Dissidia Final Fantasy NT: retroscena, ambizioni eSportive, supporto post lancio

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Takeo Kujiraoka, Game Director del nuovo brawler targato Square-Enix per PS4.

intervista Dissidia Final Fantasy NT: retroscena, ambizioni eSportive, supporto post lancio
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • In occasione del lancio di Dissidia Final Fantasy NT abbiamo raggiunto Takeo Kujiraoka, director del brawler Square Enix. Durante la chiacchierata abbiamo scoperto interessanti dettagli sullo sviluppo del gioco, sui progetti della compagnia in ambito esport e sui contenuti aggiuntivi che verranno pubblicati nei prossimi mesi. Ci è stato anche rivelato un segreto scottante sul producer Hazama, ma per i dettagli dovrete immergervi nell'articolo. Buona lettura!

    Domande e risposte

    Everyeye.it: Per selezionare il cast principale avete seguito una regola molto semplice, scegliendo l'eroe e il villain principale dei vari capitoli di Final Fantasy. Come vi comporterete con i personaggi dei DLC? Come sceglierete tra i fantastici personaggi secondari nell'universo di Final Fantasy?
    Takeo Kujiraoka: Non ci sono abbastanza villain dai Final Fantasy numerati più recenti, quindi prima di tutto ci muoveremo in quella direzione. Naturalmente abbiamo in cantiere anche altri personaggi della fazione degli eroi e vogliamo offrire ai giocatori una vasta selezione di combattenti divertenti e piacevoli da giocare, sia maschili che femminili.
    Abbiamo già diffuso qualche indizio relativo ad alcuni dei lottatori presenti nel season pass e 5 dei 6 personaggi previsti appariranno per la prima volta nella serie Dissidia. Sono tutti personaggi chiave dei rispettivi giochi. Detto questo, però, la serie di Final Fantasy è letteralmente piena di personaggi "chiave" ed è sempre difficile scegliere chi inserire. Naturalmente teniamo in considerazione le classifiche di gradimento, ma cerchiamo anche di pescare dal maggior numero possibile di giochi per soddisfare un'ampia fetta di fan. Chissà che non arrivi il tuo personaggio preferito!

    Everyeye.it: La maggior parte dei giochi multiplayer competitivi si sta orientando verso l'esport, ma per avere possibilità in questo mondo ancora giovane è fondamentale il supporto sia della community che degli sviluppatori. Come si muoverà Dissidia NT? State preparando qualcosa sul fronte dell'esport?
    Takeo Kujiraoka: Stiamo ancora valutando la cosa, ma per iniziare sfrutteremo al meglio la funzionalità da torneo della PS4. Pensiamo anche di aggiornare costantemente il gioco per rendere il suo utilizzo il più facile e intuitivo possibile. Organizzeremo eventi offline anche fuori dal Giappone e ci stiamo già coordinando con i nostri team in Europa e in America per gli eventi futuri.

    Everyeye.it: Qual è stato l'elemento più difficile da realizzare nel gioco? Il bilanciamento? La progettazione del sistema di combattimento?
    Takeo Kujiraoka: Il cuore del sistema di combattimento non è cambiato molto rispetto ai piani iniziali e si comporta piuttosto bene. È adatto a capovolgimenti improvvisi che rendono le battaglie molto emozionanti.
    Sul bilanciamento del gioco ci concentriamo praticamente ogni giorno. Pur essendo il terzo capitolo della serie, con il passaggio alle battaglie 3 vs 3 abbiamo dovuto ristudiare tutto da zero. Ormai il gioco è presente nelle sale arcade giapponesi da 2 anni, ma basta cambiare un dettaglio per alterare qualche altro equilibrio, motivo per cui il bilanciamento non ha mai fine.

