E3 2011

Hands on Little Deviants

Provata la raccolta di minigame che fa largo uso dei controlli touch di PS Vita

hands on Little Deviants
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PSVita
 Roberto de Luca Roberto de Luca scopre il meraviglioso mondo dei videogame quando nel 1996 suo padre gli regala una Playstation nuova fiammante. Grande appassionato di qualsiasi cosa riguardi gli zombie, adora gli sparatutto in soggettiva, i tatuaggi ed il buon vino. Lo potete trovare su Facebook e su Google Plus.

Tra tutti i giochi mostrati per la nuovissima PS Vita, Little Deviants si è sicuramente distinto per la sua semplicità, immediatezza e capacità di far prendere confidenza con gli innovativi comandi Sony. Il titolo si suddivide in svariati minigiochi che metteranno a dura prova i vostri riflessi, garantendovi allo stesso tempo tanto divertimento. Sarà possibile non solo giocare partite in singolo, ma il multiplayer sarà presente fino ad un massimo di 8 giocatori contemporaneamente. Durante l’hands-on di Little Deviants abbiamo potuto provare solo 4 dei numerosi minigiochi che verranno poi introdotti nella versione finale del gioco: Depth Charge, House Of Whacks, Hole Roll Control e Botz Blast.

Minigames

Depth Charge: In questo particolare minigioco è necessario affidarsi totalmente al sensore di movimento interno della PS Vita. Controllando un simpatico Deviant, dovrete fare il possibile per fargli attraversare un labirintico percorso nel minor tempo possibile, fino ad arrivare all’ambita caramella gommosa di cui è ghiotto. Man mano che si va avanti nei livelli, i percorsi diventano più complicati, con l’aggiunta di trappole, vortici o nemici che, se non evitati accuratamente, vi faranno perdere secondi preziosi. Con il solo movimento del sixaxis interno, Depth Charge risulta semplice ed immediato da giocare; c’è una certa ripetitività negli ambienti (molto simili tra loro, fatta eccezione per le direzioni che prenderanno), ed un livello di sfida eccessivamente basso (non vi capiterà mai di morire, ma al massimo di perdere secondi), ma nel complesso risulta godibile e divertente.

House Of Whacks: Qui iniziamo a prender confidenza con i controlli più discussi della PS Vita: il touch screen fronte-retro. Il gioco è velocissimo, anche perché ambientato in uno spazio piuttosto ristretto: da alcune finestre situate su di una palazzina, si affacceranno ad intervalli Deviant e persone. Il nostro compito sarà quello di colpire i fastidiosi deviant, evitando invece di centrare innocenti. Fin qui tutto semplice, se non fosse per il fatto che non sempre i deviant si affacciano. Certe volte compaiono anche di spalle, e sarà proprio lì che invece di colpirli attraverso il touch screen frontale dovrete usare quello del retro della console. All’inizio può sembrare monotono e forse anche un po’ infantile, ma vi assicuriamo che riuscire ad essere precisi con il retro touch screen è tutt’altro che facile, non avendo alcun tipo di riferimento visivo, come accade ovviamente per quello frontale. Molto spesso infatti vi capiterà non riuscire a beccare nessun deviant, sbagliando anche di poco. Con l’avanzare dei livelli aumenterà anche il numero delle finestre e la velocità con la quale appariranno e scompariranno i nemici, obbligandovi a dover utilizzare il 100% della vostra rapidità e dei vostri riflessi. Per fortuna i comandi rispondono ottimamente e il touch screen è precisissimo. Sicuramente chi ha già dimestichezza con giochi touch si troverà più a suo agio, nonostante un minimo di macchinosità dovuto all’interfaccia retro.

Hole Roll Control: Probabilmente il minigioco più pubblicizzato di Little Deviants, Hole Roll Control vi darà la possibilità di controllare il terreno sotto un piccolo Deviant a forma di palla, per portarlo a destinazione, evitando ostacoli (come costruzioni, alberi, laghetti e quant’altro) e nemici. Si utilizza esclusivamente il retro touch screen per alzare il terreno e creare delle piccole cunette o delle vere e proprie colline per spostare il piccolo deviant e fargli raggiungere la destinazione. Bisognerà stare attenti a dosare la pressione, onde evitare di muovere troppo velocemente il nostro alter ego alieno e perderne il controllo. Hole Roll Control è forse il mini-game più difficile da padroneggiare a causa dell’innata difficoltà di un supporto che nessun giocatore fino ad oggi ha mai sperimentato. Nonostante la carineria e la fluidità del gioco, occorrerà un po’ di tempo per riuscire a padroneggiare perfettamente questo particolare tipo di gameplay e tanta pazienza per non innervosirsi dopo i primi tentativi miseramente falliti.

Botz Blast: Se possedete un Nintendo 3Ds, Botz Blast non vi sembrerà nulla di nuovo. O quasi. Esso sfrutta lo stesso principio della realtà aumentata della console portatile Nintendo, ma senza supporto per le 3 dimensioni. Muovendo la PS Vita nel vostro ambiente vedrete comparire una serie di navette spaziali che come unico scopo avranno quello di demolire quella del nostro piccolo protagonista in fuga. Il compito del giocatore, manco a dirlo, sarà quello di distruggere le navette nemiche e proteggere la propria, utilizzando il sixaxis interno e (quasi ce n’eravamo dimenticati) i pulsanti. Avrete a disposizione un cannone che sparerà diverse munizioni, in base anche ai power-up che raccoglierete durante le missioni. Pure le navicelle nemiche saranno differenti: i boss di fine livello infatti saranno molto più ostici e utilizzeranno metodi subdoli per rallentarvi e complicarvi le cose, come ad esempio sporcandovi tutto lo schermo con della melma verde che sarete costretti a pulire strofinando velocemente il dito sul touch screen principale. Botz Blast risulta essere il più completo dei minigiochi provati durante l’hands-on della Sony, unendo l’utilizzo di quasi tutti i controlli della PS Vita in uno spassionato e veloce gioco d’azione.

Little Deviants Dare di Little Deviants un parere definitivo sarebbe sbagliato. I minigiochi da poter provare erano solo 4, un numero troppo esiguo per dare un giudizio completo. Ma da quel poco che abbiamo visto, il titolo Sony è un ottimo insieme di piccoli grandi esperienze che fungono anche da presentazione di tutte le nuovissime possibilità che la PS Vita ha da offrire all’utenza. Con Little Deviants il giocatore non solo potrà divertirsi spensieratamente, ma sarà anche in grado di prendere confidenza con tutti i controlli, prima di immedesimarsi in giochi dal gameplay più ricercato, come Uncharted o Little Big Planet.

Che voto dai a: Little Deviants

Media Voto Utenti
Voti: 16
5.5
nd