dove posso metterli per essere efficace?
    Sulla parte alta a sinistra della rete avversaria fanno un ottimo lavoro, perché un solo salto e un po' di mira garantiscono un bel gol. Vanno bene anche nel corridoio basso a destra della mappa, dal quale si può salire e poi decidere se prendere la salita, la discesa o la colorotaia per andare a segnare.

    Quale percorso dovrebbe utilizzare il flank della squadra?
    Ammesso di non essere visti, si può passare per la colorotaia che si trova all'estrema destra e che porta in territorio avversario.
    Paradossalmente, passando dal centro e sulla salita avversari, o anche sul muro frontale, si arriva abbastanza di soppiatto. Pure meglio di un flank.

    C'è necessità che qualcuno stia sempre indietro a difendere l'obiettivo nemico?
    Se quel qualcuno è un bravo cecchino, o uno Splatling attento, può piazzarsi in alto sopra alla rete e tenere tutto sotto controllo. In questo caso si può stare tranquilli a meno di non subire attacchi multipli da diversi lati.

    Il vostro segreto in questa modalità/mappa che potete condividere con noi?
    Verticalizzate. La mappa è unica nel suo genere, e presenta delle pareti verticali perfette per nuotare con appresso una Super Vongola lasciando che dall'alto tutti quanti cerchino di fermarci, sbucare all'improvviso, e tirare la palla in rete.

    Zona Splat

    Questa modalità è stata presa in analisi dai Elemental Tentacle Takers

    Qual è il punto chiave di questa mappa/Modalità?
    La verticalità della mappa rappresenta il suo punto chiave. Per poter raggiungere il centro campo, si hanno due opzioni: lanciarsi giù per i 3 piani consecutivi, o percorrere la via laterale che scende di piano in piano. Ovviamente, la prima scelta è la piu rapida ma è anche quella più rischiosa dato che si è totalmente indifesi e scoperti durante la discesa.

    Qual è il set di armi che preferisci per affrontarla in PRO?
    In questa mappa, le armi a lunga gittata dominano ed è un obbligo averne una in team. Le classi piu adatte sono quindi gli splatter e le splatling , tenendo però conto che sweeper e il rullo dinamo sono comunque una valida alternativa.

    Se si vuole invece optare per un ruolo piu aggressivo, i secchi sono perfetti data la loro peculiarità nel lanciare inchiostro da luoghi sopraelevati.

    Qual è il set di armi che preferisci per affrontarla in Team?
    Tenendo presente che al centro vi sono due zone, è opportuno tenerle sempre colorate. Per fare ciò spesso si usa un arma a lungo raggio (Splatter, gatling e sweeper) e un arma a medio raggio (Rullo dinamo, splasher elite) per riuscire a mantenere controllo colore da una posizione sicura (Spesso nel primo piano della propria zona) . Nel mentre due armi a corta gittata (Splasher, repolper, secchiostri, blaster) rallentano/neutralizzano gli avversari nel primo piano nemico data l'alta probabilità che essi ci si buttino dall'alto per arrivare prima al centro.

    Come bisogna approcciare l'obiettivo: andando il più in fretta possibile verso di esso oppure caricando prima le special per un bel push?
    Consiglio sempre un approccio ponderato e tattico all'inizio di zona splat e in torri cittadine questo comportamento dovrebbe essere tenuto bene a mente se non si vuole venir bloccati con abbastanza facilità. Approfittare delle vie laterali discendenti è un ottimo mezzo per approvvigionarsi punti colore. Consiglierei di agire con calma, caricando le speciali per un push iniziale e non appena si presenta l'occasione , andare a flankare gli avversari nel loro primo piano nonché punto di caduta. Se i flanker riescono a tenere sotto controllo quella zona e i difensori supportano con special ed eliminando gli eventuali avversari sfuggiti, la partita è già quasi vinta.

    Come si difende se la mia squadra viene pushata indietro, magari dopo un full team?
    Il consiglio essenziale in questa mappa è evitare di andare singolarmente a buttarsi giu per la via principale, questo avrà come unico risultato il farsi eliminare, perdendo cosi tempo e facendo guadagnare preziosi punti agli avversari che nel mentre detengono la zona. Il consiglio è di proseguire per la via laterale e, nel caso, dividersi in due coppie: una scenderà dal muretto laterale del secondo piano mentre l'altra continuerà a scendere per la via principale.

