Vampyr: Guida per affrontare e sconfiggere tutti i boss del gioco

Vampyr è un titolo che presenta un discreto numero di boss che ostacoleranno il vostro cammino: ecco tutte le strategie utili per affrontarli.

guida Vampyr: Guida per affrontare e sconfiggere tutti i boss del gioco
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Vampyr, il nuovo RPG sviluppato dai ragazzi di Dontnod Entertainment, è un gioco prettamente incentrato sulla campagna, e offre quindi un'esperienza di gioco totalmente votata al single player. Nel corso della storia principale si staglieranno sul vostro cammino diversi boss, che spaziano da alcuni nemici unici che incontrerete per le vie di Londra a vere e proprie boss fight, caratterizzate da uno stage dedicato, fino ad arrivare all'ultimo grande nemico del titolo. In questa guida troverete tutte le descrizioni dedicate a questi super criminali, assieme alle strategie migliori per sconfiggerli.

    Attenzione: la guida contiene inevitabilmente spoiler sulla trama di Vampyr. Se non volete rischiare di avere anticipazioni vi consigliamo di non proseguire oltre con la lettura.

    William Bishop

    Troverete William Bishop in uno dei magazzini dei Docks, alla fine del primo capitolo della campagna, durante la missione Eternal Thirst.

    Essendo il primo boss in assoluto che incontrerete in Vampyr, Bishop avrà l'arduo compito di farvi prendere confidenza con le meccaniche di gioco: i suoi attacchi si limitano alle basi e sono molto simili a tutti gli altri Skal. L'unica eccezione è rappresentata da una carica occasionale, con la quale si dirigerà minaccioso verso di voi cercando di travolgervi. Dovrete per forza schivarla altrimenti, se vi colpirà, rigenererà una parte della sua barra della salute. Sarà particolarmente resistente agli attacchi con le armi da fuoco e quelle corpo a corpo ma non dovrebbe mettervi troppo in difficoltà.

    John Doe

    John Doe si troverà nel seminterrato dell'ospedale, in un'area che dovrete visitare per forza durante lo svolgersi della missione Night Shift, per la quale dovrete recuperare alcune scorte per l'infermiera Crane.

    Questo boss é un Blinker Skal, ovvero la classe di nemici più ostici che troverete in tutta Londra. Sarà resistente agli attacchi corpo a corpo e molto difficile da colpire con le armi da fuoco a causa della sua particolare abilità, che gli permette di teletrasportarsi qua e là per il dungeon. Inoltre sarà in grado di materializzare alcune ombre, che vi attaccheranno alle spalle. Ogni volta che si muove provate a effettuare un paio di schivate all'indietro per impedirgli di colpirvi, e colpitelo con una mazza, un'ottima arma per rallentarlo e stunnarlo. Non cercate di colpire le ombre, pensate solamente a schivarle, spariranno da sole poco una manciata di secondi.

    Sewer Beast

    Questo boss vive nelle fogne, come si evince dal nome, in particolare nei condotti vicino all'ospedale. Lo incontrerete nel corso della missione A Rat in the Hospital.

    Questo nemico sarà resistente agli attacchi corpo a corpo e di sangue. I suoi colpi invece saranno molto pericolosi e vi toglieranno un bel po' di salute nel caso ne veniste colpiti ma, per fortuna, saranno intuibili con largo anticipo. Il nostro consiglio è di stargli a debita distanza fino a che non avrà esaurito le combo e attaccarlo solamente quando si fermerà per recuperare il fiato. Usate un'arma a due mani, in modo da stunnarlo e infliggere danno allo stesso tempo ma tenete d'occhio la vostra barra della stamina in caso dobbiate schivare qualche suo attacco.

    Roger "The Wall"

    Roger sarà l'ultimo boss che incontrerete alla fine di White Chapel Road prima di entrare nell'omonimo quartiere, all'inizio della missione Blackmail in White Chapel.Questo boss è un Brawler, ciò significa che sarà in grado di parare i vostri attacchi grazie al suo scudo e di infliggere molti danni con i suoi pugni ma soprattutto con il suo fucile a pompa. Il nostro consiglio è di schivare tutti i suoi attacchi per poi colpirlo, prestando particolare attenzione alla sua abilità nel parare.

