Provato Tales of Vesperia

Un action Rpg di notevole spessore

provato Tales of Vesperia
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox 360
  • PS3
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Dopo più di dieci anni di vita la saga “Tales Of” continua a suscitare grande interesse nel pubblico di giocatori amanti dei Jrpg. In forte ritardo, probabilmente dovuto ai problemi della localizzazione regionale, questo giugno approderà anche in Europa il primo ed unico capitolo della saga in HD, in esclusiva per Xbox360. Tales Of Vesperia, questo il titolo dell’ultimo nato in casa Namco Bandai, è un gioco di ruolo che conserva tutti i caratteri distintivi della saga di cui fa parte, capace di proporre una buona dose di originalità e dinamismo.

    Non più prigionieri

    I giocatori più esperti del genere ruolistico non avranno grosse difficoltà acriconoscere nell’impianto narrativo molti elementi classici del genere. In ogni caso, anche se la trama è alquanto tradizionale (se non stereotipata, almeno sulle prime battute), il plot rimane comunque convincente e davvero di buon livello. Il mondo in cui vivremo la nostra avventura è quello di Terca Lumireis, un territorio pacifico che ha vissuto nella tranquillità sfruttando come risorsa primaria di energia il minerale denominato Blastia. Le proprietà straordinarie di questo minerale hanno da sempre aiutato anche a combattere i mostri che minacciano senza sosta la civiltà. L’origine delle minacce non è ancora del tutto chiara: si sa che sono pieni di Aer, l’energia vitale che si trova ovunque nel mondo di Terca. I mostri ne hanno accumulata così tanta da diventare ostili e pericolosi. Gli umani sono stati costretti a rifugiarsi nelle loro città fortificate e circondate da campi di forza di Blastia. Non a tutti però piace fare una vita da reclusi: il prode Yuri Lowell, con al fianco il suo fedele cane Repede, una volta era cavaliere imperiale ed ora ha deciso con tutte le sue forze di opporsi alla corruzione dei poteri forti e dell’esercito di cui faceva parte, per mettersi dalla parte dei deboli. Quando nel quartiere povero della capitale, dove lui vive, viene rubata una gemma di Blastia, indispensabile per proteggere la zona dagli assalti dei mostri, il protagonista decide di mettersi sulle tracce del ladro. Da qui inizia, ovviamente, una lunga serie di avventure. Spinti ormai oltre la barriera difensiva, i nostri eroi saranno liberi di vedere cosa c’è oltre le mura cittadine. Ben presto Yuri incontrerà la nobile Estellise, e si metterà con lei sulle tracce del ladro e del suo vecchio compagno d’arme Flynn. Nel corso della nostra avventura incontreremo altri personaggi che entreranno nel nostro party, ed ognuno di loro infittirà notevolmente lo sviluppo narrativo del gioco, portando con sé la propria storia ed i propri ideali. In Tales of Vesperia dovremo confrontarci con elementi dell’animo umano come la lealtà, il coraggio e l’onesta, contrapposti alla codardia ed alla grande corruzione che domina i potenti e i politici di Terca Lumireis. I temi più pregnanti si sposano con un'eccellente sceneggiatura che animerà i nostri viaggi e le larghe sezioni esplorative. Moltissimi i testi da leggere, ma tutti molto comprensibili e leggeri. Pur senza presentare una trama eccessivamente originale, insomma, Tales Of Vesperia mostra un comparto narrativo solido, avvincente e ricco di spunti e sorprese; l’avventura che gli sceneggiatori di Namco Bandai vi hanno riservato non vi deluderà di certo.