    Colorare la maggior parte della mappa è indispensabile?
    In Torri Cittadine, soprattutto in zona splat, la maggior parte della mappa che non riguarda
    prettamente il centro è inutile e priva di azione. L'unico scopo di verniciare le vie laterali è per caricarsi le special o per avere un po' piu di movimento in caso di forte push.

    Posso usare i trasferitori, se si, dove posso metterli per essere efficace?
    Questa mappa è perfetta per l'uso dei trasferitori e anzi, per alcune strategie è indispensabile. Dato che per arrivare al centro della mappa, nonché fulcro dell'azione, si perde moltissimo tempo tra un respawn e l'altro, avere un trasferitore che ti permette di super saltare su di esso è vitale per evitare di perdere secondi preziosi.

    Si possono piazzare nella destra del secondo piano, nel piazzale sopra il muro, per ritornare velocemente al centro dell'azione supersaltando in sicurezza. Si possono inoltre piazzare anche nella medesima zona, dalla parte avversaria però, per avere un punto di flanking dove spesso i nemici non tendono ad andare e quindi offre sia una protezione di salto sia un ottimo punto per poter andare a chiuderli. Un altro punto strategico è nel piccolo corridoio laterale, sotto al primo piano avversario dove essi andranno poi a cadere.

    Quale percorso dovrebbe utilizzare il flank della squadra?
    Le opzioni sono due: andare direttamente al primo piano nemico salendo per il muretto affacciato al centro campo (o eventualmente tramite il corridoio limitrofo, in modo da sorprendere i nemici da un punto laterale che non sia davanti al focus della loro attenzione). Oppure passare per il muro sinistro che porta al secondo piano, e da esso andare nei due piazzali centrali o del primo o del secondo piano, sfruttando i blocchi dislocati lungo i corridoi come difesa in caso veniate visti.

    C'è necessità che qualcuno stia sempre dietro a difendere l'obbiettivo nemico?
    Assolutamente sì, un arma a lungo raggio dovrebbe sempre restare dietro come punto strategico sia per quanto riguarda la difesa, sia per permettere ai compagni di super saltare e ritornare nel vivo del gioco.

    Inoltre essa permetterebbe di tenere sotto controllo almeno la prima zona in modo tale da impedire al nemico di guadagnare punti.

    Il vostro segreto in questa modalità/mappa che potete condividere con noi?
    Il fulcro principale in questa combo di mappa/modalità è sicuramente l'avere un ottima arma a lunga gittata capace di supportare tutta la squadra con super salti, special quali pioggia, bolle o armatura, in una posizione che le permetta di essere protetta dai nemici.

    Bazookarp

    Questa modalità è stata presa in analisi da Element Inkspecters.

    Qual è il punto chiave di questa mappa/modalità?
    Torri cittadine è una mappa unica nel suo genere, infatti ha come aspetto peculiare il suo estendersi in altezza piuttosto che in superficie. L'area di gioco di può dividere in 2 parti: la torre vera e propria, composta da un'unica strada a serpentone con piccoli corner più ampi e una piazza centrale "al piano terra". Quest'ultima non è assolutamente piana e ampia, ma anzi, presenta un dosso centrale (su cui poggia l'obiettivo) e diversi muretti e corridoi stretti, che accentuano la gran difficoltà di questa mappa: portarsi in vantaggio e salire fino al piedistallo! Ad aiutarci le colorotaie, disposte rispettivamente al piano terra, all'estrema destra, una in centro al primo piano e una a sinistra al secondo. Infine, i muri. Questi ultimi sono fondamentali per risalire le torri, poiché procedendo per la strada principale il percorso risulta più lungo e rischioso. Un'altra caratteristica unica di questa temutissima mappa!

    Qual è il set di armi che preferisci per affrontarla in PRO?
    Essendo le pro una modalità single player, spesso si sceglie di affrontarla con armi piuttosto indipendenti e solitarie. In questa mappa la lunga gittata è favorita dai dislivelli, permettendo ad un ottimo splatter o splatling di dominare la partita, ma la loro speciale non è così efficace. Il baccalaser, infatti, è molto più semplice da usare in mappe lunghe e strette (come il Porto Polpo) e meno in piste che con molti alti e bassi. Un'ottima alternativa è il secchiostro vasca, molto forte (anche dopo il nerf) nel distruggere la barriera del bazookarp e costruire un terreno insidioso per i carrier. La pioggia si comporta molto bene, poiché non è influenzata dai dislivelli ed è ottima per un push forte insieme al resto dei player. Per un set efficace, demolitore, ricarica speciale e un po' di recupero colore possono essere interessanti per iniziare a capire che gioco si preferisce con quest'arma bizzarra!

