Oggi alle ore 13:00
Overwatch
Oggi alle ore 13:00
Giochiamo in diretta con l'Hero Shooter di Blizzard!
E3 2011

Hands on Reality Fighters

Il picchiaduro di Novarama per PS Vita non è un semplice gioco a realtà aumentata. Provato all'E3 2011

hands on Reality Fighters
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • PSVita
Adriano Della Corte Adriano Della Corte Da quando ha ricevuto in regalo il suo primo Gameboy all'età di 5 anni, non ha mai smesso di giocare. Grande appassionato di platform e di epiche avventure. Cercatelo su Twitter e su Google Plus.

Vestiti con un insolito costume da orsacchiotto, e con in mano uno stura-lavandini, ci apprestiamo a combattere contro un avversario agghindato come Ghandi e seduto su una tavola da surf. No, non ci troviamo in qualche Fight Club "alternativativo", ma all'interno di Real Fighters, uno dei primi giochi per PlayStation Vita che sfrutterà le due fotocamere della console per realizzare un beat'em up a Realtà Aumentata, in cui i combattimenti avverranno sul pavimento del salotto, nel parcheggio di un centro commerciale, o da qualsiasi altro luogo vi troviate.

Nei panni di un combattente

Per prima cosa dovremo creare il nostro lottatore, che potrà avere le nostre fattezze o quelle dei nostri amici, grazie all'utilizzo delle due fotocamere di PS Vita. Il sistema di riconoscimento funziona alla grande: non appena il nostro volto compare sullo schermo della console, il software calcola in pochi istanti la posizione di occhi e bocca, e in men che non si dica ci ritroviamo di fronte ad una nostra versione digitalizzata, calva e in mutande. Il passo successivo è ovviamente costruire un costume da combattimento e personalizzare l'aspetto del nostro alter ego, tramite un vastissimo editor, che già nella demo ci ha dato la possibilità di sbizzarrirci nello scegliere la giusta "mise" prima di scendere in campo.
Reality Fighters sotto questo frangente sembra davvero molto curato: la "costruzione" del nostro combattente ci permette non solo di modificarne l'aspetto esteriore, ma anche di scegliere l'arma primaria, quella secondaria, e lo stile di combattimento, che negli scontri stabilirà il nostro parco mosse personale. Gli sviluppatori di Novarama ci hanno promesso più di 300 componenti e 20 armi nel prodotto finale, molte delle quali saranno sbloccabili all'interno gioco, e probabilmente anche tramite DLC. Lo stile scelto dalla software house è decisamente sopra le righe, quindi non dovrete stupirvi se tra i set di costumi troverete la divisa di uno chef, o l'attillatissimo costume da bagno "verde fluo" reso celebre dal film Borat.
Trovata la giusta combinazione di elementi, siamo pronti per scontrarci contro i nostri rivali. Ci sono due modi per giocare a Reality Fighters: con o senza l'uso delle carte a realtà aumentata. Quando uscirà sul mercato il titolo disporrà di speciali marker (le classiche carte) che ci permetteranno di trasportare l'azione di gioco nel mondo reale. La tecnologia che utilizza la realtà aumentata su PlayStation Vita è altamente performante: i lottatori sullo schermo della handheld appaiono in men che non si dica non appena inquadreremo la carta: da qui, saremo in grado di ruotare la visuale girando fisicamente attorno al marker, senza alcun segno di rallentamento nel movimento della telecamera. Potremo ingrandire i personaggi di gioco fino a grandezza "naturale", ed il tutto avviene in maniera così naturale e fluida che per un attimo ci dimentichiamo che si tratta solo di un videogioco.
Anche se non avremo a portata di mano le carte AR, potremo comunque giocare a Reality Fighters: il titolo infatti è uno dei primi giochi a sfruttare la realtà aumentata senza l'utilizzo di marcatori specifici, sebbene l'esperienza di gioco in questo caso porti con se alcuni limiti nella gestione della visuale. Sarà assente la possibilità di ruotare la telecamera, che inoltre risulterà più instabile, a causa dei movimenti involontari della console mentre eseguiremo i colpi in un acceso button mashing.
Per motivi di tempo purtroppo la nostra prova con Reality Fighters non è stata così approfondita da farci un'idea chiara del battle system all'interno dei gli scontri. Ovviamente non ci aspettiamo un beat'em up tecnico alla Street Fighter, ma da quanto visto ad oggi Novarama ha comunque impalcato un gameplay ricco di elementi interessanti. Ogni lottatore ha infatti un set di mosse principali che dipende dallo stile di combattimento scelto in fase di creazione: un super eroe può disporre di pugni infuocati e scatti repentini, una ballerina colpirà a suon di piroette e spaccate. Inoltre anche la scelta dell'armi, tra principale e secondaria, contribuirà a costruire un stile di lotta personalizzato.
Dinamiche non troppo elaborate dunque, ma curate nei minimi dettagli, che rendono Reality Fighters un titolo divertente e di facile fruizione.

Reality Fighters Reality Fighters ci ha stupiti soprattutto per l'ottima gestione della realtà aumentata di PlayStation Vita. Inoltre, un vasto editor e un gameplay curato promettono ore e ore di divertimento, mentre creiamo improbabili lottatori e per farli combattere nei luoghi più disparati. In attesa di test più approfonditi, soprattutto per quanto riguarda le dinamiche degli scontri, Reality Fighters ha destato sicuramente il nostro interesse.

Che voto dai a: Reality Fighters

Media Voto Utenti
Voti: 14
4.2
nd