    Toby e Vincent Sheen

    Troverete questi due criminali dopo aver completato la missione Blackmail in White Chapel, precisamente poco dopo aver parlato con Dorothy Crane. Una volta che avrete lasciato questo distretto dirigetevi verso l'ospedale: li troverete lì.

    La difficoltà in questo scontro sta nel fatto che i nemici da tenere a bada saranno due. Per primo mettete fuori combattimento Toby, dato che questo personaggio preferirà stare lontano dalla mischia e vi colpirà dalla distanza con le armi da fuoco. Una volta fatto fuori dovrete preoccuparvi solo del fratello, che non vi darà troppo filo da torcere: vi basterà schivare i suoi attacchi e colpirlo di conseguenza.

    Reverendo Kane

    Il Reverendo Kane si troverà nei pressi di White Chapel, precisamente nei dintorni della White Chapel Old Road. Oltre ai normali attacchi melee, questo boss sarà in grado di colpirvi con alcuni raggi di luce in grado di prosciugare la vostra stamina. Kane è molto resistente agli attacchi di tipo vampiresco, quindi una buona tattica potrebbe essere quella di colpirlo ripetutamente con le armi da fuoco. Una volta che avrete triggerato la boss fight, occupatevi prima dei suoi scagnozzi, e lasciate il pezzo grosso per ultimo.

    Jimmy "The Spark" Barlow

    Incontrerete per la prima volta questo boss durante la missione The Sad Saint of the East End ma, per poterlo sconfiggere, dovrete dirigervi in uno dei magazzini ai Docks.

    Jimmy non è uno dei nemici più potenti del gioco, ma la sua boss fight è resa più ardua dagli scagnozzi ai quali si accompagna. Anche se il vostro istinto potrebbe suggerirvi di eliminarli tutti per poi concentrarvi sul boss, vi sconsigliamo di adottare questa tattica perché il loro respawn è infinito. Concentratevi invece su Jimmy, il cui lanciafiamme è facilmente evitabile: evitate le armi a distanza perché sarà in grado di colprivi anche da distante. La strategia migliore è quella di arrivargli alle spalle ed usare tutti gli attacchi di cui disponete, per sconfiggerlo nel più breve tempo possibile.

    Fergal

    Nel terzo capitolo della storia principale, Sean Hampton vi chiederà di inoltrarvi nelle fogne dei Docks per trovare le prove che lo scagionano dall'accusa di essere un assassino: qui troverete Fergal, anche se non sarà la prima volta che lo incontrerete dato che, mentre vi aggirerete per White Chapel, non mancherà occasione per urlarvi addosso frasi incomprensibili. Come tutti gli altri vampiri, del resto.Fergal sarà resistente agli attacchi corpo a corpo e ai danni di tipo ombra, e quest'ultimi saranno i suoi metodi di offensiva preferiti in assoluto: vi colpirà con ferocia inaudita per poi evocare diverse copie-ombra di sé stesso, pronte anch'esse a colpirvi. Fortunatamente anticiperà la loro evocazione con un gesto teatrale, portando entrambe le mani al cielo e dandovi così tempo per prepararvi al suo attacco. Appena sentirete un rumore provenire da dietro di voi, schivate subito verso destra o verso sinistra, oppure in avanti, in modo da evitare l'attacco dei cloni ombra. Più andrà avanti lo scontro, maggiore sarà il numero delle ombre evocate da Fergal.

    Nella seconda e terza fase della lotta, il boss modificherà il suo pattern d'attacco, introducendo alcuni colpi ad area che vi danneggeranno e vi costringeranno ad indietreggiare; inoltre comincerà a caricarvi con degli attacchi in salto che gli permetteranno di cambiare velocemente la sua posizione all'interno dell'arena. Prevedere e schivare questi attacchi sarà molto semplice, dato che il luogo in cui atterrerà sarà evidenziato da una luce accesa ed intensa.
    Se aggiungete anche il fatto che Fergal sarà in grado di effettuare una presa che gli permette non sono di infliggervi danno, ma anche di rigenerare un po' di salute, il miglior approccio sarà senza dubbio quella dalla media distanza, caratterizzato da attacchi brevi e veloci per non farvi consumare troppa stamina, per colpirlo di tanto in tanto con le armi da fuoco. Per sconfiggere Fergal dovrete armarvi di una buona dose di pazienza: sarà soprattutto una questione di tempismo e di saper attendere il momento giusto per attaccare.

