Eiyuden Chronicle Rising: origini, combattimenti, longevità e difficoltà

Come è nato l'erede spirituale di Suikoden e cosa possiamo aspettarci da questa produzione? Ne abbiamo parlato con il team di sviluppo.

Eiyuden Chronicle Rising: origini, combattimenti, longevità e difficoltà
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Nonostante siano trascorsi parecchi anni dal lancio del più recente episodio di Suikoden, è sorprendente l'affetto che i fan ancora provano per il leggendario franchise che Konami ha disgraziatamente lasciato sprofondare nel dimenticatoio. A dimostrazione di ciò, quando il suo creatore, Yoshitaka Murayama, e Rabbit & Bear Studios hanno avviato una raccolta fondi su Kickstarter per finanziare lo sviluppo di Eiyuden Chronicle: Hundred Heroes, il supporto degli affezionati non si è lasciato attendere. In attesa di cimentarci col prodotto, che ricordiamo raggiungerà il mondo PC e console nel 2023, abbiamo intervistato lo stesso Murayama affinché fugasse alcuni nostri dubbi circa l'imminente Eiyuden Chronicle: Rising (a proposito del companion game, avete già letto le nostre impressioni su Eiyuden Chronicle: Rising?).

    Le origini dell'erede di Suikoden

    Everyeye: Accolto dal pubblico come il "successore spirituale" della leggendaria serie di Suikoden, l'annuncio di Eiyuden Chronicle: Hundred Heroes ha mandato in visibilio i fan più nostalgici. Potete raccontarci quando e come sia nato il progetto "Eiyuden Chronicle"?

    Murayama Yoshitaka: Il progetto di "Eiyuden Chronicles" è effettivamente iniziato con Kickstarter nel 2020. Tuttavia, per diversi anni prima, abbiamo ricevuto messaggi dai gruppi di fan di Suikoden e ci siamo resi conto che c'erano molte persone affezionate ai lavori in cui eravamo stati coinvolti. Inoltre, più o meno nello stesso periodo, i componenti principali di quello che oggi è il team di Rabbit & Bear Studios hanno avuto la possibilità di incontrarsi di nuovo. Il progetto è iniziato proprio da quegli incontri casuali.

    Everyeye: A differenza di Eiyuden Chronicle: Hundred Heroes, che sarà un JRPG a turni, il prequel intitolato Eiyuden Chronicle: Rising è un action RPG a scorrimento orizzontale. A cosa dobbiamo questo radicale cambiamento?

    Murayama Yoshitaka: Il companion game "Eiyuden Chronicle: Rising" doveva essere venduto a un prezzo inferiore rispetto al gioco principale "Eiyuden Chronicle: Hundred Heroes", pertanto è stato creato con un budget piuttosto limitato e con un numero inferiore di personaggi. Al momento di scegliere il genere più adatto alle suddette condizioni, abbiamo deciso che "Eiyuden Chronicle: Rising" sarebbe stato un action RPG. Anche se i generi sono diversi, gli elementi alla base del gioco - come i legami tra gli amici e le meccaniche di costruzione della città - sono gli stessi.

    Longevità, combattimenti e difficoltà

    Everyeye: Recentemente abbiamo provato una build Eiyuden Chronicle: Rising, grazie alle quale ci è stato possibile provare piccole sezioni da "city building". Durante la prova, però, il nostro ruolo nella ricostruzione di Nuova Nevaeh era limitato al solo svolgimento di missioni secondarie volte a sbloccare nuovi edifici. Nel gioco completo avremo un ruolo maggiore nella rinascita della città?

    NatsumeAtari: All'inizio del gioco ci saranno molte missioni legate alla costruzione di strutture, ma man mano che avanzerete, compariranno missioni per rafforzare ulteriormente quelle strutture.

    Quando avrete completato le varie missioni, gli edifici potranno essere ricostruiti e perfezionati ancora, in questo modo anche il paesaggio urbano risulterà ulteriormente migliorato. Inoltre, man mano che completerete le carte dei francobolli, l'aspetto della città cambierà e diventerà più vivace, grazie a un maggior numero di passanti.

    Everyeye: CJ può schivare avanti o indietro, mentre Garoo è in grado di respingere gli attacchi dei propri avversari. Dal momento che il passaggio da un compagno all'altro presenta comunque dei limiti (e richiede alcuni secondi per poter essere utilizzato nuovamente), quanto sarà importante il lavoro di squadra?

    NatsumeAtari: Il numero di Link Attack aumenterà. Pertanto, più avanzerete e più importanti diventeranno nelle vostre strategie di attacco.Inoltre, quando ogni personaggio acquisisce l'abilità di utilizzare le Rune, è allora che entrano in gioco i diversi attributi elementali, rendendo la cooperazione coi compagni di squadra ancora più importante.

    Everyeye: Trattandosi di un JRPG, presumiamo che il companion game avrà comunque una longevità rispettosa e magari anche dei contenuti da affrontare dopo aver completato la campagna principale. Potreste fornirci una stima della longevità di Eiyuden Chronicle: Rising? Inoltre, sono previsti contenuti post-game o DLC?

    NatsumeAtari: Ci vogliono circa 15-20 ore per completare la trama principale. Non abbiamo in programma alcun contenuto aggiuntivo, ma anche dopo aver completato la storia diverranno disponibili nuove missioni secondarie e altri elementi stimolanti.

    Everyeye: Parliamo ora della difficoltà. Anche a causa di un'intelligenza artificiale dei nemici estremamente basilare, durante la nostra precedente prova non siamo rimasti particolarmente colpiti dal livello di sfida. A tal proposito, Eiyuden Chronicle: Rising presenterà diversi livelli di difficoltà?

    NatsumeAtari: La forza dei nemici nelle aree forestali e minerarie è moderata, ma questi diventano gradualmente più forti più o meno nel punto della vicenda in cui Isha si unisce al party.

    Inoltre, sempre nella foresta e nell'area mineraria, ci sono dei nemici molto forti che vi aspettano alla fine di quei percorsi bloccati da rocce e altri ostacoli. Provate ad affrontarli, quando potrete accedervi.

    Che voto dai a: Eiyuden Chronicle: Rising

    Media Voto Utenti
    Voti: 9
    7.1
    nd