AC

Animal Crossing New Horizons tra set cinematografici e creatività

Abbiamo intervistato Fabio e Gianluca, due creativi che ridanno vita a celebri set cinematografici sulle isole dell'amatissimo gioco Nintendo.

Animal Crossing New Horizons tra set cinematografici e creatività
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Le gioie della vita isolana sembrano non aver mai fine, specie se si vivono le avventure di Animal Crossing: New Horizons in ottima compagnia. Il primo e ultimo DLC dell'amatissimo gioco Nintendo è stato un successo (qui potete recuperare la nostra recensione del DLC Happy Home Paradise), e molti giocatori stanno tornando sulle loro isole per salutare vecchi amici virtuali e gustare le opportunità offerte dai nuovi contenuti.

    Ma c'è chi non si è mai allontanato dalla propria isola, e anzi, l'ha resa un luogo di contatto tra videogioco e realtà, aprendo porte dimensionali tra i set di celebri film e lo studio fotografico di Fiorilio. Sto parlando di Fabio e Gianluca, due ragazzi che hanno avviato un sodalizio artistico del tutto particolare.

    Un luogo sicuro

    Non è un mistero: il tempismo dell'uscita di Animal Crossing: New Horizons ha fatto sì che il gioco diventasse un vero e proprio simbolo di evasione dalle angosce dei primi tempi della pandemia, un posto sicuro in cui dimenticare le preoccupazioni di una situazione inedita per tutti.

    "Erano i primi di aprile del 2020 quando Fabio ha deciso di comprare questo videogioco", racconta Gianluca, "e non avendo giocato ai precedenti capitoli - siamo appassionati soprattutto di giochi di avventura e rompicapo - inizialmente abbiamo avuto qualche dubbio!".

    Tuttavia, Tom Nook e soci non hanno tardato a mostrare ai due tutta la loro magia. "Una volta sbloccato il terraforming, sono stato proprio io, il più scettico,

    a diventare quasi ossessionato dalla precisione della mappa", spiega Gianluca, "e così Fabio ed io siamo diventati ‘soci' nel gioco". Le prime giornate sull'isola - lo sa bene chi ha giocato New Horizons - sono scandite da lenti ma tangibili progressi, con un graduale aumento dell'agency del giocatore all'interno del mondo virtuale di Nintendo. "Do un significato speciale alle prime mattinate di gioco", dice Fabio, "quando, nonostante il lockdown, c'era quella voglia ed euforia nell'accendere il gioco e lasciarsi stupire dalle novità, dalla progressione dell'avventura". "Esatto!", conferma Gianluca, "oltre a darci quella sensazione di stupore ed entusiasmo, Animal Crossing è diventato un vero e proprio momento di evasione da ciò che stava succedendo lì fuori". Insomma, la vita isolana, con i suoi suoni, le vocine degli abitanti e le rilassanti musiche, ha scandito quel periodo di ansia e preoccupazione, portando leggerezza e condivisione. Sì, perché per Fabio e Gianluca l'isola è diventata presto un qualcosa di più rispetto a un'opportunità di evasione: si è trasformata in un progetto condiviso.

    Sognare in grande

    Nello sbloccare il terraforming, i due si sono subito accorti delle immense potenzialità creative offerte da Nintendo ai suoi giocatori.

    Fabio racconta che è presto nata l'idea di creare isole a tema ("senza mai resettare abbiamo buttato giù e rifatto sei isole": da giocatrice appassionata di Animal Crossing: New Horizons non posso che ammirare la loro infinita pazienza!). La particolarità? Le isole di Fabio e Gianluca permettevano di girare il mondo!

    "Abbiamo creato un'isola ispirata all'Islanda, una ad Amsterdam, una simile a Venezia, e poi una ispirata ai borghi umbri", spiega Gianluca, precisando che i

    due vivono a Terni, in Umbria, "siamo riusciti a ricreare i geyser islandesi, il ghiacciaio e... un concerto di Bjork!". L'idea è di per sé magica: viaggiare con la fantasia in un mondo virtuale, ricreando spazi allora inaccessibili a causa dei lockdown generalizzati, rende tangibili le possibilità che la creatività può dare. Fabio e Gianluca, però, non si sono fermati qui. "Siamo quindi arrivati a ricreare dei set cinematografici", racconta Gianluca, "ed è stata una scelta naturale: Fabio ha studiato Cinema in università. E così ci siamo buttati sull'isola di Fiorilio!".Per chi non lo sapesse, Fiorilio è un adorabile cagnolone hippy che gestisce uno studio fotografico, Fotopia. Lo studio può essere arredato liberamente dai giocatori, che grazie all'accesso ad un ampio numero di asset possono creare le ambientazioni e situazioni più disparate. Praticamente il paradiso di Fabio e Gianluca!

