The Division 2: la guida alla nuova espansione Warlords of New York

Con Warlords of New York The Division 2 entra in una nuova stagione di contenuti, ma come affrontare al meglio la nuova espansione? Ecco alcuni consigli.

guida The Division 2: la guida alla nuova espansione Warlords of New York
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Con il debutto di Warlords of New York (rinominata WoNY dagli stessi sviluppatori) siamo entrati ufficialmente nell'Anno 2 di The Division 2, il quale promette non solo tante novità in termini di contenuti ma anche numerose modifiche a meccaniche di gioco, grazie alle quali i giocatori troveranno maggiori soddisfazioni nell'accumulare loot e costruire la propria build. Se avete iniziato a giocare allo sparattutto in terza persona online di Ubisoft solo da poco tempo (magari perché avete approfittato dei grossi sconti per la versione base) o non vi siete informati abbastanza su tutte le novità della nuova espansione, ecco una serie di consigli che vi aiuteranno a farvi strada tra i pericoli di New York.

    Viaggio a New York

    Una volta effettuato l'acquisto di The Division 2: Warlords of New York, l'accesso all'espansione non è automatico e ci sono dei requisiti ben precisi da rispettare prima di fiondarsi nella nuova mappa per dare la caccia all'Agente Rogue Aaron Keener e ai suoi generali. Bisogna infatti aver completato ogni singola missione della campagna principale, essere al livello 30 e aver raggiunto la Fascia del Mondo 5, alla quale si arriva ottenendo equipaggiamento con punteggio superiore a 450 e assaltando le varie Roccaforti. dopodiché nei pressi dell'eliporto della Casa Bianca a Washington DC (questo luogo è contrassegnato da un'icona sulla mappa ed è impossibile non trovarlo) si può salire in elicottero per dirigersi a New York.

    Se non possedete i requisiti per accedere all'espansione, sappiate che esiste una scorciatoia per iniziare la nuova avventura con un solo click: parliamo del boost per raggiungere istantaneamente il livello 30. Questo speciale oggetto è acquistabile nel negozio delle microtransazioni e, se avete preordinato Warlords of New York, vi è stato dato gratuitamente.

    Ciò significa che potete utilizzare questa sorta di gettone (spendibile una sola volta e su un solo Agente) per far schizzare al livello massimo dell'Anno 1 il vostro personaggio e fare in modo che la storia venga automaticamente considerata completata, così da raggiungere New York e cimentarvi nelle nuove attività PvE. Se siete nuovi giocatori vi consigliamo in ogni caso di giocare l'avventura principale per comprendere le meccaniche di gioco e iniziare a farvi le ossa; invece suggeriamo l'utilizzo del boost a chi ha approfittato dei recenti sconti (il gioco è stato venduto a soli 3 euro) per passare ad esempio da console a PC e non ha voglia di rigiocare contenuti ormai già noti.

    A proposito di bonus, se avete acquistato il contenuto aggiuntivo prima della sua uscita vi invitiamo a seguire la nostra guida su come riscattare i DLC preorder di Warlords of New York, tra i quali troviamo un esclusivo costume e il fucile a pompa Enforcer.

    Nuove abilità

    Se vi state per avventurare nelle missioni della storia di Warlords of New York, sappiate che è possibile ottenere ben quattro nuovi gadget attorno ai quali costruire delle nuove build. Tra queste ci sono due varianti della Bomba adesiva (una esplosiva e una incendiaria), le trappole elettriche e il dispositivo per creare degli ologrammi. Ciascuna di queste abilità speciali si può ottenere facendo fuori uno dei quattro diversi generali di Aaron Keener. James Dragov vi permetterà di ottenere il progetto della versione standard della Bomba adesiva, Vivian Conley quello della Bomba incendiaria, Theo Parnell quello dell'abilità di creare ologrammi e Javier Kajika quello delle trappole elettriche.

    Alla ricerca del God Roll perduto

    Uno dei principali cambiamenti al loot di The Division 2 con l'arrivo di Warlords of New York è l'introduzione dei God Roll. Ogni arma o pezzo d'armatura ritrovato in giro possiede infatti delle statistiche aggiuntive che influiscono in vari modi sul danno, sulla difesa o su altri parametri del gioco e non sono unici: ad affiancare ognuno di questi parametri vi è infatti una barra che ne indica l'efficacia e l'obiettivo di ogni Agente è quello di recuperare la miglior versione di quell'oggetto con il perk al massimo della sua capacità.

    Ad esempio il talento che aumenta in percentuale il danno inflitto dall'arma può avere un valore massimo del 15% e tutti quelli con una cifra inferiore non possono essere considerati God Roll e, di conseguenza, andrebbero scartati nel processo di creazione della "build perfetta". Nel caso in cui doveste mettere le mani su un God Roll che non vi interessa, vi suggeriamo di conservalo per estrarne il talento grazie ad una meccanica di cui vi parleremo più sotto.

    Spazzatura, spazzatura ovunque

    Partiamo subito col darvi una notizia: tutto l'equipaggiamento accumulato fino ad ora in Tom Clancy's The Division 2 non vi servirà praticamente a nulla se non nella prima mezz'ora di Warlords of New York. Basta giocare un po' all'espansione per iniziare ad ottenere nuove armi e pezzi d'equipaggiamento, i quali vi renderete conto ben presto che possiedono caratteristiche diverse rispetto a quanto siete abituati a vedere. Tutto ciò significa che potete tranquillamente smontare la montagna di spazzatura accumulata nel primo anno di gioco e tenere magari solo gli oggetti esotici.

    Vi suggeriamo anche di non fare grande attenzione a tutto ciò che troverete in giro fino al raggiungimento del level cap, ovvero del livello 40. È proprio al livello massimo che dovrete invece a ponderare con una certa attenzione quali sono gli oggetti da scartare e quelli da tenere per poi utilizzarli nella Libreria per la Ricalibrazione. Attraverso un meccanismo che ricorda per certi versi quello visto in Destiny 2, è possibile estrarre i talenti degli oggetti per poi inserirli in altri e potenziarne quindi gli effetti aggiuntivi.

    Una nuova Zona Nera

    Se avete giocato a The Division 2 nel corso del suo primo anno di vita saprete bene come la Zona Nera, il pericoloso luogo in cui si possono affrontare sia altri giocatori che tostissimi mob controllati dall'intelligenza artificiale, fosse un luogo deserto e poco praticato dai giocatori nell'endgame. Sembra però che con l'aggiornamento che ha accompagnato Warlords of New York le cose siano cambiate ed è ora possibile trovare molti più nemici umani all'interno di questa specifica area della mappa di Washington (va precisato che non esiste al momento alcuna Zona Nera a New York), dal momento che le modifiche apportate rendono il loot al suo interno decisamente più allettante rispetto al passato.

    Ora tutto il bottino è contaminato e, cosa fondamentale, le statistiche di ciascun oggetto sono chiaramente visibili al giocatore sin da quando lo si ritrova a terra, così da decidere se vale la pena rischiare la propria vita e occupare uno slot dello zaino portandolo alla prossima estrazione. Tra gli altri cambiamenti segnaliamo la rimozione del venditore a Thieve's Den, la possibilità di vedere sulla mappa tutti i giocatori nell'area di 100 metri e l'attivazione automatica della chat vocale per gli avversari, così da poter sentire se si ha qualcuno vicino che vuole tenderci un'imboscata.

    Che voto dai a: Tom Clancy's The Division 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 115
    7.1
    nd