    Azione in tempo reale

    Vero e proprio marchio di fabbrica di questa saga è il sistema di combattimento in tempo reale. A differenza di tanti altri Jrpg, in Tales of Vesperia vedremo sullo schermo la posizione dei gruppi dei nostri nemici, e saremo in grado di evitare lo scontro oppure di approcciare al combattimento in maniera tale da essere in vantaggio (vedremo più avanti come). Ovviamente molti scontri saranno inevitabili, perché i mostri ostacoleranno spesso il nostro cammino. Una volta entrati in combattimento apprezzeremo sin da subito l’estrema dinamicità d’azione che il titolo ci riserva. Non esistendo una fase a turnazione il successo della battaglia non è tanto legato al fattore strategico, quanto alla nostra bravura ed alla nostra conoscenza degli attacchi dei nemici e delle nostre combo. Principalmente avremo un tasto che ci consentirà di compiere attacchi normali sia in mischia che da lontano (tasto B); usando questo comando ed associandolo con i vari movimenti dell’analogico sinistro otterremo dei colpi rapidi e mirati sul corpo del nemico. Fondamentale sarà però usare le Artes Move, delle mosse speciali legate alle abilità del personaggio, che si acquisiscono salendo di livello: queste mosse, di potenza devastante, consumano l’indicatore del “mana”. Il sistema di selezione delle mosse speciali, che sfrutta le direzioni dell'analogico e i grilletti dorsali, appare molto efficace. Le artes moves a loro volta possono inanellarsi in combo, per provocare effetti ancora più devastanti. Padroneggiare le combo veloci e alternare attacchi normali e “Artes” è fondamentale per ottenere successo nei combattimenti. Altrettanto importante nell’economia della battaglia è la parata, che si effettua con X e limita i danni inflitti dal fendente nemico. Altra buona strategia difensiva è quella di selezionare il bersaglio nemico in maniera tale da poter girare intorno ad esso velocemente, per evitare i suoi attacchi; questo è particolarmente efficace con i Boss e con i mostri di grossa taglia.
    Discreta anche la gestione dei commilitoni: è possibile dare dei comandi alla propria squadra in maniera tale che i membri del party entrino in posizione difensiva, curando i feriti e proteggendosi, oppure possiamo lanciarli a testa bassa nella mischia. Altra feature importante nella modalità battaglia del gioco è quella della barra Over Limit: ad un certo punto del gioco acquisiremo l’abilità di caricare questa barra di energia ogni volta che metteremo un colpo a segno o che saremo colpiti. Quando la barra sarà piena potremo sprigionare la nostra energia, che ci consentirà di combattere per un certo lasso di tempo in una modalità dove saremo molto più veloci e dannosi. Infine, come è d’obbligo in tutti gli rpg, nel corso del combattimento potremo accedere al menù del nostro equipaggiamento per usare item curativi oppure le famose lenti magiche, indispensabili per conoscere i punti deboli del nemico.
    Particolarmente semplice, la navigazione nei menù di gioco permette non solo di equipaggiare la meglio i propri personaggi, ma anche di gestire la loro progressione. Il sistema di crescita, difatti, passa direttamente dall'armamentario, sfruttando un concetto già molto noto agli utenti che hanno giocato al decimo capitolo di Final Fantasy. Alcune armi conservano in sé delle abilità che sono state infuse dai maestri che le hanno forgiate: tenendo equipaggiate queste armi potremo non solo eseguire tali tecniche, ma anche cominciare a metabolizzarle, per poi padroneggiarle senza bisogno di equipaggiare l'oggetto associato.
    Importante, infine, il sistema di “sintesi”: oltre alla possibilità di comprare e vendere oggetti, i personaggi avranno la capacità di forgiare armi ed armature a partire dalle materie prime accumulate nel corso dell'avventura. Le sintesi sono molto importanti ed è consigliabile prestare una certa attenzione alla raccolta dei “raw materials”, così da assicurarsi la possibilità di forgiare qualche arma più potente di quelle standard.

    Qualche dettaglio in più non guasta mai

    Dal punto di vista grafico Tales Of Vesperia non delude. Presenta ad esempio una costruzione dei modelli poligonali davvero eccellente: sia i protagonisti che i co-protagonisti sono realizzati in maniera molto convincente, rispettando tutti i canoni di questa attuale generazione di console. Stesso discorso per i tanti e vari nemici che dovremo affrontare, davvero tutti ottimamente caratterizzati e ben realizzati poligonalmente. Di notevole impatto in questa produzione Namco Bandai sono senz’altro tutte le animazioni: fantastiche quelle di combattimento, sempre molto fluide, spettacolari e di grande impatto visivo. Belli gli effetti particellari legati alla componente arcana, cromaticamente molto vivi e ricchi. L’illuminazione è davvero ben curata e non presenta nessun tipo di difetto. Ciò che fa un po’ storcere il naso è il dettaglio tutto sommato mediocre delle texture e dei fondali: si è visto di meglio in altre produzioni del genere (Eternal Sonata), ed è un vero peccato che Tales of Vesperia annoveri questo piccolo difetto nel comparto grafico, altrimenti molto curato e convincente.
    Molto belle le musiche di gioco e il doppiaggio in lingua inglese, si spera ovviamente in una localizzazione italiana altrettanto valida e tecnicamente ineccepibile.

    Tales of Vesperia Definitive Edition Com’è d’uopo ricordare quando si analizza un Jrpg, Tales of Vesperia non è un prodotto per tutti. Nonostante la grande dinamicità dei combattimenti in tempo reale e un gestione dei menù di gioco molto intuitiva, la produzione Namco Bandai rimane comunque dedicata agli amanti del genere di cui conserva i tratti tipici. Agli appassionati, il titolo saprà regalare un'azione leggera e ben congegnata, continuamente vivacizzata da un sistema di progressione del personaggio che permette di modificare continuamente lo stile di combattimento. Molto curata, inoltre, la parte esplorativa del gioco, grazie ad un level design ispirato ed a inaspettate (e gradite) sessioni di puzzle solving disseminate nei labirintici dungeon. Infine, anche per il fascino della trama, non eccessivamente originale ma ben strutturata e ricca di colpi di scena, Tales of Vesperia potrebbe collocarsi ai vertici dell'indice di gradimento di molti utenti (nonostante il colpevole ritardo con cui il prodotto tocca i lidi del mercato europeo).

    Che voto dai a: Tales of Vesperia Definitive Edition

    Media Voto Utenti
    Voti: 360
    7.3
    nd