    Mary

    Alla fine del terzo capitolo, in occasione della missione Burying the Past, dovrete inseguire un vampiro fino al cimitero in cui è stata sepolta vostra sorella. Mary è resuscitata in forma di vampiro, dopo che l'avete uccisa nelle fasi iniziali del gioco: vi ha pedinato fino a questo momento ed è pronta a vendicarsi. Sarà molto resistente agli attacchi di sangue, quindi se avrete appreso o potenziato qualche attacco di tipo ombra questa sarà l'occasione giusta per farne ampio uso. La sua arma preferita è una croce, la stessa che era posizionata sulla sua tomba: si scaglierà contro di voi in una serie ripetuta di attacchi, e il momento perfetto per colpirla sarà quando si fermerà per riprendere fiato.

    Occasionalmente, Mary smetterà di combattere per vomitare: non fatevi ingannare da questa azione inaspettata, e non usatela per attaccarla. In realtà il vomito non è altro che sangue che si coagulerà in alcuni bubboni esplosivi in grado di togliervi una porzione significativa di salute se verrete colpiti dalla loro esplosione. State a debita distanza e tenetevi pronti ad evitarli.
    Durante la battaglia, Mary berrà il sangue di un prete sepolto nel cimitero, e recupererà così una grossa fetta della sua barra della salute: potete prevenire questa eventualità uccidendo il povero prete, anche se questo vi esporrà al rischio di essere attaccati dal boss. Inoltre vi sconsigliamo di provare a morderla, dato che questa mossa non farà altro che rigenerare la sua salute

    Priscilla e Roger McPherson

    Durante il capitolo quattro, a West End, dovrete riuscire a capire cosa abbia causato il dilagarsi dell'infezione in uno dei distretti, ed è proprio in questa occasione che incontrerete il prossimo boss: i coniugi McPherson vivono vicino al parco, e saranno protetti da alcuni Skal situati nella zona vicina alla loro abitazione.

    Priscilla è un Blinker, molto resistente agli attacchi corpo a corpo e di sangue, mentre Roger è un Ferocious, capace di resistere agli attacchi corpo a corpo e a quelli dalla distanza. Questa coppia di nemici non ha caratteristiche particolari, a differenza dei boss precedenti, e non vi daranno troppo filo da torcere. L'unico consiglio che possiamo darvi è quello di eliminarli uno alla volta, per non complicare troppo lo scontro.

    Eliza Mullaney

    Eliza Mullaney sarà una delle colpevoli dell'infezione che ha colpito West End: vive in una strada secondaria, riconoscibile dalla presenza di alcune guardie intente a bussare alle porte delle case presenti nella via.Anche questo boss, come il precedente, non dovrebbe impegnarvi più di tanto. Eliza è un Dazzled, resistente agli attacchi soprannaturali: qualche colpo corpo a corpo ben assestato e dovreste sconfiggerla in tranquillità.

    Doris Fletcher

    Doris Fletcher sarà il principale responsabile dell'infezione che dilaga nel distretto di West End: dovrete battervi con lei all'interno del suo teatro, durante lo svolgimento della missione Grand Guignol.
    Questo boss può rivelarsi molto difficile da battere se non adottate le tecniche di combattimento giuste: nella prima fase dello scontro vi attaccherà usando la sua spada e continuerà a scatenarvi contro alcuni rinforzi, degli Skal che arriveranno in gruppi composti da tre unità. Questi scagnozzi si riveleranno parecchio utili dato che saranno molto facili da sconfiggere e potrete sfruttarli per rigenerare la vostra salute.

    Nella seconda fase della lotta si trasformerà, esibendo il tentacolo mutato di cui l'infezione gli ha fatto dono. Lo userà per colpirvi a distanza con attacchi a 360 gradi. Inoltre può sputare dei proiettili di vomito molto fastidiosi.
    Il pattern d'attacco di Doris vi costringerà a utilizzare un approccio paziente e ragionato, caratterizzato da una buona quantità di schivate: prestate attenzione alla vostra barra della stamina ed attaccatela solo nei momenti più opportuni, tenendo a mente che dovrete conservare abbastanza energia per schivare i suoi colpi.