    Il meta-game di Dissidia cambia a un ritmo più elevato rispetto alla maggior parte dei giochi di combattimento. Va anche detto che questa evoluzione costante motiva l'intera scena, quindi studio sempre nuove soluzioni con cui migliorare l'esperienza senza disattendere le aspettative dei giocatori. Alla fine mi ritrovo a pensare al gioco anche a casa, mentre mangio o mentre faccio il bagno!
    Finora Square Enix non ha mai seguito con regolarità titoli di questo genere, quindi continueremo a monitorare i giochi già consolidati di altre compagnie, prendendoli come riferimento per migliorare e aggiungere nuovi sistemi.

    Everyeye.it: Prima di passare alle battaglie 3 vs 3 di Dissidia avete valutato l'idea di creare un gioco di combattimento tradizionale 1 vs 1?
    Takeo Kujiraoka: Naturalmente abbiamo valutato l'idea di continuare con l'impostazione 1 vs 1. Nelle fasi iniziali di progettazione abbiamo vagliato tutte le possibili soluzioni, come 1 vs 1, 2 vs 2, 3 vs 3 e perfino 10 vs 10!
    Dissidia Final Fantasy NT era stato inizialmente pensato per concentrarsi sulle sfide competitive, piuttosto che seguire la matrice GDR dei titoli su PSP.
    Abbiamo quindi pensato che con questo tipo di approccio in mente, optando per l'impostazione 1 vs 1 ci sarebbero state alte probabilità di creare un'esperienza rigida e concentrata solo sugli scontri come molti altri giochi di combattimento. Volevamo evitare a tutti i costi di andare in quella direzione.
    Alla fine abbiamo pensato che il sistema 3 vs 3 avesse l'affinità migliore con il nuovo tipo di Dissidia che volevamo realizzare. Permette ai giocatori di Final Fantasy più vicini ai GDR di godersi il gioco e a noi di mettere in scena battaglie di gruppo perfettamente in linea con il DNA della serie, creando al tempo stesso un'esperienza tutta nuova, in cui il senso di colpa per un'eventuale sconfitta è condiviso da tutto il team. Sappiamo che ci sono persone che vorrebbero anche l'opzione 1 vs 1, ma credo che il 3 vs 3 al momento garantisca tanto divertimento. Provatelo, per favore!

    Everyeye.it: I fan di Final Fantasy hanno dimostrato di apprezzare i film d'animazione dedicati alla saga. Le basi di Dissidia sarebbero perfette per una serie animata. Avete mai pensato a qualcosa di simile?
    Takeo Kujiraoka: Al momento non abbiamo in programma alcuna serie animata.

    Visto che una delle caratteristiche principali di Dissidia è l'uso di un cast di all-star dell'intera saga per raccontare una storia nuova e originale, è di certo possibile che l'ambientazione venga ripresa per altri progetti. Non è una serie animata, ma in Giappone abbiamo già pubblicato un audio-drama di Dissidia con una storia inedita.

    Everyeye.it: Dissidia NT è principalmente un'esperienza multiplayer, ma avete preparato qualcosa di importante anche per chi gioca da solo. Pensi che le modalità single player siano ancora necessarie, in un mercato sempre più orientato al multiplayer e all'aspetto social?
    Takeo Kujiraoka: Credo che l'approccio diretto solo all'online sia una delle opzioni disponibili. Ci sono state possibilità concrete che anche noi procedessimo in quella direzione. Poi però abbiamo pensato che i titoli per PSP avevano una natura molto vicina ai GDR. Nonostante le differenze di genere rispetto agli altri esponenti della serie questo è ancora un Final Fantasy e, in quanto tale, tanti potenziali giocatori potrebbero dare a Dissidia una possibilità. Visto che finendo dritti in un'esperienza online gli utenti si sarebbero potuti sentire a disagio, abbiamo deciso che ci sarebbe dovuta essere anche una modalità single player. Anche se si tratta di un gioco incentrato sulle battaglie competitive, durante lo sviluppo abbiamo deciso di fare tutto il possibile per supportare il gioco single player.
    Personalmente credo che le opzioni per il single player che abbiamo inserito non siano abbastanza e avevo tante idee grandiose al riguardo. Se avessimo avuto un team più grande e un budget più corposo le avrei realizzate, ma è sempre difficile capire quanto in là ci si possa spingere in un progetto. A un certo punto si deve tracciare una linea.