    Ma come si svolge il loro processo creativo?

    "Innanzitutto, pensiamo a film e serie TV di cui siamo appassionati", spiegano, "e cerchiamo di visualizzarli mentalmente, inquadrando una particolare scena. Andiamo avanti così, analizzando i dettagli dell'inquadratura in questione su Internet, fino a quando non salta all'occhio un oggetto, un personaggio o una particolare caratterizzazione che risulti compatibile con gli asset di Animal Crossing: New Horizons". E poi? Beh, lì entra in gioco una community davvero unica: stiamo parlando di Animal Crossing NH Revolution Italia. "Gianluca ed io siamo entrati nel gruppo più di un anno fa", racconta Fabio, "e si è rivelato un ambiente capace di scatenare la nostra fantasia e cambiare le prospettive del gioco. Ogni giorno si possono richiedere oggetti che mancano nel proprio inventario oppure adottare abitanti di altre isole, il tutto in un contesto di divertimento, inclusione e gentilezza". "E potete anche rivedere le nostre passate configurazioni dell'isola!", spiega Gianluca, "basta seguire l'hashtag #tourdelleisole sulla loro pagina. I ringraziamenti a loro sono dovuti: il nostro processo creativo senza la partecipazione e l'aiuto della community non porterebbe a nulla".

    Ciak, si gira!

    Avrete capito che l'entusiasmo di Fabio e Gianluca è contagioso - spero lo sia anche il loro talento, perché non sono mai stata una grande arredatrice sulla mia isola... - ma dietro questo inno alla creatività si nasconde un lungo, meticoloso lavoro. "I primi set sono stati i più lenti: dovevamo prenderci le misure!", racconta Fabio, "poi pian piano ci abbiamo fatto l'abitudine e abbiamo acquisito un buon occhio, e capito come posizionare muri, oggetti e personaggi per ottenere gli stessi tagli fotografici delle scene originali".

    E così rinasce Audrey Hepburn, con gli iconici occhiali di Colazione da Tiffany (1961); si fa un giro nella palude con Shrek e Ciuchino (Shrek, 2001); Peter Parker si guarda allo specchio, incredulo dei suoi nuovi poteri (Spiderman, 2002); una inquietante scena di Parasite (2019) si fa videoludica, non senza un pizzico di ironia.

    Subito sorge in me la curiosità di scoprire quali sono i set preferiti di Fabio e Gianluca. Il primo ne ha due: "nella sua semplicità, ho adorato il set che vede protagonisti i Kodama di Principessa Mononoke (1997), per una questione affettiva, mentre amo il set di Wall-E (2008) per l'intuizione della stanza chiusa usata per ricreare il deserto". Quanto a Gianluca, è stata una sorpresa di Fabio a determinare il suo set del cuore: "Non mi ero accorto del fatto che Fabio aveva pubblicato sul nostro account Instagram la foto a tema Encanto (2021). Qualche minuto dopo, scrollando i feed del social, ho visto lo scatto e pensato che l'autore fosse un vero genio... Soltanto dopo ho realizzato che si trattava del nostro set!".

    Ringraziamo Fabio e Gianluca per la splendida intervista! Se volete essere partecipi delle loro affascinanti avventure videoludiche, potete seguire il loro account Instagram @acnh_bjorkin, mentre su Facebook i loro set vengono pubblicati sul gruppo Animal Crossing NH Revolution Italia. Ci hanno svelato in anteprima che è in arrivo una bella sorpresa per gli appassionati di Britney Spears... Stay tuned!

    Che voto dai a: Animal Crossing New Horizons

    Media Voto Utenti
    Voti: 154
    8.2
    nd