    Leon Augustin

    Dopo che avrete sconfitto Doris Fletcher, l'Ascalon Club vi chiederà di trasformare Aloysius Dawson in un vampiro. Per raggiungere la sua abitazione, dovrete farvi strada attraverso i tunnel fognari a West End: sarà proprio durante questa fase che farete la conoscenza di Leon.

    La boss fight di Leon è essenzialmente identica a quella di Fergal, solo un po' più lenta a causa della morfologia dell'arena, più piccola e caratterizzata da una serie di colonne utili per nascondervi o evitare i suoi attacchi.

    Geoffrey McCullum

    In occasione della missione And By Your Sword You Die dovrete far ritorno al Pembroke Hospital: qui scoprirete che il Dr. Swansea è stato rapito dalle guardie di Priwen. Seguendo le tracce dei criminali verrete condotti al piano più alto dell'ospedale, per poi venir dirottati all'interno di una camera anti-vampiri segreta, costruita dal dottore a scopo precauzionale.
    La battaglia contro Geoffrey sarà molto dura. Questo boss è in grado di usare i suoi poteri per ricreare l'effetto della luce solare, che dovrete prontamente evitare: se ne verrete colpiti infatti morirete quasi istantaneamente, a meno che non abbiate migliorato di molto la vostra barra della salute.

    Nella prima fase dello scontro, McCullum vi attaccherà inizialmente con la spada, per poi indietreggiare e lasciar spazio alla luce generata dai suoi poteri: questa tecnica renderà praticamente impossibile colpirlo con attacchi corpo a corpo. Inoltre vi colpirà con i dardi scoccati dalla sua balestra, in grado di sparare diversi colpi ripetutamente: continuate a muovervi ed a schivare finché non avrà esaurito le munizioni, per poi colpirlo dalla distanza con le vostre abilità. Se avete un'arma da fuoco decente, come il fucile a pompa di Milton, con le giuste mod potrete infliggergli una quantità significativa di danni senza esporvi a particolari pericoli.
    Dopo che l'avrete ferito abbastanza, McCullum riprenderà ad attaccarvi con la spada, con la differenza che ora i fasci di luce saranno più ampi e copriranno una porzione sempre più estesa dell'arena. Una volta che avrete memorizzato i suoi pattern ed avrete capito come danneggiarlo dalla distanza, questo boss non sarà molto difficile da sconfiggere: preparatevi per questo scontro sbloccando e potenziando le abilità di sangue, oltre che recuperando una buona arma da fuoco.

    Disaster Harriet

    Potrete incontrare questo boss nelle fogne dei Docks, nella zona in cui vivevano gli Skal. La sua boss fight sarà parecchio semplice, infatti questo NPC morirà in modo particolarmente veloce: il suo incontro serve come preludio al nemico finale del gioco.

    Boss Finale

    Subito dopo che avrete tolto di mezzo Harriet, l'arena di gioco verrà ricoperta dal sangue e comparirà la Red Queen, l'ultimo boss che dovrete affrontare per arrivare ai titoli di coda.
    Questo nemico sarà resistente agli attacchi di sangue e di ombra, ed userà contro di voi le abilità Shadow Mist e Blood Spear, quindi rimanete concentrati per schivarle. Se vi allontanerete troppo comincerà a caricarvi, mentre evocherà con regolarità alcune sue copie provenienti dalle pozze di sangue intorno a voi: questi cloni vi attaccheranno ma saranno molto facili da sconfiggere, e potrete servirvene per recuperare un po' di salute.
    La Red Queen non può essere stordita, quindi la potrete solo danneggiare tramite gli attacchi "normali". Scegliete la vostra arma migliore e cercate di colpirla evitando i suoi attacchi: questo boss è molto tosto, ma tutta l'esperienza maturata finora in materia di boss fight vi permetterà di uscire vittoriosi anche da questo scontro.

    Che voto dai a: Vampyr

    Media Voto Utenti
    Voti: 103
    7.5
    nd