    Everyeye.it: Avete già annunciato il numero di personaggi DLC che farete uscire in futuro, ma cosa puoi dirci delle arene e delle evocazioni? Aggiungerete anche quelle?
    Takeo Kujiraoka: Visto che le evocazioni garantiscono bonus passivi alla squadra e che abbiamo già spinto al limite ciò che potevamo fare con esse, aggiungerne altre sarebbe difficile.
    In compenso abbiamo già iniziato a lavorare sulle nuove arene, che offriremo a tutti i giocatori con degli aggiornamenti gratuiti.

    Everyeye.it: Quale personaggio, arena o evocazione avresti davvero voluto inserire nel gioco, dovendo però rinunciare per i tempi di consegna?
    Takeo Kujiraoka: Sono così tanti che è difficile rispondere. Final Fantasy VI, in particolare, ha così tanti personaggi memorabili che potremmo creare un capitolo di Dissidia solo con quel gioco. Offre una quantità di spunti inesauribile, con i macchinari di Edgar, le arti marziali di Sabine e le abilità runiche di Celes.

    Anche per i livelli ci sono tantissime aree dai Final Fantasy numerati che starebbero bene nel gioco. Luoghi come Big Bridge di Final Fantasy V, Balamb Garden di Final Fantasy VIII o Zanarkand di Final Fantasy X.
    Lo stesso vale per le evocazioni. Ci sono moltissime summon che avrei voluto inserire in Dissidia, come Diablos, Phoenix, ecc. Personalmente mi piacerebbe inserire Knights of the Round, ma sarebbe davvero difficile capire come farla funzionare nel gioco!

    Everyeye.it: So che Hazama è un ottimo giocatore della versione arcade di Dissidia. Possiamo aspettarci di trovarlo online nella versione PS4 del gioco? Affronterà i suoi fan?
    Takeo Kujiraoka: Mi domando quanto fosse serio chi ti ha detto che Hazama è un giocatore super-elite... [ride]. L'unica volta che ha ottenuto delle vittorie in Europa è stato quando Dissidia NT non era ancora uscito. Più persone giocheranno la versione finale, più il suo grado precipiterà...
    Detto questo, Hazama si è davvero divertito accumulando un record di oltre 9.000 partite giocate. Credo che questo dimostri quando con Dissidia Final Fantasy NT ci si possa divertire anche senza essere bravi nei giochi di combattimento. In futuro potremmo condividere i video delle sue partite contro i fan, quindi chiedo a tutti di trattarlo bene e di non essere troppo duri con lui...

    Everyeye.it: L'ultima domanda è un grande classico: qual è il tuo dream team di Dissidia NT? Personaggi ed evocazione. E perché?
    Takeo Kujiraoka: La community ha già scovato le squadre più bilanciate e le combinazioni più potenti, quindi se vuoi tentare di cogliere tutti di sorpresa potresti provare Kuja, Ramza ed Ace, per sfruttare al massimo gli incantesimi. Con quella squadra puoi puntare in alto.

    Sommando le abilità "Soul Divider / Soul Resonance" di Kuja, "Cheer" di Ramza e "Force" di Ace e usando le abilità EX di base, aumenterai notevolmente la potenza della tua squadra. Per ridurre i tempi di ricarica delle abilità EX, suggerisco l'evocazione Bahamut. Per fare tutto questo, però, il giocatore con Ace deve essere fortunato ed è fondamentale un'ottima coordinazione.
    Le combinazioni interessanti sono molteplici. L'importante è seguire un approccio in cui si cerca l'equilibrio per ogni tipo di situazione.

    Che voto dai a: Dissidia Final Fantasy NT

    Media Voto Utenti
    Voti: 22
    5.5
    nd