    Qual è il set di armi che preferisci per affrontarla in TEAM?
    Per questa mappa la divisione dei ruoli è fondamentale. In team tutto si gioca su un ottimo backliner, sia un cecchino (con splatter o tinter 4K) che una splatling o un blaster elite, e su un attacco forte, con uno o due slayer capaci di muoversi senza farsi notare, per flankare la difesa nemica e iniziare a fare pressione. In questo caso preferiamo una splasher logo o una repolper logo, anche se in questa mappa il jet-splat richiede molta attenzione nel positioning.

    Altre ottime armi sono la n-zap con armatura e il secchiostro con cromosfera, fortissimo per colpire dietro i muretti e fare pressione e interessante per la sua speciale. La cromosfera, infatti, può fare la strada di colore al bazoo e può essere decisiva in un push ben coordinato. Da provare anche le nuove repolper Kensa, ma occhio a non cadere con le capriole!

    Come bisogna approcciare l'obiettivo: andando il più in fretta possibile verso di esso oppure caricando prima le speciali per un push efficace?
    Generalmente in bazookarp si cerca di fare esplodere il bazookarp il prima possibile e si tenta di portare assegno le prime kill della partita, per ottenere il controllo e iniziare il push. Essenziale è essere prima in vantaggio numerico e poi pushare, magari con delle speciali. Una strategia molto aggressiva prevede di salire subito sul muro a sinistra e iniziare da lì il push con le speciali, come la pioggia, le bolle o il jet splat, tenendo ben presente che gli avversari non vi accoglieranno a braccia aperte! Un'alternativa più cauta è salire il muro frontale e percorrere meta strada in salita, inchiostrare il secondo muro centrale e portare l'obiettivo. Data la complessità di questo push, lo sconsigliamo come primo approccio, poiché può tradursi in una guerra di posizione e terminare il muro può equivalere al cadere sotto il fuoco nemico.

    Come si difende se la mia squadra viene pushata indietro, magari dopo un full team?
    Dopo un full team, mentre si subisce un push coordinato, la prima cosa che viene spontaneo è lanciarsi all'attacco. No! Questo perché chi sta sopra è sempre in vantaggio e scendere equivale a finire nell'inchiostro nemico dopo un prevedibile volo di un secondo abbondante. L'ideale è aspettare i nemici al varco oppure si possono respingere con le secondarie e con le special.

    Colorare la maggior parte della mappa è indispensabile?
    Il dominio del territorio è sempre essenziale in Splatoon, ma c'è da dire che in questa mappa non è così essenziale. Concentratevi sul colorare le aree più estese e sì... anche i muri!

    Posso usare i trasferitori, se sì, dove posso metterli per essere efficace?
    I trasferitori possono essere utili, poiché tornare nel centro dell'azione dopo essere stati splattati richiede davvero molto tempo. Posizionateli ben nascosti, negli angoli meno esposti, ad esempio, sul vostro snipe al secondo piano, ossia sulla terrazza alta a destra, alla fine del muro con le 2 reti, oppure nel corridoio flank, nella strada appena sotto la grande terrazza snipe centrale avversaria.

    Quale percorso dovrebbe utilizzare il flank della squadra?
    Ci sono diversi percorsi per flankare la difesa nemica, ad esempio si può usare la colorotaia nell'angolo in centro a destra, per arrivare direttamente sullo snipe centrale avversario, mentre altri due sono i muri descritti in precedenza.

    C'è necessità che qualcuno stia sempre indietro a difendere l'obiettivo nemico?
    Certamente, qui il backliner è molto fastidioso. Assicuratevi però che sia sempre attivo e mai in "attesa" dei nemici.

    Il vostro segreto in questa modalità/mappa che potete condividere con noi?
    Se siete corte gittate, occhio sempre in alto e usate i muri con testa, magari controllando prima di terminare la salita. E per voi backliner, siate preventivi e controllate le colorotaie e i possibili flank dal basso.

    Che voto dai a: Splatoon 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 110
    8.2
    nd